Quanto si guadagna con Google Adsense?

Quanto si guadagna con Google Adsense
Condividi il post
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Tabella dei Contenuti

Stabilire quali possano essere i guadagni con Google Adsense non è una cosa facile, ma soprattutto, prima di addentrarsi in questo mondo bisogna fare alcune premesse.

Se state cercando questo genere di informazioni, significa infatti che avete intenzione di guadagnare attraverso il vostro sito internet, sfruttando i mezzi che Google mette a disposizione.

Tuttavia, bisogna conoscere bene il funzionamento di questo strumento, e non fare affidamento solo su di lui.

Confermiamo infatti che Google Adsense è un ottimo strumento per generare entrate, ma non è sufficiente e necessita comunque della supervisione di esperti per poter funzionare al meglio.

Vediamo quindi come ottenere guadagni con Google Adsense e come utilizzarlo nel migliore dei modi.

Cos’è Google Adsense e come funziona

Prima di ricercare guadagni con Google Adsense è importante capire cosa sia in realtà, e la sua definizione generale alla fine è molto semplice.

Si tratta infatti di uno strumento attraverso il quale monetizzare il vostro sito internet, ricevendo entrate di denaro in cambio della possibilità di mettere banner pubblicitari accanto ai vostri contenuti: se quei banner verranno cliccati dai vostri utenti, voi riceverete un piccolo compenso.

Lo stesso Google lo definisce “un modo semplice e gratuito per guadagnare mostrando annunci accanto ai contenuti online”.

In poche parole, i vostri guadagni con Google Adsense saranno possibili grazie alle aziende che pagano per poter avere banner pubblicitari sulle pagine.

Google non farà altro che smistarle in base agli interessi degli utenti e alle pagine simili, in modo che la possibilità di ottenere click sia massimizzata, e quindi sul vostro sito arriveranno per la maggior parte banner pubblicitari inerenti a quello che trattate.

Gli inserzionisti stessi creeranno e pagheranno il banner che poi arriverà sul vostro sito, e quando un utente cliccherà su quella pubblicità, parte del guadagno andrà nelle vostre tasche.

Per poter accedere ai guadagni di Google Adsense in realtà non dovrete fare altro che registrarvi, in maniera totalmente gratuita e senza alcun obbligo.

L’unico requisito è possedere un account Google, ed entro 48 ore dall’iscrizione vi arriverà la conferma dell’accettazione della proposta di affiliazione.

Una volta entrati in questo magico mondo, potrete finalmente iniziare a lavorare con Google Adsense.

Banner e Publisher

Prima di andare a scoprire effettivamente i guadagni di Google Adsense, vediamo come si muovono i publisher e quali sono le varie tipologie di banner a loro disposizione, che voi vedrete poi proiettate sul vostro sito.

I publisher sono appunto coloro che pubblicano le pubblicità di Google, ovvero gli affiliati che poi andranno a guadagnare con i famosi banner.

Le pubblicità verranno smistate a seconda delle varie aree di interesse e quando qualcuno cliccherà su quel banner parte del guadagno andrà al sito ospite.

I publisher hanno comunque un certo potere nel gestire le proprie pubblicità, in modo da poter avere comunque sempre il pieno controllo del proprio spazio.

Per questo motivo loro possono, ad esempio, scegliere in quali spazi pubblicare il proprio banner. Ovviamente il costo dell’inserzione sarà diverso a seconda del sito, dell’argomento e del traffico da questo generato.

Possono inoltre controllare quali categorie sono consentite e soprattutto quali annunci, avendo poi la facoltà di bloccare le inserzioni indesiderate.

Infine, per quanto riguarda gli annunci di testo, si ha comunque la possibilità di modificarli per integrarli meglio all’interno dello stile del sito.

Questo perché esistono diverse tipologie di banner e sta al publisher gestirli al meglio.

Oltre ai banner testuali ci si può trovare di fronte ad annunci display, rich media e reattivi, ma anche a link o a contenuti con corrispondenza.

Insomma, le possibilità sono tante per incrementare i guadagni con Google Adsense, bisogna solo sapere come utilizzarli al meglio.

Ma quanto guadagni con Google Adsense effettivamente?

La verità è che stabilire a priori i possibili guadagni con Google Adsense è pressocché impossibile, poiché esistono molte varianti da tenere in considerazione.

Il guadagno principale è dato dal cosiddetto Costo Per Click, ovvero l’ammontare di denaro che riesci a guadagnare con un singolo click su un singolo banner.

Il problema è che questo valore varia innanzitutto dalla nicchia di riferimento: se si hanno banner con argomentazioni più selettive, come ad esempio la medicina, si potrà guadagnare di più rispetto ad un banner comune, che può essere quello di musica.

Quindi due siti che hanno click identici guadagneranno cifre assolutamente differenti.

In media, i guadagni Google Adsense possono avere un valore che parte da 1 centesimo a click, fino ad arrivare ad un euro, e solo in pochissimi casi si riesce ad arrivare oltre, ma sono delle situazioni molto particolari.

Per capire quanto effettivamente potete ricavare con questi banner è comunque necessario monitorare il sito e i click per almeno qualche mese, e fare una media con i dati ricavati.

Il resto dipenderà dal vostro traffico e dai click ottenuti.

Ovviamente ci sono alcuni stratagemmi con cui spingere i clienti a cliccare più facilmente, spesso dovuti al posizionamento strategico dei banner, ma in questo caso il modo migliore è provare per vedere come reagisce meglio il vostro pubblico.

Nel complesso, i guadagni con Google Adsense non saranno mai stabili, avranno sempre oscillazioni dovute al vostro traffico, al valore dato alla vostra nicchia e a tanti altri fattori.

Per questo motivo è sempre sconsigliato affidarsi solo a questo strumento per monetizzare.

Conclusioni

Ottenere guadagni con Google Adsense, come avete visto non è molto semplice, ma con un buono studio della materia si possono ottenere ottimi risultati.

Google paga i publisher a seconda dei click e delle visualizzazioni sui banner, mentre coloro che comprano, lo fanno per mezzo di un’asta, quindi le entrate non potranno mai avere un valore fisso.

Nonostante questo, se unito ad altre forme di monetizzazione, Google Adsense è in grado di portare il vostro sito ad un nuovo livello di guadagno, ma starà a voi concludere un lavoro finalizzato non solo all’aumento di traffico, ma anche alla massimizzazione dei click sui banner della pagina.

Un lavoro complesso, ma che saprà sicuramente ricompensare gli sforzi compiuti.

Scrivi un commento

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti e impara dai migliori