Cos’è la SEO: definizione, guide e libri per approfondire

Cos'è la SEO definizione

Condividi il post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

La creazione di un sito web non è sufficiente per riuscire a dare visibilità alla propria attività sulla Rete e a portare a casa dei risultati: per riuscire a raggiungere questi obiettivi è necessario occuparsi della SEO, ovvero la Search Engine Optimization. Se ne sente parlare spesso, ma non tutti sanno quanto studio e quanto lavoro ci sono dietro la pianificazione e l’attuazione delle strategie di ottimizzazione. L’argomento è molto importante e merita di essere approfondito: per fortuna grazie alle guide presenti su internet e ai libri cartacei ed elettronici disponibili sul mercato è possibile imparare i segreti di questo affascinante e complesso universo.

La definizione: cos’è la SEO e a cosa serve

Come accennato in precedenza, il termine SEO è l’acronimo di Search Engine Optimization, ovvero l’ottimizzazione per i motori di ricerca. L’obiettivo della SEO è quello di mettere in pratica tecniche e strategie che possano aumentare la visibilità del sito o della pagina migliorando il suo posizionamento nella SERP, ovvero nella lista dei risultati di una ricerca effettuata su un motore di ricerca.

Se si riesce ad ottenere un buon piazzamento in questa lista ci sono più possibilità che i navigatori possano raggiungere il nostro sito e quindi trasformarsi da semplici utenti a potenziali clienti. Il fine ultimo infatti non è la mera visibilità, ma l’aumento delle conversioni. Si ha una conversione quando l’utente compie l’azione desiderata dal titolare del sito, che a seconda dei casi può essere una registrazione, una vendita, la visualizzazione di un contenuto, il download di un file e così via.

Il funzionamento dei motori di ricerca

L’ottimizzazione per i motori di ricerca è un’attività molto complessa: il professionista o il team di esperti che se ne occupa devono intervenire sia sul sito che “fuori” dal sito. Si parla infatti di SEO on site e SEO off site. Per capire dove e come mettere le mani è necessario conoscere come funzionano i motori di ricerca: ne esistono davvero tanti (anche se Google, in pratica, ha il monopolio del settore), ma quando l’utente effettua una ricerca, il loro funzionamento è simile e si sviluppa in tre fasi.

La prima fase è quella del crawling: tramite dei bot, noti come spider, il motore di ricerca esplora il web per individuare i nuovi contenuti; la SEO interviene già in questa fase, visto che deve fare di tutto per semplificare la vita dello spider. La seconda fase è quella dell’indicizzazione: tutti i dati che lo spider ha raccolto durante la fase di scansione vengono archiviati nel database del motore di ricerca e vengono organizzati in relazione alla pertinenza con la parola chiave utilizzata per la ricerca. La terza e ultima fase è quella del posizionamento: i risultati del crawling vengono mostrati all’utente nella SERP seguendo un ordine di ranking determinato da un insieme di tantissimi fattori.

In cosa consiste l’attività del SEO: la guida

Il lavoro del SEO (quando si utilizza l’articolo maschile si fa riferimento al  professionista, mentre quando si utilizza l’articolo femminile ci si sta riferendo all’attività di ottimizzazione) è complesso e faticoso: richiede tanto studio, applicazione costante ed un continuo aggiornamento. Google infatti ogni tanto cambia il suo algoritmo di indicizzazione con l’obiettivo di restituire all’utente dei risultati sempre più attinenti alla sua ricerca. Il SEO non può permettersi di restare indietro: il suo lavoro non si ferma praticamente mai, perché una volta ottenuta una buona posizione in SERP bisogna fare di tutto per mantenerla (la concorrenza non sta di certo ferma a guardare) e bisogna anche adeguarsi agli aggiornamenti dell’algoritmo di Google.

La scelta delle parole chiave

Il punto di partenza per quanto riguarda la SEO on site è rappresentata dalla keyword research, ovvero dall’individuazione delle parole chiave più adatte per descrivere l’attività o il contenuto del sito; è importante pure vedere quali sono le scelte dei concorrenti, anche per capire gli effetti della competizione sulla SERP. Esistono diversi strumenti che permettono di fare la keyword research: si tratta di un’attività non semplice e bisogna essere abili nel destreggiarsi tra parole chiave generiche ed altre invece molto specifiche. Una volta individuate le parole chiave più adatte bisognerà costruire le pagine del sito: la strutture deve essere studiata per bene ed i contenuti dovranno essere ottimizzati in modo tale da intercettare e rispondere ai bisogni degli utenti.

I contenuti del sito

Nel paragrafo precedente abbiamo nominato la parola magica contenuto: in ambito Seo c’è un detto che recita “content is the king”, e questo vale anche per Google. Al di là di tutti gli altri fattori considerati dal motore di ricerca per assegnare il ranking, il contenuto è fondamentale perché permette al motore di ricerca di capire di cosa parla il sito. I testi quindi devono essere scritti bene ed in ottica SEO. Bisogna utilizzare in modo corretto i titoli, seguendo la giusta gerarchia; il testo deve essere organizzato in paragrafi, utilizzando il grassetto per sottolineare i concetti più importanti. È importante anche inserire delle immagini, utilizzando delle dimensioni e delle risoluzioni giuste da risultare qualitativamente accettabili ma senza rallentare il caricamento della pagina, scegliendo un nome ed inserendo un alt text compatibile con le parole chiave scelte.

SEO on site e SEO off site

È importante aiutare gli spider nella loro attività di scansione, caricando nel proprio spazio web la sitemap, un file che può essere definito come l’indice del sito; con il file robots.txt si danno allo spider le istruzioni su dove trovare i file e sugli eventuali documenti da non indicizzare. Nel codice HTML bisogna inserire le giuste informazioni e la meta description: nel corso degli anni la sua importanza ai fini del posizionamento è un po’ diminuita, ma è sempre uno strumento importantissimo per attirare i clic degli utenti.

Quando si parla di struttura ottimizzata si pensa soprattutto al linking interno, che di fatto esprime la relazione tra le varie pagine del sito. Anche le attività di SEO off site sono tante ed importantissime. La più importante probabilmente è il link building, con cui si devono ottenere dei link di qualità da siti web reali ed attinenti con l’argomento del sito. Per le attività commerciali è fondamentale anche creare una scheda su Google My Business.

I migliori libri per capire cos’è la SEO

Per imparare le tecniche e le strategie di ottimizzazione serve studio, pazienza e pratica. Per quanto riguarda lo studio è possibile attingere dalle tante guide che si possono trovare online e dai volumi che affollano gli scaffali delle librerie. Riuscire ad individuare le migliori risorse può essere un po’ difficile, visto che purtroppo in circolazione c’è tanto materiale dozzinale pubblicato da pseudo-guru. Ma ecco una lista di libri di qualità assoluta per poter andare sul sicuro. L’elenco non poteva che iniziare con quella che viene universalmente riconosciuta come la bibbia della SEO, ovvero The Art of SEO: Mastering Search Engine Optimization scritto da Eric Enge, Jessie Stricchiola e Stephan Spencer: un libro completo (sono circa mille pagine!) purtroppo disponibile sono in inglese.

Seo Power è il libro scritto da Giorgio Taverniti, uno dei personaggi più importanti per quanto riguarda la formazione in ambito SEO nel nostro Paese. Restando tra gli autori italiani meritano di essere citati SEO e SEM. Guida avanzata al web marketing, scritto da Marco Maltraversi, e L’arte della SEO: User first, scritto da Enrico Chiodino, Valentina Orlandi, Nereo Sciutto e Gabriele Toschi, incentrato sulla sempre maggiore importanza che viene data alla user experience nella determinazione del ranking SEO di un sito. Per chi vuole approfondire un aspetto importante della SEO off site, il libro Link Building di Ivano DI Biasi può essere la scelta perfetta, così come Link Building e Digital PR, l’opera di Stefano Schirru che spiega come aumentare il traffico su un sito web tramite le attività SEO off site.

Rispondi

Altro da esplorare

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti e impara dai migliori