.Htaccess WordPress: Cos’è e a cosa serve! (Consigli utili da applicare subito)

.htaccess Wordpress
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Cos’è .htaccess? Si tratta di un file di configurazione di base, usato su Apache. WordPress lo utilizza per monitorare la struttura dei permalink, questo file viene usato da diversi plugin, tra cui quelli su WordPress.

Un file .htaccess su WordPress può essere così:

.Htaccess WordPress

Come trovare tale file in WordPress

Bisogna effettuare un collegamento al server attraverso FTP, un’altra opzione è entrare dal file manager di cPanel.

Si deve effettuare la ricerca nella cartella ‘’root’’, in questa cartella possono essere presenti anche:

  • Wp-admin
  • Wp-content
  • Wp-includes
  • Wp-activate.php
  • Wp-blog-header.php
  • Wp-comments-post.php
  • Wp-config.php
  • Wp-config-sampe.php
  • Wp-cron.php
Trovare .Htaccess in ftp

È possibile aggiungere le proprie regole al file in questione?

Sì è possibile modificare il file .htaccess, prima di farlo è consigliabile eseguire il backup, poiché se dovessero emergere problematiche potreste avere problemi ad accedere al vostro sito, non dimenticatevi quindi il backup preventivo, è fondamentale.

Chi non è esperto deve fare moltissima attenzione ad attuare modifiche ad .htaccess, anche un minimo errore potrà causare problematiche al server e anche al proprio web site. Dopo aver modificato il file è bene controllare che il sito funzioni a dovere.

Una volta modificato, il file .htaccess potrebbe apparire così:

Regole .htaccess wordpress

Effettuare la rigenerazione del file

Per farlo in maniera rapida è possibile eliminare .htaccess attraverso FTP o attraverso il gestore di file del pannello di controllo.

Successivamente ci si deve recare su ‘’permalink’’ e in seguito salvare le notifiche apportate. Così facendo si creerà un nuovo file con le impostazioni di default.

Per cosa può essere utilizzato.htaccess

.htaccess WordPress serve per diversi fini, ad esempio:

  • Bloccare un indirizzo IP

Per bloccare un indirizzo Ip potete compilare ad esempio i seguenti dati:

bloccare un indirizzo Ip

Questo è ovviamente soltanto una simulazione e l’indirizzo Ip è stato messo solo d’esempio.

Nell’immagine seguente viene mostrato lo spazio per effettuare il blocco di un indirizzo Ip o come favorire l’accesso di un altro indirizzo.

favorire l’accesso di un altro indirizzo IP

Aggiungere una password per proteggere il proprio web site come viene mostrato dalla seguente immagine

Aggiungere passwords

Costruire in maniera personalizzata una pagina d’errore, per farlo bisogna compilare i seguenti spazi mostrati nell’immagine sottostante

Costruire in maniera personalizzata una pagina d’errore
  • Reindirizzare l’utenza ad un’altra pagina
  • Attuare la configurazione del caching del browser
  • Impedire l’accesso ad alcuni file per proteggere il sito, soprattutto nel caso di file molto rilevanti
  • Si può attuare la creazione e la impostazione dei redirect necessari
  • Redirect di tutto il sito o solo di una parte
  • Si può prevenire l’hotlinking

Quando si attuerà l’impostazione del file .htaccess per il CMS in questo caso WordPress, si andranno a coinvolgere tutti i file che si trovano collocati nella cartella interessata. Il caricamento del file deve essere fatto nella cartella principale.

Come attuare la configurazione della cache del browser attraverso .htaccess

È possibile attraverso mod_headers e mod_expires.

Tramite mod_expires si impostano le scadenze e si effettua un controllo della cache. Mod_headers ha il compito di effettuare un controllo e una modifica per quanto riguarda le richieste http.

Come effettuare il blocco di alcuni file con .htaccess

Vanno per prima cosa monitorati i permessi CHMOD dei file interessati in 644. Andando ad inerire un codice in .htaccess renderà molto più elevato il livello di sicurezza, se qualcuno con cattive intenzioni cercherà di accedervi gli uscirà la scritta ‘’403 permission denied’’.

Questo codice può essere usato per evitare che venga eseguito l’accesso di un malintenzionato al file .htaccess.

Blocco file

Questo codice evita che si acceda a wp-config.php

Blocco accesso wp-config.php

Questo codice evita che si acceda all’indice delle directory/cartelle

Blocco directory

Come effettuare la creazione di un’area con accesso riservato attraverso .htaccess

Il file in questione permette di fare molte operazioni come già mostrato nell’articolo, tra queste vi è la creazione di uno spazio con accesso riservato. In questo modo solo determinati utenti potranno effettuare l’accesso ad una determinata cartella. Per criptare la password bisogna compilare tali voci presenti nell’immagine sottostante.

creazione di un’area con accesso riservato

Il passaggio può essere effettuato su molti tool presenti in rete che danno tale opportunità come 4webhelp.net

Una volta in possesso della password criptata bisogna incollare il codice effettuando il salvataggio del file che verrà poi nominato .htaccess. Dovrà poi essere inserito nella cartella che deve essere protetta.

A questo punto deve essere costruito un file .htaccess che abbia le istruzioni corrette per poter far partire la protezione.

Per poter fare ciò si deve essere in possesso dell’indirizzo della cartella che deve essere protetta. Bisognerà di conseguenza costruire un file, dentro al codice php ci dovrà essere tutto l’indirizzo della cartella che dovrà essere protetta.

Nell’editor andrà incollato questo codice. Effettuate poi il salvataggio del file con il nome che preferite e utilizzate l’estensione php.

A questo punto effettuate il caricamento del file nel root e andate ad incollare sul browser che siete soliti utilizzare il vostro dominio/ il nome che avete scelto per il file e l’estensione data ovvero php.

Scrivi un commento

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Assistenza per wordpress
Post Popolari:
Carlo Alberto Bello

La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero troverai utili le oltre 200 guide WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Sono disponibile a fornire una prima consulenza SEO GRATUITA, consigliandoti una strategia seo per posizionare il tuo sito WordPress tra i primi su Google.