Cos’è la SEO tecnica?

Seo tecnica
Condividi il post
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Tabella dei Contenuti

La SEO tecnica si riferisce alle ottimizzazioni del sito Web e del server che aiutano gli spider dei motori di ricerca a eseguire la scansione e indicizzare il tuo sito in modo più efficace (per migliorare il posizionamento organico).

Checklist SEO tecnica

I motori di ricerca danno un trattamento preferenziale nei risultati di ricerca ai siti web che mostrano determinate caratteristiche tecniche – ad esempio una connessione sicura, un design reattivo o un tempo di caricamento veloce – e la SEO tecnica è il lavoro che devi fare per assicurarti che il tuo sito web lo faccia.

Di seguito troverai un elenco di controllo dei passaggi importanti che puoi eseguire per assicurarti che il tuo SEO tecnico sia all’altezza. Seguendo queste linee guida, puoi contribuire a garantire che la sicurezza e la struttura del tuo sito soddisfino le aspettative degli algoritmi dei motori di ricerca e che siano ricompensati di conseguenza nei risultati di ricerca.

1. Usa SSL.

Secure Sockets Layer – SSL – è una tecnologia di sicurezza che crea un collegamento crittografato tra un server web e un browser. È possibile individuare un sito che utilizza SSL abbastanza facilmente: l’URL del sito Web inizia con “https: //” anziché “http: //”.

Nel 2014 Google ha annunciato di voler vedere “HTTPS ovunque” e che ai siti Web HTTPS protetti sarebbe stata data la preferenza rispetto a quelli non protetti nei risultati di ricerca. =

Quindi ha senso, ove possibile, assicurarsi che il tuo sito sia sicuro: questo può essere fatto installando un certificato SSL sul tuo sito web , sebbene la maggior parte dei principali costruttori di siti web ora includa SSL per impostazione predefinita.

2. Assicurati che il tuo sito sia ottimizzato per i dispositivi mobili.

Il design di un sito web “reattivo” si adatta automaticamente in modo che possa essere navigato e letto facilmente su qualsiasi dispositivo.

Google è chiaro sul fatto che avere un sito reattivo è considerato un segnale di ranking molto significativo dai suoi algoritmi . Inoltre, con l’introduzione dell’approccio “mobile first” di Google all’indicizzazione dei contenuti , un sito web reattivo è ora più importante che mai.

Quindi ha senso garantire che il tuo sito web sia completamente reattivo e venga visualizzato nel miglior formato possibile per gli utenti di dispositivi mobili, tablet o desktop.

Richiedi una consulenza SEO da un nostro esperto oggi stesso!

3. Velocizza il tuo sito.

I motori di ricerca preferiscono i siti che si caricano rapidamente: la velocità della pagina è considerata un importante segnale di posizionamento.

Esistono diversi modi per velocizzare il tuo sito:

Usa l’  hosting veloce .

Utilizza un provider DNS (“sistema di nomi di dominio”) veloce

Riduci al minimo le “richieste HTTP”: mantieni al minimo l’utilizzo di script e plug-in

Usa un foglio di stile CSS (il codice che viene utilizzato per indicare al browser di un sito web come visualizzare il tuo sito web) invece di più fogli di stile CSS o CSS in linea

Assicurati che i tuoi file immagine siano il più piccoli possibile (senza essere troppo pixelati)

Comprimi le tue pagine web (questo può essere fatto usando uno strumento chiamato GZIP )

Minimizza il codice del tuo sito: elimina eventuali spazi, interruzioni di riga o rientri non necessari nel tuo HTML, CSS e Javascript (consulta la pagina Minify Resources di Google per assistenza).

4. Risolvi i problemi relativi ai contenuti duplicati.

I contenuti duplicati possono creare confusione per gli utenti (e in effetti gli algoritmi dei motori di ricerca); può anche essere utilizzato per provare a manipolare le classifiche di ricerca o ottenere più traffico.

Di conseguenza, i motori di ricerca non ne sono entusiasti e Google e Bing consigliano ai webmaster di risolvere eventuali problemi di contenuti duplicati che trovano.

Puoi risolvere i problemi relativi ai contenuti duplicati:

Impedire al tuo CMS di pubblicare più versioni di una pagina o di un post (ad esempio, disabilitando gli ID di sessione dove non sono vitali per la funzionalità del tuo sito web ed eliminando le versioni stampabili dei tuoi contenuti).

Utilizzo dell’elemento link canonico per far sapere ai motori di ricerca dove risiede la versione “principale” dei tuoi contenuti.

5. Creare una mappa del sito XML.

Una sitemap XML è un file che aiuta i motori di ricerca a comprendere il tuo sito web mentre lo scansionano: puoi pensare che sia come una sorta di “roadmap di ricerca”, che dice ai motori di ricerca esattamente dove si trova ogni pagina.

Contiene anche informazioni utili su ogni pagina del tuo sito, inclusi quando una pagina è stata modificata l’ultima volta; quale priorità ha sul tuo sito; la frequenza con cui viene aggiornato.

In BigCommerce, il tuo sito XML viene creato automaticamente; se stai utilizzando un’altra piattaforma potresti dover utilizzare un generatore di mappe del sito per crearne una.

6. Valuta la possibilità di abilitare AMP.

AMP è un progetto sostenuto da Google che mira ad accelerare la consegna di contenuti su dispositivi mobili attraverso l’utilizzo di un codice speciale noto come AMP HTML.

Le versioni AMP delle tue pagine web vengono caricate molto rapidamente sui dispositivi mobili. Lo fanno rimuovendo il contenuto e il codice fino all’osso, lasciando intatti testo, immagini e video ma disabilitando script, commenti e moduli.

Poiché si caricano così velocemente, le versioni AMP delle pagine hanno molte più probabilità di essere lette e condivise dai tuoi utenti, aumentando il tempo di permanenza e il numero di backlink che puntano ai tuoi contenuti: tutte cose buone da un punto di vista SEO. Inoltre, Google a volte evidenzia le pagine AMP in caroselli prominenti nei risultati di ricerca, offrendoti un importante aumento di ricerca.

7. Aggiungi markup dei dati strutturati al tuo sito web.

Il markup dei dati strutturati è un codice che aggiungi al tuo sito web per aiutare i motori di ricerca a comprenderne meglio il contenuto. Questi dati possono aiutare i motori di ricerca a indicizzare il tuo sito in modo più efficace e fornire risultati più pertinenti.

Dati strutturati

Inoltre, i dati strutturati migliorano i risultati di ricerca tramite l’aggiunta di “rich snippet“: ad esempio, puoi utilizzare i dati strutturati per aggiungere valutazioni a stelle alle recensioni; prezzi ai prodotti; o informazioni sul revisore (esempio sotto).

Poiché sono visivamente più accattivanti ed evidenziano immediatamente informazioni utili per gli utenti, questi risultati ottimizzati possono migliorare la percentuale di clic (CTR) e generare traffico aggiuntivo sul tuo sito. Poiché i siti con risultati che presentano CTR più elevati sono generalmente considerati come soggetti a trattamento preferenziale nei motori di ricerca, vale la pena fare lo sforzo per aggiungere dati strutturati al tuo sito.

8. Registra il tuo sito con Google Search Console e Bing Webmaster Tools.

Google Search Console e Bing Webmaster Tools sono strumenti gratuiti rispettivamente di Google e Microsoft che ti consentono di inviare il tuo sito web ai loro motori di ricerca per l’indicizzazione.

Quando sei pronto per avviare il tuo sito web, dovresti inviare la sua mappa del sito XML (vedi sopra) sia a Google Search Console che a Strumenti per i Webmaster in modo che possano eseguire la scansione del tuo nuovo sito e iniziare a visualizzare i risultati da esso nei risultati di ricerca.

Questi servizi ti consentono anche di tenere d’occhio le prestazioni generali del tuo sito da un potenziale motore di ricerca – altre cose che puoi fare con gli strumenti includono: testare l’usabilità mobile del tuo sito accesso all’analisi della ricerca visualizzazione di backlink al tuo sito rinnegare i link di spam e molto altro ancora.

Leggi anche l’articolo che spiega “Cos’è La Ricerca Semantica” ottimo per approfondire l’argomento seo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro da esplorare
Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti e impara dai migliori