Come calcolare il costo di un sito eCommerce

Costo sito eCommerce
Aggiornato il 4 Aprile 2022

Molte aziende hanno deciso di creare un negozio online quest’anno. In effetti, lo shopping online è uno dei motivi più popolari per cui le persone usano Internet. Nel 2019, Statista ha riferito che le vendite di eCommerce al dettaglio in tutto il mondo sono state pari a 3,53 trilioni di Euro e si prevede che i ricavi al dettaglio online aumenteranno a 6,54 trilioni di Euro nel 2023.

Dati

Ma ci sono costi associati all’andare online. In questo articolo, daremo un’occhiata a cosa dovresti considerare prima di prendere qualsiasi decisione e come calcolare i costi per il tuo negozio online.

Cose da considerare prima di creare un sito eCommerce

Il costo effettivo del sito Web di eCommerce è una parte importante del processo decisionale. Tuttavia, vuoi assicurarti di scegliere effettivamente una soluzione di eCommerce in grado di soddisfare le tue esigenze aziendali. Inoltre, se descrivi ciò di cui hai bisogno ora, non finirai per pagare nulla in più o dovrai acquistare componenti aggiuntivi lungo la strada.

1. Che tipo di negozio online ti aspetti di avere?

Il tipo di negozio online che stai immaginando è un fattore importante nel processo di costruzione. Un negozio che vende prodotti è diverso da uno che vende servizi. Se hai intenzione di vendere prodotti, quanti prodotti o modelli diversi includerai nel tuo negozio online? Vendi ad altre aziende (B2B) o ai consumatori (B2C)? Sii il più specifico possibile durante questa parte del processo di pianificazione. Alcuni servizi o prodotti potrebbero avere esigenze diverse per le funzionalità del tuo negozio online. Queste esigenze ti aiuteranno a restringere l’elenco delle piattaforme di eCommerce da considerare. Ad esempio, avrai bisogno di un negozio con più lingue? O avrai bisogno di un negozio con funzionalità di accesso separate?

2. Hai intenzione di vendere i tuoi prodotti online? Oppure hai già un negozio fisico?

Molti rivenditori fisici stanno aggiungendo un negozio online, soprattutto nel 2020. La vendita di prodotti online oltre ad avere una vetrina fisica consente alle piccole imprese di diventare globali se lo desiderano e/o offre ai clienti la possibilità di acquistare online e ritirare in -negozio (BOPIS) . Ognuna di queste opzioni può espandere la portata di un’azienda, ma è anche qualcosa che vorrai tenere a mente quando cerchi una soluzione di eCommerce. 

Vendere prodotti online significa anche gestire l’inventario e gestire la spedizione (ne parleremo tra poco). Se hai già un sistema di gestione dell’inventario che funzioni per te, cerca una piattaforma di eCommerce che si integri con esso, a meno che tu non sia disposto a utilizzare una nuova soluzione che fa già parte della piattaforma.

3. Qual è il tuo budget per lo sviluppo dell’eCommerce?

Una volta che inizi a cercare soluzioni di eCommerce, è davvero facile essere distratto da tutte le diverse opzioni di design e funzionalità personalizzate. Questo è il motivo per cui è importante definire in anticipo il budget di sviluppo dell’eCommerce.

Di quali caratteristiche hai assolutamente bisogno? Quali componenti aggiuntivi sarebbe bello avere? Crea la tua lista e attieniti ad essa in modo da rimanere entro il tuo budget.

4. Quali sono le tue opzioni di spedizione?

È tempo di pensare alle opzioni di spedizione che vuoi offrire una volta aperto il tuo negozio online. Qual è la tua capacità di gestire le esigenze di spedizione? Affilierai la spedizione o la gestirai internamente? Avrai opzioni di spedizione globali? Sta a te quello che vuoi offrire. Inoltre, ti consigliamo di fare considerazioni simili quando si tratta delle opzioni di pagamento nel tuo negozio online.

Come si calcolano i costi dell’eCommerce?

Ci sono molte variabili diverse che contribuiscono al costo complessivo della costruzione di un negozio online. In generale, alcuni negozi di eCommerce costano poche centinaia di Euro per l’installazione mentre altri possono costare decine di migliaia o anche diverse centinaia di migliaia di Euro. 

Ecco gli articoli che dovrai pagare:

  1. Software per e-commerce.
  2. Nome del dominio.
  3. Hosting di e-commerce.
  4. Certificato SSL.
  5. Costi di elaborazione dei pagamenti.
  6. Memorizza temi e design.
  7. Componenti aggiuntivi ed estensioni.

Costi infrastrutturali

1. Costi del software di e-commerce.

Le soluzioni di e-commerce variano in base alle loro funzionalità predefinite, al tipo di software che offrono e al loro livello di servizio. Esistono diverse piattaforme tra cui scegliere e scegliere quella giusta è un passo importante nell’apertura di un negozio di e-commerce. Diamo un’occhiata ad alcune delle piattaforme che potresti prendere in considerazione.

WooCommerce

Innanzitutto, cos’è WooCommerce? WooCommerce è un plugin di e-commerce per WordPress. Semplifica la creazione e la gestione di un negozio online, con livelli ragionevoli di flessibilità e diverse funzionalità vitali come la gestione dell’inventario e delle tasse, i pagamenti sicuri e l’integrazione della spedizione.

Magento.

Magento offre opzioni on-premise e su cloud, ma molte aziende ora guardano anche ai modelli SaaS perché forniscono aggiornamenti continui, comprese le patch di sicurezza.

Magento non è dotato di rotelle. E non ci sono sviluppatori in loco da contattare per assistenza nella creazione del tuo sito. Avrai bisogno di uno sviluppatore o di un team di sviluppatori per costruire il tuo sito, un partner di hosting in grado di ospitare il tuo sito e qualcuno che integri il tuo stack tecnologico.

Una volta impostato, Magento ha ancora una curva di apprendimento ripida. La flessibilità di Magento può anche essere un ostacolo per i nuovi utenti che non sono in grado di navigare nella sua complessità senza notevoli difficoltà.

Shopify.

I marchi che stanno appena iniziando con l’eCommerce possono scegliere di iniziare in un negozio Shopify . Le aziende più affermate, i marchi che cercano di crescere e quelli con esigenze complesse spesso scelgono WooCommerce per la sua flessibilità e libertà di scelta.

Shopify è stato creato per soddisfare le esigenze delle piccole imprese che desiderano un modo intuitivo per creare negozi online. Con le aree di trascinamento della selezione, è abbastanza facile creare un sito se non hai mai lavorato con il codice. È possibile ottenere rapidamente un semplice sito Web attivo e funzionante; tuttavia, se desideri aggiungere funzionalità più avanzate, dovrai aggiungere app aggiuntive o codifica personalizzata.

2. Costi del nome di dominio.

Il tuo nome di dominio sarà un costo annuale a meno che tu non sia in grado di pagare in anticipo per alcuni anni. L’acquisto di un nome di dominio in genere costa tra € 2 e € 20 all’anno, secondo GoDaddy. Il prezzo dipende da dove lo acquisti e dall’estensione che ottieni, come .com o .shop. L’acquisto da un venditore privato o tramite un’asta sarà generalmente più costoso.

3. Hosting di eCommerce.

Dopo aver registrato un nome di dominio, è il momento di trovare un host web. Soluzioni come WooCommerce e Shopify sono ospitate sul cloud e offrono l’hosting web come parte dell’abbonamento. Ciò significa che non dovrai cercare hosting di terze parti o affrontare le sfide della sua gestione. 

Se desideri ospitare autonomamente il tuo negozio di eCommerce, il costo varia da € 80 a € 730 al mese perché dipende da quanto traffico riceve il tuo negozio, dalle funzionalità del tuo sito Web e dai servizi automatizzati, come il backup del sito.

4. Costi del certificato SSL.

Un certificato SSL ha un prezzo compreso tra € 20 e € 70 all’anno . Sebbene questa possa essere una delle parti meno economiche del tuo negozio online, fornisce la sicurezza su una rete di cui avrai bisogno affinché i clienti visitino e acquistino sul tuo sito web. A volte, anche i motori di ricerca utilizzano un certificato SSL come fattore di ranking. Inoltre, alcune soluzioni di hosting lo offrono come parte della loro tariffa, quindi tienilo a mente.

5. Costi di elaborazione dei pagamenti.

È facile trascurare i costi associati all’elaborazione dei pagamenti, ma possono sommarsi rapidamente. I costi di elaborazione dei pagamenti dipendono dal tipo di pagamenti che desideri offrire durante il checkout, come PayPal o varie carte di credito, dal tipo di valuta che accetterai e dalle regioni in cui venderai. 

Pagherai commissioni per ogni gateway di pagamento che desideri offrire. Ecco un esempio di come si rompe :

  • PayPal: 2,9% + € 0,30 per transazioni superiori a € 10.
  • Striscia: 2,9% + € 0,30 per transazione.
  • Authorize.net – 2,9% + € 0,30 per transazione + € 25 canone mensile.

Questo non include le commissioni che potrebbero provenire dalla tua banca. Nell’esaminare i costi complessivi per l’ elaborazione dei pagamenti , WooCommerce e Shopify offrono i prezzi più bassi in generale. Forniscono anche alcune delle opzioni più flessibili per accettare pagamenti.

Costi di progettazione

Parte dello sviluppo del tuo negozio di eCommerce è la creazione di un’esperienza utente unica con il design del sito Web che riflette il tuo marchio e fa sì che i clienti tornino. Il design del tuo negozio online ha dei costi standard.

1. Memorizza i costi del tema e del design

Tutte le principali soluzioni di eCommerce hanno temi di web design eCommerce tra cui puoi scegliere. Alcuni temi potrebbero non costare nulla in più rispetto a quello che stai già pagando per utilizzare la piattaforma, mentre altri temi potrebbero avere un prezzo compreso tra € 60 e € 200 ciascuno . 

I negozi ospitati su WordPress hanno accesso a una varietà di temi gratuiti e premium da utilizzare. Astra è il tema più popolare di WordPress, ottimizzato per vendite e sconti, cataloghi di grandi dimensioni, multiuso e dispositivi mobili, tablet e desktop.

2. Costi per componenti aggiuntivi, plug-in e estensioni

Non importa quanto tu guardi, non esiste una soluzione di eCommerce che avrà tutto ciò di cui hai bisogno per il tuo negozio online. È qui che entrano in gioco componenti aggiuntivi, plug-in ed estensioni, insieme ai loro costi.

WooCommerce

Con WooCommerce, puoi selezionare i componenti aggiuntivi gratuitamente o scegliere opzioni premium direttamente nella dashboard di WordPress. Un componente aggiuntivo premium può variare in termini di costi, in abbonamento o una tantum. La funzionalità pronta all’uso di WordPress per WooCommerce può far risparmiare ai commercianti circa € 3.800– € 15.000+ all’anno in costi di abbonamento alle app, rispetto a Shopify.

Magento

I componenti aggiuntivi di Magento tendono a richiedere uno sviluppo personalizzato, che può essere costoso.

Magento offre migliaia di estensioni nel suo mercato che variano nel prezzo da € 0 a € 15.000.

Shopify

Simile a WooCommerce, i commercianti Shopify possono accedere a centinaia di app gratuite e premium e tali costi dipendono dall’app stessa.

Perché usare WooCommerce?

WooCommerce offre molte funzioni utili, come il monitoraggio degli ordini, il coinvolgimento dei clienti, gli aggiornamenti sullo stato di consegna, la gestione dell’inventario e altro ancora. Con oltre 27 milioni di download fino ad oggi, WooCommerce alimenta il 99% di tutti i negozi WordPress. WooCommerce ha un basso grado di difficoltà. È facile da usare per i proprietari di siti principianti.

WooCommerce è il plug-in di e-commerce più popolare e probabilmente il migliore per WordPress e la sua integrazione ti consente di includere sia un ottimo valore SEO che capacità di e-commerce. Di seguito troverai 10 vantaggi di WooCommerce e i suoi vantaggi rispetto ad altre piattaforme di e-commerce.

Quanto costa avere qualcuno che costruisce un sito eCommerce?

Il costo di avere uno sviluppatore che costruisce il tuo sito di eCommerce dipende tutto dalle funzionalità necessarie per gestire un’attività di eCommerce di successo. Se stai cercando opzioni che non siano pronte all’uso, potresti prendere in considerazione l’assunzione di un’agenzia di sviluppo di siti Web di e-commerce professionale per creare un sito per te.

Le agenzie di sviluppo possono fare quanto segue:

  • Sviluppo web back-end.
  • Progettazione web front-end.
  • Progettazione UI/UX.
  • Servizi di e-commerce.
  • Progettazione di app mobili.
  • Strategia digitale.
  • Sviluppo software personalizzato.

Assumere un’agenzia di sviluppo e-commerce potrebbe non essere un piccolo prezzo, ma faranno il lavoro a meno di quanto costerebbe uno sviluppatore interno.

Costi di eCommerce da considerare

Alcuni costi per avere un negozio online sono solo costi iniziali, ma altri sono in corso, siano essi mensili, annuali o per transazione. Molto probabilmente, sarai in grado di prevedere questi costi ogni mese o anche ogni anno in modo che non siano una sorpresa.

Ecco alcuni dei costi correnti relativi alla funzionalità di e-commerce da considerare:

  • Backup dei dati. Ciò garantisce che tutte le informazioni memorizzate sul tuo sito saranno mantenute al sicuro, qualunque cosa accada. Senza backup regolari dei dati , potresti perdere denaro e persino clienti. I costi relativi al backup dei dati di solito dipendono dalle dimensioni dei file del tuo sito .
  • Gestione delle scorte. Un negozio online avrà una sorta di inventario associato ad esso, insieme ai costi di spedizione, anche se gestiti tramite terze parti.
  • Sicurezza. Oltre al tuo certificato SSL, vorrai che un software di sicurezza protegga la tua azienda e le sue informazioni da minacce esterne. Di solito si tratta di un canone mensile basato su abbonamento.
  • Marketing via email. La comunicazione regolare con i clienti potenziali e attuali può aiutare a mantenere il flusso di entrate. Alcune soluzioni di email marketing possono avere piani gratuiti o un costo mensile, a seconda delle dimensioni dell’elenco dei contatti e-mail.
  • Marketing di prodotto. Altri sforzi di marketing digitale come SEO , annunci pay-per-click (PPC) e social media richiederanno un budget di qualche tipo. Il marketing del prodotto ti aiuterà ad aumentare la consapevolezza del tuo marchio per indirizzare il traffico verso il tuo negozio online.

Conclusione

È possibile avviare un sito di eCommerce per meno di € 1.000, a seconda delle funzionalità necessarie per il successo della tua attività. Poiché ci sono molti aspetti diversi di un negozio online, puoi scegliere esattamente ciò di cui hai bisogno e pagare solo per quegli articoli.

Quando fai il lavoro in anticipo, non rimarrai spiacevolmente sorpreso dai cartellini dei prezzi iniziali o dai costi correnti. Mettere la tua attività online offre un grande potenziale per migliorare la tua copertura e aumentare le vendite. Fai i calcoli ora e decidi se vale la pena investire per la tua attività.

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Lascia un commento

Carlo Alberto Bello

Consulente SEO dal 2012. Aiuto aziende e professionisti a promuovere i loro prodotti e servizi su Google, Bing e altri motori di ricerca, utilizzando le migliori strategie della Link Building.