Cos’è un feedback? Significato, definizione e importanza

Cos'è un feedback
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Feedback il suo significato:

Navigando su internet sentiamo molto spesso la parola feedback: significato e definizione variano molto spesso a seconda delle circostanze, ma nel complesso la funzione è sempre la stessa.

Se si vogliono migliorare le prestazioni del proprio sito o della propria azienda, se si sta cercando un determinato prodotto e si ha bisogno di avere conferme sulla qualità, il feedback è ciò che può fare la differenza.

Per questo motivo è sempre bene fare molta attenzione a questo aspetto, utilizzarlo con intelligenza e soprattutto conoscere a fondo il suo utilizzo e tutte le conseguenze che ne possono derivare.

Insomma, è uno strumento importante, e per questo ora noi lo andremo ad illustrare nel dettaglio.

Preparatevi quindi a scoprire tutto ciò che c’è da sapere sul feedback: significato,definizione e soprattutto la sua comprovata utilità.

Feedback: definizione e funzionalità

La prima cosa da sapere del feedback è ovviamente il significato.

Se pur variando leggermente a seconda del contesto, il cuore di questo fenomeno è sempre lo stesso, ed indica l’azione eseguita da un utente a seguito di un’esperienza (come l’acquisto di un prodotto o un servizio), al fine di lasciare una valutazione personale.

Nella maggior parte dei casi si può esprimere attraverso l’espressione di un voto, oppure il rilascio di un commento nel quale si illustrano le motivazioni che hanno portato ad apprezzare o meno il prodotto o il servizio di cui si è usufruito.

Questo è il metodo più immediato per utilizzare il pareredegli utenti al fine di dare credito a ciò che si sta offrendo.

Se per esempio su Amazon un prodotto o un venditore riportano feedback positivi, gli altri utenti saranno più inclini a fidarsi e ad acquistare, sentendosi sicuri dell’esperienza già avuta da altri.

Questo non funziona solo con i prodotti o con le vendite, ma in qualsiasi ambito si voglia ottenere un parere e dei suggerimenti per poter migliorare la propria offerta.

Attraverso il feedback, il significato di un commento diventa più autentico, almeno in teoria, e si può così trovare il modo di modificare il proprio percorso a seconda di ciò che la clientela apprezza maggiormente.

Nel complesso sono due le categorie che traggono maggiore beneficio dai feedback:

  • Gliutenti, che non solo hanno la possibilità di esprimere la propria opinione personalmente, raggiungendo in maniera diretta l’interlocutore, ma hanno anche la possibilità di affidarsi a valutazioni di propri pari, ritenute spesso più “veritiere”
  • Le aziende, che attraverso i feedback possono innanzitutto consolidare la propria credibilità, quando questi sono positivi, e poi hanno la possibilità di sfruttare le indicazioni negative per ascoltare la propria clientela e migliorare l’offerta di conseguenza.

Feedback: significato di una buona strategia

Riuscire a dare al feedback significato, vuol dire saperlo sfruttare al meglio e utilizzarlo a proprio vantaggio.

Il modo migliore è proprio quello di coinvolgere i propri utenti in prima persona, per capire dove andare ad intervenire e far sentire che anche la singola opinione vale molto.

In questo modo il cliente sarà contento di avere quest’importanza e voi avrete una strada sicura su cui lavorare.

Per farlo esistono diversi metodi:

  • Questionari online: soprattutto chi possiede un sito personale, può dedicare un piccolo spazio proprio al feedback, nel quale caricare dei questionari da compilare in maniera veloce ed immediata. Esistono poi molti sistemi di automazione che inviano direttamente le risposte a chi di dovere, così che ci si possa lavorare.
  • Form per i commenti: è fondamentale avere un form, un riquadro compilabile, in cui gli utenti e i visitatori possono lasciare il proprio commento e la propria opinione riguardo la loro esperienza. Possiamo considerarla la base da cui partire per iniziare il percorso di miglioramento.
  • E-mail: tante aziende scelgono di mandare dei questionari da compilare via mail ai propri clienti, in modo da ottenere in questo modo il loro feedback. L’unico inconveniente è che in questo modo si rischia di non ascoltare proprio tutto il bacino d’utenza.

Una volta ricevute abbastanza risposte, è opportuno comunque filtrarle secondo alcuni parametri, ma alla fine si avrà un quadro piuttosto completo dell’impressione che la propria azienda ottiene sul pubblico, si conosceranno i punti di forza e quelli su cui invece andare a lavorare per migliorare.

Feedback negativi e feedback positivi

Con il feedback, il significato è quello di ottenere i pareri della propria utenza, ma si ha sempre paura che il risultato sia negativo.

Prima di cadere in preda al panico, bisogna però tenere a mente una cosa molto importante.

Le persone sono più inclini a lasciare un reclamo, piuttosto che un commento positivo, e per questo la percezione dall’esterno può essere falsata.

Nonostante la natura umana porti più facilmente ad esporre reclami piuttosto che soddisfazione, si può fare un uso ottimo dei commenti negativi.

E’ infatti da quelli ce si deve partire se si vuole migliorare l’esperienza offerta ai clienti.

Feedback positivi e negativi sono entrambi importanti, ma questi ultimi lo sono di più sotto questo aspetto, perché permettono di individuare dove andare ad intervenire.

Ricordatevi comunque che si deve sempre filtrare il feedback, e soprattutto che ottenere dei feedback negativi non è solo sinonimo di un pessimo lavoro.

Possono invece trasformarsi proprio nel punto da cui partire per diventare sempre migliori.

Conclusione

Abbiamo visto in modo più approfondito il feedback: significato, definizione, come utilizzarlo e l’importanza che può assumere nella crescita di un’azienda.

Nel complesso è un elemento molto rilevante nella storia aziendale, nel proprio percorso e anche nell’esperienza dell’utente.

Ha questa doppia funzione di rendere l’utente partecipe da una parte e più sicuro dall’altra, e fornisce anche la possibilità alle aziende di individuare i propri punti di forza e di debolezza.

Insomma, non bisogna mai sottovalutare il feedback, soprattutto nella sua importanza, e concedergli sempre un occhio di riguardo.

Non vi spaventate delle recensioni negative, ma usatele per migliorare ancora, e soprattutto tenete sempre conto che sono spesso solo una faccia della medaglia.

Ora che ne sapete un po’ di più potete interfacciarvi a questo mondo con nuova consapevolezza, sfruttando al meglio le informazioni che vi offre la rete.

Tags

Scrivi un commento

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Assistenza per wordpress
Post Popolari:
Calcolare il tasso di conversione
Web Marketing
Come calcolare il tasso di conversione

Quando si esamina la gestione del ritorno sull’investimento (ROI) o delle prestazioni di un sito Web, l’impostazione degli obiettivi di conversione è uno dei modi più semplici e migliori per misurare i risultati.

Leggi tutto »
Carlo Alberto Bello

La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero troverai utili le oltre 200 guide WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Sono disponibile a fornire una prima consulenza SEO GRATUITA, consigliandoti una strategia seo per posizionare il tuo sito WordPress tra i primi su Google.