Visualizzare la descrizione della categoria di Elementor in WordPress

Categoria di Elementor
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

In questa guida, ti spiegheremo, come visualizzare la descrizione della categoria di Elementor in WordPress, mostrandoti la procedura corretta passo dopo passo. Ma andiamo con ordine.

WordPress è la piattaforma software più conosciuta per creare e gestire un blog o più semplicemente gestire e realizzare i contenuti testuali di un sito web base o professionale. E’ il CMS open sourcepiù usato al mondo, nonostante sia nato nel lontano 2003 dall’idea di Matt Mullenweg e Mike Little.Il nome, invece, fu suggerito da Christine Selleck.

WordPress e  plug-in

Un plug-in può essere un’estensione, un frammento di codice o un programma che amplia le funzionalità di un software. Riferendoci a WordPress, ne troviamo molti, realizzati da sviluppatori professionisti e resi disponibili gratuitamente nella directory. Si parla di 48.000 per fare una stima a ribasso.

Ogni plug-in svolge un compito specifico e migliora la grafica, la SEO o altri aspetti a seconda delle esigenze dell’utente. Possono rivelarsi risorse utilissime per curare e gestire e-commerce, gallerie di foto, form di contatto, creare statistiche, creare forum e molto altro.

Di solito, quelli gratuiti sono aggiornati automaticamente mentre per quelli a pagamento, bisogna agire manualmente. Possono essere installati e disinstallati in qualsiasi momento. 

Per trovarli basta recarsi sulla directory o nell’area di amministrazione di WordPress. Noi ci occuperemo, in particolare, di uno dei plug-in gratuiti, Elementor.

Innanzitutto, è un landing page builder, cioè uno strumento per creare una pagina web di conversione dei visitatori in potenziali clienti e consumatori. Funzione che svolge in maniera efficace, concentrandosi sull’esperienza visiva dell’utente e fornendo un’interfaccia semplice.

Ecco cosa devi fare per visualizzare la descrizione della categoria di Elementor.

Aggiungere la descrizione breve

Per prima cosa, bisogna aggiungere la descrizione breve ad ogni categoria. Per farlo, segui questi passaggi.

  1. Fai il Login ed accedi alla Dashboard.
  2. Vai su Articoli-> Categorie. Oppure, se hai quest’opzione, recati sulla pagina delle tassonomie.
  3. Aggiungi una nuova categoria (sezione sulla sinistra) o lavora su di una già esistente(sezione sulla destra). A questo punto si apre il campo della descrizione.
  4. Inserisci ora la descrizione.
  5. Salva il contenuto.

Aggiungere ad Elementor la Categoria Archivio Template

In una seconda fase, è necessario creare una categoria archivio template su Elementor, poi questi ultimi step.

  1. Clicca e trascina il Text Editor widget sotto il titolo dell’archivio
  2. Clicca sul link Dynamic
  3. Seleziona la Descrizione Archiviodalla lista
  4. Clicca sul pulsante Updatee il gioco è fatto!

Se hai necessità di aggiungere dei link alla tua descrizione di categoria, inserisci l’anchor HTML tag nel testo della descrizione, in questo modo:

<a href=”YOUR LINK” rel=”nofollowugc”>YOUR TEXT</a>

Perché usare Elementor: vantaggi

Come dicevamo all’inizio, Elementor è un plug-in gratuito. Per molti esperti del settore che l’hanno testato, si tratta di uno dei migliori page builder dell’anno passato e di quello in corso. Non per niente conta sul mercato oltre 900.000 installazioni attive.

Se lo stai già usando e o se hai intenzione di farlo, vogliamo concludere questo articolo parlandoti deivantaggi di questo potente strumento.

Non tutti hanno le competenze per creare una pagina web o per fare coding. In questo senso, Elementor facilita le cose ai principianti, garantendo dei layout WordPress di qualità e personalizzati. In più è gratis e non c’è obbligo di passare alla versione a pagamento.

Al suo interno, troverai ben 100 template a pagina intera o vuota e 28 widget gratuiti. In più un supporto multilingua e un set di API per sviluppatori.

Puoi anche usufruire del suo editing per mobile. Curando l’aspetto responsivo dei tuoi progetti, per adattarli alla visualizzazione su smarthpone o tablet.

La versione PRO, offre tante altre caratteristiche e funzioni aggiuntive. Per esempio, avrai a disposizione oltre 50 widgets e la possibilità di utilizzare slides. Inoltre non ti mancheranno i templates e i blocchi di contenuto.

Passando alla sezione layout, al suo interno potrai visualizzare post e portfolio e modificare a tuo piacimento i moduli direttamente da questo plug-in. Altro vantaggio da non sottovalutare, è la presenza dei global widgets. Così come la possibilità di aggiungere gli elementi di Elementor in sidebars e widgets. Se vuoi utilizzarlo come theme builder, la versione a pagamento ti risulterà indispensabile.

Completano il già ampio pacchetto: un form builder visuale, effetti di movimento, posizionamento personalizzato, divisori shape.

Scopri l’assistenza WordPress E Supporto Online fornito da MISTERSITO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Assistenza per wordpress
Post Popolari:
Calcolare il tasso di conversione
Web Marketing
Come calcolare il tasso di conversione

Quando si esamina la gestione del ritorno sull’investimento (ROI) o delle prestazioni di un sito Web, l’impostazione degli obiettivi di conversione è uno dei modi più semplici e migliori per misurare i risultati.

Leggi tutto »
Carlo Alberto Bello

La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero troverai utili le oltre 200 guide WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Sono disponibile a fornire una prima consulenza SEO GRATUITA, consigliandoti una strategia seo per posizionare il tuo sito WordPress tra i primi su Google.