Come utilizzare gli hashtag: una guida rapida e semplice

Come usare gli Hashtag
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Sai come usare gli hashtag? Che ne dici di come non usare gli hashtag? Continua a leggere per tutte le cose da fare e da non fare prima di iniziare.

Qualunque sia la piattaforma di social media utilizzata dal tuo marchio come parte della sua strategia sui social media , sapere come utilizzare gli hashtag contribuirà ad aumentare la portata e il coinvolgimento dei social media del tuo marchio.

Ma se stai attaccando con i post #ThrowbackThursday su Twitter, non sei sicuro di come altro usare gli hashtag, rimani qui. Il tuo marchio può fare molto di più.

Questo post analizza le basi dell’utilizzo efficace degli hashtag sui social media e perché dovresti usarli.

Imparerai anche:

  • come trovare gli hashtag che funzioneranno meglio per il tuo marchio
  • perché usare solo hashtag popolari non è l’approccio giusto?
  • suggerimenti essenziali per l’utilizzo degli hashtag su ogni piattaforma di social media là fuori

Iniziamo.

Che cos’è un hashtag?

Un hashtag è una parola o una frase preceduta dal simbolo della sterlina. 

Sui social media serve come indicazione (per utenti e algoritmi) che un contenuto è relativo a un argomento specifico o appartiene a una categoria. 

Gli hashtag aiutano a rendere i contenuti rilevabili nelle ricerche sulla piattaforma e, in modo efficace, a raggiungere più persone.

Nozioni di base sugli hashtag

  • Iniziano sempre con # ma non funzioneranno se usi spazi, punteggiatura o simboli.
  • Assicurati che i tuoi account siano pubblici. In caso contrario, il contenuto con hashtag che scrivi non verrà visto da nessun non follower.
  • Non mettere insieme troppe parole. I migliori hashtag tendono ad essere relativamente brevi e facili da ricordare.
  • Usa hashtag pertinenti e specifici. Se è troppo oscuro, sarà difficile da trovare e probabilmente non verrà utilizzato da altri utenti dei social media.
  • Limita il numero di hashtag che usi. Di più non è sempre meglio. Sembra effettivamente spam.

La storia degli hashtag

Il simbolo della sterlina sulla tastiera, chiamato anche ottotorpe, veniva inizialmente utilizzato per contrassegnare i numeri.

Sono stati usati per la prima volta come hashtag nell’estate del 2007 da Chris Messina . È stato allora che lo specialista di web marketing è entrato negli uffici di Twitter con un’idea. A causa della brevità della piattaforma, ha suggerito alla società di iniziare a utilizzare il simbolo della sterlina per raggruppare insieme i Tweet correlati.

Questo è stato il primo utilizzo in assoluto dell’hashtag:

Twitter

Da allora, l’uso degli hashtag, la loro portata e la loro efficacia sono solo cresciuti.

Gli hashtag sono un modo per collegare i contenuti dei social media a un argomento, evento, tema o conversazione specifici. 

Non sono più solo per Twitter. Gli hashtag sono efficaci anche su altre piattaforme di social media. (Trova maggiori dettagli su come utilizzare gli hashtag per ciascuna piattaforma di seguito.)

Perché usare gli hashtag?

Aumenta il coinvolgimento con i tuoi follower

Includere hashtag nei tuoi post significa prendere parte a una conversazione in corso su quella piattaforma di social media. E, soprattutto, rende visibili i tuoi post in quella conversazione.

Ciò può portare a un maggiore coinvolgimento, aumentando il coinvolgimento dei social media del tuo marchio attraverso Mi piace, condivisioni, commenti e nuovi follower.

Costruisci la consapevolezza del marchio con gli hashtag del marchio

La creazione di un hashtag di marca può essere un modo efficace per promuovere la tua attività e stimolare le conversazioni.

Ad esempio, l’hashtag del marchio dei Raptors #WetheNorth si è acceso durante la stagione vincente del team 2019. Ha un appeal universale ed è stato uno degli hashtag più utilizzati dai canadesi nella prima metà del 2019.

Esempio

Un altro esempio è Cheerios e la sua campagna #CheeriosHeartHuntSweepstakes. Questo concorso ha incoraggiato i follower ad acquistare i prodotti Cheerios e ha anche diffuso la conoscenza del marchio pubblicando foto sui social media.

Esempio

Mostra supporto per le questioni sociali

L’utilizzo di un hashtag collegato a un problema al di fuori del tuo marchio è un modo per mobilitarti dietro una causa o un problema importante.

Ad esempio, #EachforEqual e #IWD2020 sono stati utilizzati su piattaforme di social media, incluso LinkedIn, in occasione della Giornata internazionale della donna.

Hasthtag

I marchi possono anche creare un hashtag di marca che mostri anche la sua connessione a un problema sociale.

Ad esempio, la società di telecomunicazioni canadese Bell utilizza l’hashtag di marca #BellLetsTalk per promuovere la consapevolezza della salute mentale.

Esempio

Aggiungi contesto a un post sui social media

Su Twitter non hai molto spazio per scrivere una didascalia. Hai 280 caratteri , per l’esattezza.

Su Instagram, i sottotitoli più lunghi non sono sempre i più efficaci . Lo stesso vale per Facebook, Pinterest, LinkedIn o qualsiasi altra piattaforma, a volte meno è meglio.

L’utilizzo di un hashtag può essere un modo semplice per contestualizzare ciò di cui stai parlando, senza utilizzare caratteri preziosi o scrivere didascalie ripetitive.

Ad esempio, la NASA ha celebrato il 50° anniversario dello sbarco sulla Luna dell’Apollo 11 nel luglio 2019. L’uso dell’hashtag #Apollo50th faceva parte della sua campagna digitale. Nel World Emoji Day, che è anche a luglio, la NASA ha pubblicato uno dei tweet più popolari :

Hashtag nasa

Gli hashtag contestualizzano questo Tweet creativo, chiarendo che la NASA sta celebrando sia l’anniversario che prendendo parte alla conversazione del World Emoji Day.

Aiuta il tuo pubblico di destinazione a trovarti

Su Linkedin e Instagram, gli utenti possono seguire gli hashtag così come gli altri utenti. L’utilizzo di alcuni hashtag popolari può essere un altro modo per aiutare i nuovi utenti a trovare il tuo marchio.

Ad esempio, se usi #travel sui tuoi post su Instagram, qualcuno che segue quell’hashtag vedrà il tuo post recente nel proprio feed. Potresti guadagnare nuovi follower in questo modo.

Travel

Divulgare le partnership sponsorizzate

Questa sezione è per influencer e brand che lavorano con influencer.

Quando lavorano con i marchi, gli influencer devono far sapere al loro pubblico che un contenuto è sponsorizzato. È la legge: la FTC (Federal Trade Commissions) ha pubblicato linee guida dettagliate sulla divulgazione della pubblicità per gli influencer online nel 2019. Il mancato rispetto può comportare multe elevate sia per l’influencer che per il marchio.

Quindi, influencer: aggiungi sempre hashtag che indichino chiaramente una sponsorizzazione ai post brandizzati.

Marchi: assicurati di cercare tali hashtag durante la revisione e l’accettazione del contenuto dell’influencer.

Gli hashtag più popolari del 2021

Gli hashtag più popolari là fuori non sono necessariamente i migliori hashtag.

Ad esempio, l’hashtag #followme ha più di 575 milioni di post su Instagram. Gli hashtag che sollecitano i Mi piace non coinvolgono i tuoi follower e non aggiungono alcun significato al tuo post sui social media.

Sembrano anche davvero spam. E tu non lo vuoi.

Ma non ignorare nemmeno gli hashtag popolari. Ad esempio, #throwbackthursday o #flashbackfriday o altri hashtag quotidiani possono essere modi divertenti per il tuo marchio di partecipare a una più ampia conversazione sui social media.

A partire da giugno 2021, alcuni degli hashtag di Instagram più popolari di tutti i tempi includono:

  1. #amore (2.1B post)
  2. #instagood (1.3 miliardi di post)
  3. #moda (972M post)
  4. #photooftheday (931 milioni di post)
  5. #fotografia (769M post)
  6. #bello (749M post)
  7. #instagram (691 milioni di post)
  8. #picoftheday (655M post)
  9. #natura (639 milioni di post)
  10. #felice (639 milioni di post)

Ovviamente, gli hashtag popolari differiscono a seconda della piattaforma di social media che stai utilizzando. Su LinkedIn, gli hashtag popolari includono #leadership e #produttività.

Sebbene ci siano milioni, persino miliardi, di post che utilizzano hashtag popolari, sono relativamente universali. Non sono specifici per un settore o un tema. E non dire molto sul tuo marchio.

Quindi, prova a identificare gli hashtag di nicchia che sono rilevanti per il tuo marchio e ciò che rappresenti.

6 modi per trovare i migliori hashtag

Per trovare hashtag specifici per il tuo marchio, il tuo settore e il tuo pubblico, dovrai fare una piccola ricerca.

1. Monitorare gli influencer e i concorrenti dei social media

Inizia facendo un’analisi competitiva sui social media. Raccogli informazioni sui tuoi concorrenti e su eventuali influencer rilevanti all’interno della nicchia del tuo marchio.

Prendi nota degli hashtag che usano più spesso e di quanti hashtag usano in ciascuno dei loro post. Questo ti aiuterà a capire come i tuoi concorrenti interagiscono con il tuo pubblico di destinazione condiviso e quali parole chiave tendono a usare.

2. Usa Hashtagify.me

Hashtagify.me ti aiuta a trovare i migliori hashtag di Twitter o hashtag di Instagram per il tuo marchio.

Con questo strumento, puoi cercare qualsiasi hashtag e vedere quanto è popolare. Ad esempio, se cerchi la popolarità di #springtime, otterrai risultati che mostrano la popolarità complessiva di questo hashtag, la sua popolarità recente e le tendenze per il mese e la settimana.

trovare i migliori hashtag

Puoi anche digitare la didascalia di Twitter o Instagram. Quindi, ti fornirà suggerimenti sugli hashtag.

3. Scopri quali hashtag sono di tendenza

RiteTag ti consente di digitare la didascalia dei social media nella barra di testo e caricare la foto che abbinerai alla didascalia.

RiteTag genera suggerimenti di hashtag di tendenza in base ai tuoi contenuti. Vedrai i migliori hashtag per far vedere il tuo post immediatamente, così come gli hashtag per far vedere il tuo post nel tempo. Fai clic su “Ottieni report” per un’analisi dettagliata degli hashtag visualizzati.

suggerimenti di hashtag

4. Trova hashtag correlati

Se hai già una buona conoscenza di quali hashtag funzionano bene per il tuo marchio, considera l’utilizzo di hashtag correlati. Questi potrebbero essere un po’ più specifici degli hashtag popolari che stai già utilizzando, il che potrebbe aiutarti a connetterti con un pubblico più mirato.

Su Instagram, gli hashtag correlati vengono visualizzati appena sopra le schede “In alto” e “Recenti” nella sezione Esplora di Instagram.

hashtag correlati

Su LinkedIn, puoi trovare più consigli sugli hashtag dopo aver fatto clic su un hashtag. Scegli i pulsanti “Scopri più hashtag” dopo aver fatto clic sui puntini di sospensione.

LinkedIn

5. Analizza quali hashtag hanno avuto successo nei post precedenti

Tieni traccia di quali hashtag hai utilizzato nei post precedenti. Analizza quali post sono stati più popolari, quindi verifica se c’è una tendenza con gli hashtag che hai utilizzato.

Se noti che alcuni dei tuoi post più popolari contengono sempre alcuni degli stessi hashtag, assicurati di includerli anche nei tuoi post futuri.

Come usare gli hashtag su ogni rete

Qui trovi suggerimenti semplici e di facile lettura per l’utilizzo degli hashtag su diverse piattaforme di social media.

Come usare gli hashtag di Twitter

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

1-2

Dove troverai gli hashtag su Twitter:

Puoi utilizzare gli hashtag ovunque nei tuoi Tweet . Usali all’inizio per dare enfasi, alla fine per il contesto o nel mezzo del tuo post per evidenziare una parola chiave.

Gli hashtag possono anche essere aggiunti in un commento quando ritwitti, nelle risposte e nella tua biografia su Twitter.

Puoi anche:

  • Digita una parola chiave con hashtag nella barra di ricerca di Twitter per trovare contenuti con hashtag.
  • Visualizza gli hashtag di tendenza negli argomenti di tendenza di Twitter .

Un paio di suggerimenti essenziali per gli hashtag da tenere a mente:

  • Tecnicamente, puoi utilizzare tutti gli hashtag che desideri in un Tweet, entro il limite di 280 caratteri. Ma Twitter consiglia di utilizzarne non più di due .
  • Se stai creando un nuovo hashtag, fai prima delle ricerche. Assicurati che non sia già in uso.

Come usare gli hashtag di Facebook

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

1-2

Dove troverai gli hashtag su Facebook:

Gli hashtag possono essere inclusi in qualsiasi parte del tuo post Facebook scritto o nei commenti.

Gli hashtag sono utili anche per raggruppare i contenuti nei gruppi Facebook privati ​​per tema o argomento. Questo è importante da tenere a mente per i brand, considerando che Facebook sta vedendo i suoi utenti passare a canali privati .

Puoi anche:

  • Cerca un hashtag utilizzando la barra di ricerca di Facebook.
  • Fai clic su un hashtag per visualizzare un feed di post di Facebook utilizzando lo stesso hashtag.
  • Cerca gli hashtag utilizzati nei gruppi Facebook privati ​​utilizzando la barra “cerca in questo gruppo” nel menu del gruppo.

Un paio di consigli essenziali per gli hashtag:

  • Poiché così tanti profili di utenti sono privati ​​su Facebook, ricorda che è più difficile per i marchi tenere traccia di come gli utenti interagiscono con i tuoi hashtag.
  • Monitora gli hashtag del tuo marchio e scopri quali profili pubblici partecipano alla conversazione utilizzando l’URL facebook.com/hashtag/_____ . Includi la parola chiave che vuoi cercare alla fine.

Come usare gli hashtag di Instagram

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

5-10

Dove troverai gli hashtag su Instagram:

Includi gli hashtag dopo aver scritto una fantastica didascalia su Instagram . Puoi anche includere hashtag nella sezione dei commenti quando interagisci con i tuoi follower.

E puoi includere fino a 10 hashtag nelle tue storie di Instagram. (Tuttavia, le storie di Instagram non sono più presenti nelle pagine degli hashtag o mostrate agli utenti che seguono un tag. Ciò significa che gli hashtag non ti aiuteranno necessariamente a mostrare le tue storie a un nuovo pubblico, ma puoi comunque usarli per aggiungere contesto al tuo contenuto.)

È anche possibile includere hashtag nella biografia del profilo Instagram del tuo brand.

Puoi anche:

  • Cerca gli hashtag nella scheda Tag della sezione Esplora di Instagram.
  • Segui gli hashtag. Ciò significa che i contenuti di qualsiasi creator verranno visualizzati nel tuo feed, purché includano l’hashtag che stai seguendo.

Un paio di consigli essenziali per gli hashtag:

  • Considera di pubblicare i tuoi hashtag come primo commento del post in modo che i follower possano concentrarsi sulla fantastica didascalia che hai scritto.
  • Con un account Instagram Business, puoi accedere a Instagram Insights . Quindi puoi vedere quante impressioni il tuo profilo ha ricevuto dagli hashtag.
  • Evita di aggiungere hashtag nel mezzo delle didascalie o dei commenti, poiché possono potenzialmente rendere i tuoi contenuti meno comprensibili e accessibili alle persone che utilizzano lettori di sintesi vocale. Raggruppare gli hashtag alla fine della didascalia (o in un commento) è la scommessa più sicura.

Come usare gli hashtag di YouTube

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

2-3

Dove troverai gli hashtag su YouTube:

Aggiungi alcuni hashtag nel titolo del video YouTube del tuo brand o nella descrizione del video.

Fai clic sull’hashtag del collegamento ipertestuale per visualizzare un feed con altri video che utilizzano lo stesso hashtag.

Ricorda: non utilizzare più di 15 hashtag. YouTube ignorerà tutti gli hashtag e forse segnalerà anche i tuoi contenuti a causa del tuo comportamento di spam.

Gli hashtag di YouTube non sono l’unico modo per aiutare gli utenti a trovare i tuoi video. Abbiamo 12 tattiche che aiuteranno i video del tuo brand a ottenere visualizzazioni .

Un paio di consigli essenziali per gli hashtag:

  • Gli hashtag sono collegati a collegamenti ipertestuali nei titoli e nelle descrizioni, quindi i follower possono trovare altri contenuti con gli stessi hashtag facendo clic su uno dei due.
  • Se non includi hashtag nel titolo, i primi tre hashtag nella descrizione verranno visualizzati sopra il titolo del tuo video.

Come usare gli hashtag di LinkedIn?

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

1-2

Dove troverai gli hashtag su LinkedIn:

Incorpora hashtag ovunque nei tuoi post di LinkedIn .

Puoi anche:

  • Cerca gli hashtag utilizzando la barra di ricerca della piattaforma.
  • Gli hashtag di tendenza di LinkedIn verranno visualizzati nella sezione “notizie e visualizzazioni” della home page.
  • Ricevi suggerimenti di hashtag da LinkedIn mentre scrivi un aggiornamento.

Un paio di consigli essenziali per gli hashtag:

  • LinkedIn è una piattaforma professionale. Mantieni anche l’uso degli hashtag professionale.
  • Segui gli hashtag su LinkedIn per vedere i post recenti che incorporano quell’hashtag.

Come usare gli hashtag di Pinterest

Numero ottimale di hashtag da utilizzare:

2-5

Dove troverai gli hashtag su Pinterest:

Quando utilizzi Pinterest per le aziende , includi gli hashtag Pinterest quando scrivi una descrizione Pin o in una descrizione scritta quando Repinning.

Pinterest offre anche suggerimenti di hashtag (solo nella versione mobile) durante la creazione di un nuovo Pin.

Un paio di consigli essenziali per gli hashtag:

  • Pensa a Pinterest come a un motore di ricerca. Usa hashtag che siano ricercabili, specifici e che contengano parole chiave pertinenti.
  • Non utilizzare più di 20 hashtag nella descrizione di un Pin.

Se non lo sei già, è ora di iniziare a utilizzare gli hashtag nei tuoi post sui social media. Anche se hanno guadagnato popolarità per la prima volta nel 2007, sono ancora più utili oggi per il tuo marchio!

Scrivi un commento

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Assistenza per wordpress
Assistenza WordPress attiva H24
Consulenza seo
Prima consulenza SEO gratuita
Post Popolari:
Cosa è una parola chiave
Seo
Cosa è una parola chiave

In generale, le parole chiave vengono utilizzate per descrivere il contenuto di un’opera d’arte o di un documento in diverse aree come arte e cultura, media o industria.

Leggi tutto »
URL cosa sono
Dominio e hosting
URL cosa sono?

Un URL (Uniform Resource Locator) è un indirizzo impostato per individuare una risorsa univoca su Internet, come un file o un’app.

Leggi tutto »
Struttura del sito web
Seo
Struttura del sito web

La struttura del sito Web, denominata anche architettura del sito, si riferisce a come le pagine di un sito e il suo contenuto sono strutturati in relazione ad altri contenuti nella pagina e tra le pagine.

Leggi tutto »
Usabilità del sito web
Seo
Usabilità del sito web

Il termine usabilità descrive quanto sia facile utilizzare in pratica un sito web. Criteri come la chiarezza del design, la facilità d’uso e l’accessibilità svolgono un ruolo importante a tal fine.

Leggi tutto »
Cosa sono i plugin
Plugin e Temi
Cosa sono i plugin?

Un plug-in è un componente aggiuntivo del software che aggiunge funzionalità specifiche a un browser Web, CMS o altri programmi. 

Leggi tutto »
Snippet in primo piano su Google
Seo
Snippet in primo piano su Google

Gli snippet in primo piano sono risultati di ricerca visualizzati sopra i risultati organici di Google e sotto gli annunci a pagamento, uno spot denominato “posizione zero”.

Leggi tutto »
Carlo Alberto Bello

Sono Carlo Alberto Bello, consulente SEO italiano con sede a Lecce dal 2012. Aiuto aziende e professionisti a promuovere i loro prodotti e servizi su Google, Bing e altri motori di ricerca. Ho un'esperienza rilevante nella consulenza seo e Link Building.