Perchè rifare il sito web: 5 buoni (ottimi) motivi

  • Home / Creare siti web / Perchè rifare il…
5 ragioni per rifare un sito web

Perchè rifare il sito web: 5 buoni (ottimi) motivi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Quando rifare il sito web diventa il miglior investimento

“Ma io il sito web l’ho appena rifatto!”, rispondono di solito i clienti contrariati. Chiariamo una cosa: “appena” deve voler dire entro uno o due anni massimo, perché la tecnologia oggi come oggi viaggia alla velocità della luce, e già dopo pochi anni un sito web potrebbe risultare datato. E poi non è detto che aver rifatto il tuo sito abbia risolto i problemi che avevi prima, dico bene? Ho visto siti web “nuovi di pacca”  con un sacco di grane da risolvere nel codice, nel tempo di caricamento delle pagine, nel modulo contatti, nei widget… talmente tante grane che era più semplice buttare via tutto e ripartire da zero e rifare il sito web piuttosto che rimettersi a sistemare una per una queste voci.

Se stai leggendo questo articolo, è probabile che qualcuno ti abbia messo il tarlo in testo, e tu, nel dubbio, sia andato a cercare su Google “Perché rifare il sito web”? Te lo dico io perché rifare il tuo sito web o il tuo ecommerce, anzi, ti sottopongo cinque buoni, ottimi motivi per procedere in questo senso prima che sia troppo tardi. Da non addetto ai lavori potresti tentennare, ma ti assicuro che se leggerai con attenzione l’articolo dall’inizio alla fine e ti riconoscerai in almeno uno di questi punti non potrai più rimandare. Partiamo quindi con il primo argomento a favore di un rifacimento del sito globale: il tema grafico responsive mobile.

1)Rifare il sito web per renderlo navigabile da mobile

Un sito internet deve potersi visualizzare correttamente sia da monitor del PC e computer fisso, sia dal display del telefonino. Considerando che la percentuale di utenti che accedono a un sito da mobile (smartphone, tablet, ereader, ecc) è salita negli ultimi anni a quota 60-70% del traffico (in Italia, perché in alcuni paesi esteri la quota è anche superiore), capisci bene che se il tuo sito non è in grado di gestire i contenuti su schermi piccoli, stai perdendo una fetta importante di potenziali clienti, motivo per effettuare un restyling del sito web . Implementare la tecnologia responsive (quella che ottimizza il sito per mobile) in un sito che NON nasce con questa tecnologia è impossibile o quasi, motivo per cui ti consiglio di verificare telefono alla mano come si visualizzano i contenuti da mobile e tempi di caricamento della pagina. In caso di problemi, è molto probabile che bisogna ricorrere a rifare il sito web ex novo, facendovi consigliare sempre da esperti del settore, ascoltando anche diversi pareri.

2) Rifare il sito web per darti modo di gestirlo in autonomia

Altro valido motivo per rifare il sito web e ripartire con qualcosa di più moderno è legato ai tuoi margini di controllo e intervento. Purtroppo girano ancora siti web realizzati con sistemi “proprietari”, o perfino in solo codice HTML. Per commercianti, professionisti e imprenditori come te è difficilissimo imparare a gestire in autonomia un sito del genere: anche solo aggiornare un testo o cambiare una foto significa ogni volta contattare l’agenzia o il web master e chiedere di eseguire la modifica, si spera in tempi brevi. Con noi di Mister Sito non è così: i nostri siti vetrina e negozi online sono sviluppati con WordPress, la migliore piattaforma al mondo, molto intuitiva anche per chi non ha particolari esperienze in ambito informatico. Pensaci, perché non è mai piacevole dipendere da qualcuno ogni volta che hai bisogno di un aiuto.

3) Rifare il sito per velocizzare i tempi di caricamento

I tempi di caricamento sono uno dei parametri fondamentali per consentire una proficua navigazione sul tuo sito. Detta altrimenti, se il visitatore impiega più di 2-3 secondi a caricare una pagina, sta sicuro che abbandonerà tutto e se ne andrà a gambe levate, finendo nove volte su dieci per cliccare i siti dei tuoi concorrenti. Ridurre la velocità di caricamento delle pagine è un lavorone tale per cui, spesso, il gioco non vale la candela, motivo per il quale si ricorre nel rifare il sito web di sana pianta utilizzando sistemi più innovativi. Ci sarebbero troppi aspetti sui quali intervenire, e troppe ore di lavoro da mettere in conto. Tanto vale fare piazza pulita e sfruttare un template molto più efficiente. Anche perché, se non lo sai, il tempo di caricamento incide sul posizionamento del sito su Google e i motori di ricerca: più il sito è veloce, più è probabile che finirai in prima pagina nei risultati per le parole chiave di tuo interesse. Niente male come beneficio, non credi?

4) Rifare il sito web per rinnovare la veste grafica

La veste grafica del sito rappresenta, in larga o in minima parte (dipende dal tipo di business) la tua immagine digitale: sfoggiare una grafica obsoleta è come girare con un vestito logoro in pubblico. Peggio, perché il pubblico non sta lavorando, tu sì. Gli occhi sono dunque puntati su di te, sulle fotografie che hai scelto di inserire (o non inserire), sulle grafiche, sul logo che compare in ogni pagina… Come per il tempo di caricamento, così per la grafica ci sono situazioni in cui un lavoro di restyling risulterebbe lungo e tedioso, e non porterebbe ad alcuna modifica sostanziale, rifare il sito web porterebbe sicuramente più benefici, potrai impostarlo nel modo giusto dalle fondamenta. Purtroppo o per fortuna a decidere la grafica è e rimane il template di partenza: sbagliarlo può avere pesanti conseguenze nel lungo termine, con il rischio di offrire un’immagine di sé e della propria attività molto più statica e antiquata di quanto viene proposto dai concorrenti.

5) Rifare il sito web per integrare un blog o un eCommerce

L’ultima ottima ragione per rifare un sito web è legata alla necessità di implementare un ecommerce (negozio) o un blog. A volte questa operazione è fattibile senza tanto sbattimento, altre volte invece l’integrazione può essere portata a termine solo percorrendo strade tortuose e poco appetibili, vedi l’attivazione di un plugin di terze parti, magari a pagamento, o lo sviluppo di una sezione interna al sito richiamata però da una sorgente esterna… un po’ come i lavori di restauro che intressavano in passato le chiese: la facciata veniva rifatta, ma come giravi l’angolo ti rendevi conto che tutto il resto dell’edificio rimaneva vecchio e brutto. Insomma, tra sito web e blog o ecommerce ci deve essere omogenietà, e questa omogeneità, a volte, si ottiene solo rifacendo il sito per intero.

Attenzione! Prima di rifare il sito internet chiedete una consulenza a diversi sviluppatori o meglio ad un centro assistenza WordPress professionale, in quanto ci sono alcuni aspetti importanti e delicati da studiare prima di rifare il sito web tipo le URL delle pagine, se verranno sostituite non bisogna dimenticare di inserire un redirect, dalle vecchie forse già posizionate verso le nuove URL, per passare valore e continuità. Si presenteranno diversi aspetti che non tutti ne sono a conoscenza, proprio per questo motivo consiglio di informarvi bene e soprattutto fatevi consigliare da un esperto WordPress.

Per qualsiasi informazioni in merito al rifacimento del tuo sito, non devi fare altro che contattarci senza impegno.

Assistenza WordPress

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *