Cos’è una SERP?

SERP Google
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Una SERP (abbreviazione di “Pagina dei risultati del motore di ricerca”) è una pagina dei risultati di ricerca in cui i motori di ricerca come Google visualizzano i migliori risultati per la query di ricerca di un utente. La ricerca di contenuti idonei può essere basata su una singola parola chiave o sulla combinazione di più termini. Il motore di ricerca elenca quindi una serie di risultati accuratamente selezionati sotto forma di frammenti, il cui ordine di visualizzazione dipende dall’algoritmo del provider. Inoltre, l’ordine dei risultati nelle SERP cambia regolarmente.

I risultati della ricerca nelle SERP sono correlati al tipo di query, sono ordinati per pertinenza e di solito contengono sia risultati organici che a pagamento. Ad esempio, Google di solito visualizza annunci contrassegnati in modo appropriato e annunci di Google Shopping con prodotti offerti da vari concorrenti al di sopra dei risultati organici in una ricerca di prodotti transazionali. A seconda dell’intento di ricerca, vengono aggiunte funzionalità SERP speciali che corrispondono alla query dell’utente, come snippet in primo piano o caselle di risposta, scheda/pannello della conoscenza e video, immagini o articoli/notizie.

Ciò riduce il numero di risultati organici visualizzati per SERP. Google visualizza un massimo di dieci frammenti di quel tipo.

Ciò significa che ci sono tre modi in cui un sito Web può entrare nelle SERP:

  • Annunci a pagamento
  • Risultati organici
  • Funzionalità SERP

Nel marketing online e soprattutto nell’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), le SERP sono di importanza centrale, poiché un posizionamento elevato può aumentare significativamente il traffico organico e quindi il successo complessivo di un sito web.

Componenti di frammenti

Uno snippet SERP di solito è costituito dai seguenti tre elementi:

  • Meta titolo
  • Meta Description
  • URL
Screenshot di uno snippet “classico” durante la ricerca di “tf*idf tool” da 
google.com

Nella SEO, gli snippet sono uno strumento importante per il marketing del sito Web in quanto possono avere un effetto positivo su [(CTR) Percentuale di clic|Percentuale di clic (CTR)]]. Se incoraggiano gli utenti a credere di aver trovato la pagina giusta per rispondere alla loro domanda, è più probabile che facciano clic su questo risultato. Il meta titolo e la meta descrizione dovrebbero quindi essere accurati e convincenti e dovrebbero contenere anche parole chiave centrali. Entrambi possono essere specificati nei meta tag di una pagina web dove possono essere trovati da Google e da altri motori di ricerca. Nella maggior parte dei [[Sistema di gestione dei contenuti (CMS)|sistemi di gestione dei contenuti (CMS), questo è possibile in una sezione “meta tag”.

Alla fine, tuttavia, è la qualità del contenuto del sito che determina la soddisfazione dell’utente. Nel contesto dell’ottimizzazione degli snippet, è quindi importante non promettere più di quanto il contenuto effettivo del sito web offra.

Va inoltre notato che la lunghezza del meta titolo e della meta descrizione non deve superare i 580 pixel (circa 70 caratteri) e i 1.000 pixel (circa 160 caratteri). In caso contrario, Google li troncherà nelle SERP, il che significa che parti essenziali delle informazioni potrebbero andare perse.

Soprattutto su siti Web più grandi, i motori di ricerca a volte aggiungono sitelink sotto la descrizione della pagina, il che può essere utile per gli utenti in quanto consentono loro di ottenere un’immagine migliore del contenuto del sito Web.

Anche i rich snippet contribuiscono a questo. Queste estensioni integrano le SERP con informazioni aggiuntive come valutazioni degli utenti, informazioni sugli eventi, dati personali o navigazione breadcrumb. I Rich Snippet si basano su dati strutturati che vengono aggiunti al codice sorgente della pagina web. Google può quindi analizzare i dati e visualizzare queste informazioni nei suoi risultati di ricerca. Ciò può avere un effetto positivo sulla percentuale di clic e quindi sul traffico del rispettivo sito web.

Perché query identiche possono generare SERP diverse?

Poiché ogni motore di ricerca ha il proprio algoritmo, le SERP di Google, Bing, Yahoo, ecc. spesso differiscono notevolmente quando si cercano le stesse parole chiave. La maggior parte dei motori di ricerca non condivide molte informazioni sulla ponderazione dei singoli fattori di ranking che causano i diversi risultati al fine di prevenire lo spamming dei motori di ricerca.

Ma anche quando si utilizza lo stesso motore di ricerca, come Google, i risultati della ricerca possono differire in modo significativo tra gli utenti. Questo perché il motore di ricerca leader nel mondo personalizza i suoi risultati di ricerca in base alla cronologia delle ricerche dell’utente, alla posizione corrente e ad altri fattori.

Funzionalità aggiuntive della SERP di Google

Le funzionalità SERP di Google migliorano l’esperienza dell’utente visualizzando risultati aggiuntivi che si adattano anche all’intento di ricerca degli utenti e li aiutano a trovare ciò che stanno cercando. Google risponde anche a un numero sempre maggiore di domande degli utenti direttamente o indipendentemente dai risultati di ricerca tradizionali attraverso funzionalità di nuova introduzione come schede informative e caselle di risposta. L’idea alla base di questo è che gli utenti non dovrebbero visitare un’altra pagina Web se hanno domande molto specifiche a cui è possibile rispondere direttamente nelle pagine dei risultati. Questo non è solo utile per gli utenti, ma avvantaggia anche Google stesso.

Le funzionalità della SERP sono in parte basate su un modello di pagamento e in parte generate organicamente. Inoltre, Google recupera alcune risposte o le informazioni su cui si basano dal suo Knowledge Graph . Si tratta di un database semantico online in cui Google raccoglie, elabora e correla i risultati di ricerca e le informazioni su argomenti, persone e luoghi specifici.

Nella SEO, le funzionalità SERP stanno diventando sempre più rilevanti poiché limitano lo spazio disponibile per i risultati di ricerca tradizionali. Le pagine Web che compaiono nella seconda pagina dei risultati potrebbero ricevere meno clic poiché la maggior parte degli utenti non effettuerà ricerche oltre la prima pagina. Diventa quindi ancora più importante essere elencati tra i primi risultati e avere uno snippet accattivante che attiri i clic degli utenti dei motori di ricerca.

Panoramica delle funzionalità SERP comuni

  • Frammento in primo piano
  • Carta della conoscenza
  • Pannello di conoscenza
  • Google Immagini
  • Storie principali
  • La gente chiede anche
  • Annunci con scheda di prodotto
  • Riquadri tweet
  • Video

Importanza delle SERP per la SEO

In effetti, la maggior parte degli utenti fa clic solo sui primi tre risultati di ricerca, mentre i risultati e le pagine dei risultati seguenti vengono per lo più ignorati. Pertanto, l’obiettivo della SEO sia on-page che off-page è quello di raggiungere il miglior posizionamento nei motori di ricerca che di solito si tradurrà in un aumento del traffico organico e potenzialmente più vendite.

Tuttavia, Google e altri motori di ricerca stanno rendendo questo compito più complicato rilasciando regolarmente nuovi aggiornamenti dell’algoritmo di ricerca. Di conseguenza, la ponderazione dei singoli fattori di ranking cambia regolarmente e alcune pagine potrebbero perdere permanentemente il proprio ranking se gli operatori del sito non adattano le proprie strategie. La SEO deve tenerne conto.

Finora Google ha confermato solo alcuni dei suoi circa 200 fattori di ranking, tra cui qualità dei contenuti, backlink , velocità della pagina, ottimizzazione per dispositivi mobili e HTTPS. Concentrarsi su questi fattori può essere visto come una raccomandazione SEO generale dopo un aggiornamento dell’algoritmo. Tuttavia, è controverso se anche i segnali degli utenti come il tempo di permanenza e la percentuale di clic facciano parte dei fattori di ranking di Google.

Non appena una pagina web si posiziona nella prima pagina dei risultati di ricerca, l’ottimizzazione degli snippet diventa ancora più importante in quanto può aumentare il CTR. Ciò non significa che l’ottimizzazione degli snippet debba essere ignorata in anticipo. Uno snippet informativo e accattivante può aumentare le possibilità che gli utenti visitino una pagina Web indipendentemente dalla sua posizione esatta su Google o altri motori di ricerca.

Scrivi un commento

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Assistenza per wordpress
Assistenza WordPress attiva H24
Consulenza seo
Prima consulenza SEO gratuita
Post Popolari:
Cosa è una parola chiave
Seo
Cosa è una parola chiave

In generale, le parole chiave vengono utilizzate per descrivere il contenuto di un’opera d’arte o di un documento in diverse aree come arte e cultura, media o industria.

Leggi tutto »
URL cosa sono
Dominio e hosting
URL cosa sono?

Un URL (Uniform Resource Locator) è un indirizzo impostato per individuare una risorsa univoca su Internet, come un file o un’app.

Leggi tutto »
Struttura del sito web
Seo
Struttura del sito web

La struttura del sito Web, denominata anche architettura del sito, si riferisce a come le pagine di un sito e il suo contenuto sono strutturati in relazione ad altri contenuti nella pagina e tra le pagine.

Leggi tutto »
Usabilità del sito web
Seo
Usabilità del sito web

Il termine usabilità descrive quanto sia facile utilizzare in pratica un sito web. Criteri come la chiarezza del design, la facilità d’uso e l’accessibilità svolgono un ruolo importante a tal fine.

Leggi tutto »
Cosa sono i plugin
Plugin e Temi
Cosa sono i plugin?

Un plug-in è un componente aggiuntivo del software che aggiunge funzionalità specifiche a un browser Web, CMS o altri programmi. 

Leggi tutto »
Snippet in primo piano su Google
Seo
Snippet in primo piano su Google

Gli snippet in primo piano sono risultati di ricerca visualizzati sopra i risultati organici di Google e sotto gli annunci a pagamento, uno spot denominato “posizione zero”.

Leggi tutto »
Carlo Alberto Bello

Sono Carlo Alberto Bello, consulente SEO italiano con sede a Lecce dal 2012. Aiuto aziende e professionisti a promuovere i loro prodotti e servizi su Google, Bing e altri motori di ricerca. Ho un'esperienza rilevante nella consulenza seo e Link Building.