Come posizionare il tuo sito web nella Ricerca Google?

Posizionare il sito web in Google
Condividi il post
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Tabella dei Contenuti

Cos’è la SEO, noto anche come ottimizzazione per i motori di ricerca?
È un processo di ottimizzazione per il tuo sito web. Attraverso la SEO , migliorerai il posizionamento del tuo sito nei motori di ricerca e migliorerai la UX (user experience) del visitatore. Per questo motivo, i siti con ottimizzazione per i motori di ricerca prendono una percentuale più alta dei primi siti nell’indice del ranking di ricerca. Scopri come posizionare il tuo sito web su Google con gli esperti di marketing e SEO di MISTERSITO.

Come posizionare il tuo sito web in Google ?, cosa dovremmo fare per migliorare il posizionamento sul web?

La base di una classificazione efficace in Google è in 2 elementi chiave di base:

1 Ottimizzazione SEO on-page
2 Ottimizzazione SEO off-page

Sebbene siano vecchi concetti nel mondo SEO, ci sono molte volte in cui questi due elementi non vengono implementati correttamente. Come posizionare il tuo sito web all’interno di Google? Continua a leggere per saperne di più.

In questo blog, ti presenteremo i 10 migliori fattori SEO strategici a cui prestare attenzione quando ottimizzi internamente il tuo sito web. Come posizionare il tuo sito web su Google? Se questi 10 fattori vengono eseguiti correttamente, Google premierà senza dubbio il tuo sito. Non sono ordinati, ma sono tutti necessari per eseguire un’ottimizzazione efficace ed efficiente del tuo sito web.

Come posizionare il tuo sito web su Google? Cominciamo con l’introduzione dei 10 migliori fattori SEO strategici da considerare

1. Esperienza utente (UX)

Attualmente, è il fattore più importante di cui Google tiene conto quando decide dove posizionare un sito web nelle SERP (pagina dei risultati del motore di ricerca).

L’ esperienza utente è un compendio di strategie di web design per persuadere l’utente a rimanere sul sito. Successivamente, l’obiettivo è mantenerli sul sito il più a lungo possibile e farli interagire con il sito.

In che modo Google valuta la qualità dell’esperienza utente?

Google utilizza una metrica nota come clic CTR (percentuale di clic) per misurare l’esperienza dell’utente prima del nostro sito. Il CTR o percentuale di clic è il numero di clic che un collegamento al nostro sito Web riceve nella SERP ogni 100 volte che questo collegamento viene visualizzato.

Come posizionare il tuo sito web su Google? Quando il CTR è alto, ciò indica a Google che il nostro sito web è importante per gli utenti e, quindi, apporta un valore più rilevante ai loro utenti. Questo darà a Google un incentivo a migliorare il nostro posizionamento sul web .

È importante, senza dubbio, considerare il design di un sito web. Un’azienda o un designer non può ignorare i diversi dispositivi attuali. Non puoi progettare il tuo sito esclusivamente per un computer di casa. L’accessibilità da un dispositivo mobile migliorerà notevolmente l’esperienza dell’utente.

Pertanto, un web design adattato agli attuali dispositivi elettronici, come tablet o smartphone, fornirà una migliore visualizzazione del tuo sito web. Gli utenti avranno a disposizione molte opzioni diverse per navigare nel tuo sito web.

Un altro elemento chiave della UX è la velocità di caricamento. Immagina un sito visibilmente attraente che attiri i visitatori e che si carichi molto rapidamente. Puoi convertire quei visitatori in potenziali clienti.

Come posizionare il tuo sito web nella Ricerca Google? Quali fattori devi considerare quando si migliora l’UX?

La struttura del sito, la creazione di un’esperienza che persuade i visitatori a navigare nel sito e ad interagire così come la qualità dei contenuti sono fattori molto importanti che si traducono in un’esperienza piacevole per l’utente.

Tutti i fattori precedenti e molti altri sono molto importanti, ecco perché devi avere un sito Web pertinente e utile per il tuo pubblico . Nella struttura del sito troveremo fattori come velocità di caricamento, design reattivo, colori e visualizzazione web.

2. Contenuto di qualità

Come posizionare il tuo sito web su Google? Uno dei punti più importanti è l’esperienza dell’utente e questo per raggiungere una buona posizione nei motori di ricerca. La pubblicazione e l’aggiornamento di contenuti di qualità originale utili all’utente è un fattore determinante per la posizione del tuo sito nelle SERP.

Devi scrivere all’utente. Scrivi una buona quantità di testo e dai il valore rivolto agli utenti, catturando la loro attenzione. Dovrebbero essere la tua priorità.

Il contenuto di qualità è ben scritto “scrittura testi SEO per siti web e blog“, pertinente, utile e deve guidare i visitatori attraverso il sito. Ogni parte o paragrafo deve portare l’utente a quello successivo. Continui così fino a quando il visitatore non ha letto tutto il nostro Web e quindi il desiderio degli utenti di agire cresce.

Quindi, non fare le cose alla leggera. Come posizionare il tuo sito web su Google? Ottieni la migliore qualità dei contenuti che puoi offrire ai tuoi visitatori. Perché? Più a lungo rimangono sul tuo sito web e interagiscono con esso, il tasso di rimbalzo diminuirà aumentando e migliorando il nostro CTR. Più a lungo un utente rimane sul tuo sito web e interagisce con esso, meglio è per Google.

Come si otterrà il posizionamento?

SEO e posizionamento saranno ottenuti dal web crawler di Google . Google dedurrà lo scopo del tuo Web e fornirà molte informazioni importanti e di qualità ai suoi utenti.

Ciò significa che, se il tuo sito web cerca di vendere uniformi, aggiungi molti contenuti sull’argomento al tuo sito web. Parla del tipo di tessuto (ce ne sono molti tipi, dovresti menzionarli tutti o quasi con una spiegazione), taglie delle divise, colori, bottoni. Questo fa parte della pertinenza che Google attualmente attribuisce al tuo sito. È tutto grazie alla sua nuova modifica RankBrain, che utilizza contenuti semantici e sinonimi.

Non dimenticare un vecchio suggerimento, “aggiungi la parola chiave nel contenuto senza esagerare”; Google dovrebbe vedere la parola chiave con cui il tuo sito si relaziona in modo molto naturale. Fai attenzione, non utilizzare la parola chiave troppe volte ed evita di degradare la densità del tuo sito.

Ricorda che la densità delle parole chiave varia, ma dall’1% al 2% è la migliore.

3. Tag del titolo H

Finora, questo articolo ha parlato di come mantenere l’attenzione dell’utente sul tuo sito web e affascinarlo con contenuti di qualità. Bene, un altro fattore molto importante, la chiave del tuo successo SEO, sono i titoli del tuo sito web. La creazione di titoli unici e descrizioni pertinenti sono punti di partenza per il successo nella SEO.

Come posizionare il tuo sito web su Google? Cerca di iniziare i titoli sempre con domande che fanno riflettere il lettore e desidera continuare a leggere. Mantenere l’architettura H1, H2 e includere le nostre parole chiave in questi titoli dà molto valore ai tuoi contenuti.

Se aggiungi descrizioni alle frasi o ai concetti che ampliano le informazioni, prova a rispondere alle tue domande nel modo più chiaro possibile.

4. Come posizionare il tuo sito web in Ricerca Google ?, Stile di testo

Bene, questo è più strettamente correlato direttamente all’uso delle parole chiave e alla cosiddetta “densità di parole chiave”

Perché? Bene, perché più testo hai, più dovresti stare attento. Dovresti sempre aggiungere le parole chiave per le quali stai cercando di posizionarti su Google. In un intervallo preferito compreso tra l’1% e il 3% del testo dovrebbero essere le tastiere. Se le parole chiave sono dall’inizio del testo, avranno più rilevanza.

5. Titolo dell’obiettivo / Descrizione dell’obiettivo

Questo è davvero quello che io chiamo una “pubblicità organica”. È diverso dagli annunci di Google Adwords perché il titolo e la descrizione del tuo sito web fanno parte degli “annunci che Google non paga”. Questi saranno visualizzati nei risultati di ricerca. Sono la prima interazione tra il tuo sito e il cliente, sempre in relazione alla User Experience (UX).

Come posizionare il tuo sito web su Google? È molto utile usare “Scopri, conosci, come o usa i numeri: 10 suggerimenti, 3 punti, 8 fattori, 9 cose, ecc.” Ricorda sempre di rispondere alle domande che gli utenti cercano nei titoli e nelle meta descrizioni. Attraverso questo metodo, aumenterai il CTR del tuo sito web e, migliorerai il numero di clic che il tuo sito web riceve sui risultati.

La prima interazione tra il clic sul tuo sito web e l’inserimento o l’oblio e la ricerca di un altro sito. Dovresti dedicare un po ‘di tempo alla creazione di titoli e meta descrizioni che rispettino l’obiettivo del tuo Web, siano rilevanti per gli utenti nelle SERP e per Google.

6. Mappa dei collegamenti

Collegare internamente le pagine del nostro sito in modo ordinato e chiaro facilita il lavoro dei motori di ricerca.

La cosa conveniente è che ciascuno dei link che portano ad articoli, pagine interne o qualsiasi altra pagina, dovrebbe essere a portata di clic.

Una ” mappa del sito ” oltre a generare le opzioni per i tuoi utenti, dà a Google per indicare le pagine interne con cui conta il tuo sito in modo che siano indicizzate. Ciò facilita il monitoraggio di Googlebot e accelera l’indicizzazione del tuo sito web.

7. Stabilisci quell’ordine all’interno del tuo sito

Per questo molti usano il “bread crumbs” o pangrattato, per dire all’utente dove si trovano, questo guida anche i motori di ricerca. Quando si implementa questo, cercare sempre di scoprire dove si desidera che arrivino i visitatori e i motori di ricerca. Tienili sempre a un clic dal sito principale.

8. Collega le parole chiave

In precedenza, questo veniva ignorato internamente sul Web. Tuttavia, ora il tuo indirizzo crea collegamenti ipertestuali che potrebbero contenere la parola chiave. È importante considerare questo sia dalla tua home page che da una pagina interna e viceversa, è importante.

Ricorda che Google posiziona le pagine, non i siti.

Quindi immagina che una pagina interna che ottimizzi. Quindi fai il lavoro di creare collegamenti. Attraverso questo metodo, migliori la reputazione di quella pagina e questa pagina inizia a ottenere posizioni migliori in Google. L’autorità di quella pagina aumenterà, quindi, avere un collegamento al tuo sito web principale farà sì che il tuo sito principale acquisisca parte di tale autorità.

Lo stesso accade dalla pagina principale a quella interna.

Cerca di utilizzare i link “nofollow” con delicatezza alle tue pagine interne. Tuttavia, non sovraccaricare le pagine che desideri posizionare con molti link in uscita.

Cerca di assicurarti che il numero di link al di fuori del sito web non superi i 10 link, come ad esempio l’utilizzo dei Social Network , che molti siti hanno nella maggioranza. I collegamenti alle pagine interne del nostro Web non influiscono negativamente sul posizionamento poiché anche il dominio principale riceve autorità.

Una tecnica molto buona è collegare la pagina principale a una pagina esterna che sia molto rappresentativa, importante e con una grande DA e PA . Questa pagina dovrebbe essere simile alla tua; si tratta della stessa nicchia di business della tua azienda. Questo collegamento dovrebbe essere “segui”.

9. Immagini e video

Usa parole chiave nel titolo e un’etichetta alternativa su tutte le immagini e i video utilizzati nel sito. Oltre ad ottimizzare le immagini che utilizzi sul tuo sito web , non dimenticare di aggiungere il tag ALT che indica il nome, preferibilmente con la tua parola chiave inclusa.

Attualmente, molti siti Web utilizzano l’incorporazione di video nel proprio sito e ciò aumenta il tempo di permanenza dell’utente in esso. Questa è una mossa pericolosa. Se il tuo sito web è in alloggi lenti e con poco spazio, causerà perdite di clienti, poiché gli utenti non lo visiteranno se è troppo lento. Se il tuo sito perché la pagina non si carica o impiega troppo tempo, hai fallito.

10. Analisi web, come utilizzare Google Analytics sul mio sito web?

Infine, dopo aver fatto tutto quanto sopra, il follow-up con analisi metodiche: gli strumenti di Ising di Google è essenziale. Tra quelli che puoi utilizzare ci sono Google Analytics e Google Search Console.

Si raccomanda che ogni volta che hai svolto i punti di cui sopra, misurare lo sforzo del tuo lavoro e rivedere le visite, il tempo del soggiorno, il luogo di origine, ecc. Puoi farlo con strumenti che forniscono questi dati e ti aiutano a fare decisioni o guida il tuo marketing.

Una strategia in cui è richiesta una maggiore presenza di utenti.

È meglio lasciare questa analisi a coloro a cui è stato affidato il compito di questi 10 fattori chiave SEO. Ogni mese, il dipendente responsabile del SEO o dell’agenzia indipendente che assumi dovrebbe tenerti informato sullo sviluppo del suo lavoro. Dovresti anche parlare con loro di come sta migliorando e aumentando le tue visite e conversioni sul tuo sito web .

Quali sono i diversi livelli di SEO?

Al giorno d’oggi, il modo in cui la tua pagina è ottimizzata è il criterio più importante per la SEO. Questi sono i fattori che possono influenzare la tua visibilità nei motori di ricerca.

1. La qualità del contenuto:

Contenuti di buona qualità ora sono essenziali per il tuo SEO.

Infatti, se i tuoi articoli sono apprezzati dagli utenti di Internet, questo significa per Google che i tuoi contenuti sono degni di interesse.

Pertanto, sarà considerato come una garanzia di autorità e fiducia.

2. Come posizionare il tuo sito web nella Ricerca Google? Parola chiave nel titolo

Come posizionare il tuo sito web su Google? Il titolo è uno dei segnali di rilevanza più importanti per un motore di ricerca. Ha lo scopo di fornire la descrizione più accurata dei contenuti delle pagine.

I motori di ricerca lo utilizzano per visualizzare il titolo della tua pagina nei risultati di ricerca. Ecco perché è estremamente importante integrare (idealmente all’inizio) in questo tag le parole chiave in cui vuoi posizionare la tua pagina.

3. Il tag H1

Il tag H1 è un altro fattore di rilevanza, che serve come descrizione del contenuto delle pagine. Nonostante una discussione in corso sulla sua importanza, è sempre una buona idea includere la tua parola chiave in un tag H1 su una pagina, purché questo tag sia unico.

4. La descrizione Meta

L’importanza del tag meta description è spesso discussa nei circoli SEO.

Tuttavia, è ancora pertinente ottenere più clic dagli utenti nelle pagine dei risultati di ricerca.

5. La ricorrenza della parola chiave nel contenuto

La densità delle parole chiave è un fattore importante per posizionare efficacemente la tua pagina nei motori di ricerca di Google. Attenzione, tuttavia, a non ottimizzare eccessivamente. Devi trovare l’equilibrio corretto della densità delle parole chiave nei tuoi contenuti variando anche quando utilizzi i sinonimi.

  1. Il campo lessicale del contenuto

Il campo lessicale rappresenta oggi una parte fondamentale dei criteri di posizionamento. In effetti, è importante che il tuo contenuto sia il più semanticamente correlato alla tua parola chiave principale.

7. La lunghezza del contenuto

Gli utenti di Internet vogliono sempre saperne di più e non saranno soddisfatti delle informazioni di base. Ha senso che più lungo è il contenuto, maggiori sono le possibilità di coprire tutti gli aspetti di un argomento.

Ovviamente Google tiene in considerazione questi criteri e predilige le pagine più esaustive.

8. Contenuto unico

Non avere una copia del contenuto duplicato di tutto o parte di altri contenuti, né all’interno del tuo sito né da altre fonti di contenuto esterno.

Molti siti web sono penalizzati dai motori di ricerca a causa dell’elevato numero di pagine duplicate.

Assicurati di avere contenuti unici e originali per ciascuna delle tue pagine.

9. Il faro canonico

A volte, avere due URL con contenuti simili è inevitabile. Uno dei modi per evitare che questo problema diventi un problema di contenuto duplicato è utilizzare un tag canonico sul tuo sito.

Questo tag fa una cosa semplice: dice a Google che un URL è equivalente a un altro e quello tra tutte queste pagine il cui contenuto è molto simile. Dobbiamo tenere in considerazione nei risultati di ricerca che apparirà solo questo URL canonico.

10. Come posizionare il tuo sito web nella Ricerca Google? Ottimizzazione dell’immagine

Non è solo il testo che dovrebbe essere ottimizzato su una pagina, ma anche gli altri dettagli. Le immagini, ad esempio, possono inviare segnali di rilevanza ai motori di ricerca attraverso l’etichetta, il titolo e la descrizione alternativa. È anche un buon modo per posizionarti in Google Image.

11. La freschezza del contenuto

L’algoritmo di Google preferisce contenuti aggiornati regolarmente. Questo non significa che devi modificare le tue pagine tutto il tempo, ma fare un piccolo aggiornamento di tanto in tanto non è male.

12. Collegamenti in uscita

I collegamenti in uscita a contenuti esterni con elevata autorità inviano segnali affidabili ai motori di ricerca. Ricordati di creare i tuoi collegamenti in modo che i tuoi visitatori vogliano saperne di più su un argomento.

Inoltre, uno studio ha dimostrato che i link in uscita hanno avuto un impatto sui servizi di posizionamento nei motori di ricerca .

Tuttavia, avere troppi link in uscita può ridurre drasticamente il PageRank della tua pagina.

13. Come posizionare il tuo sito web nella Ricerca Google? Link interni

Grazie ai suoi link interni puoi interconnettere le pagine del tuo sito per creare sinergie.

I link interni giocano un ruolo importante nella SEO in quanto permettono di trasferire la popolarità della home page a pagine più profonde, ma aumentano anche il PageRank delle pagine strategiche attraverso il “link di contenuto”.

14. Parola chiave nell’URL

Come posizionare il tuo sito web su Google? I nomi di dominio che contengono appunto le parole chiave, denominati “ Exact Match Domain ” erano molto popolari all’inizio dell’era di Internet. Perché? Perché sono stati preferiti dai motori di ricerca nei loro risultati.

Fortunatamente oggi non è più così.

Tuttavia, Google tiene conto della presenza della parola chiave selezionata nell’URL, ma questo criterio influisce molto poco sul posizionamento SEO . Tuttavia, può dare una leggera spinta in caso di forte concorrenza.

Come posizionare il tuo sito web nella Ricerca Google? Conclusione

Il lavoro di posizionamento dei servizi SEO è più complesso di quanto sembri. Come posizionare il tuo sito web su Google? Ci sono molti aspetti in gioco e non consiste semplicemente nel compilare la pagina delle parole chiave. La qualità del contenuto e la densità semantica sono elementi chiave. Se hai bisogno del supporto di un team di marketing digitale e di un posizionamento SEO professionale, MISTERSITO ha tutto ciò di cui la tua azienda ha bisogno.

Sai di cosa hai bisogno adesso?

Devi contattarci per ottenere questa esperienza maestosa. La tua attività vale il meglio.

Ci piacerebbe sentire la tua opinione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro da esplorare
Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti e impara dai migliori