Come misurare la velocità del tuo sito: test e consigli di ottimizzazione

Misurare velocità sito web
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Se non hai mai effettuato un test velocità del sito web in tuo possesso è arrivato decisamente il momento di farlo.

Potrebbe sembrare un’operazione superflua, che vi farà perdere diverso tempo, ma in realtà è uno strumento fondamentale per poterne ottimizzare le prestazioni.

Esistono infatti diverse motivazioni per cui il test di velocita del sito web è indispensabile, e noi andremo immediatamente alla scoperta di queste procedure.

Un sito web che non risponde in modo corretto alle visite degli utenti, perderà infatti affidabilità sotto diversi punti di vista e non adempierà al suo scopo in maniera ottimale.

Per questo motivo è arrivato il momento di addentrarsi nel mondo dei test velocità per siti web.

Cosa si intende per test velocità del sito?

Quando parliamo di test velocità per sito web, in realtà ci riferiamo ad uno strumento in grado di registrare e valutare la reattività e la performance dello spazio in questione.

Questo significa che andrà principalmente ad analizzare e studiare la velocità con cui la pagina viene caricata e soprattutto come reagisce quando il carico diventa sempre più ingente.

Solitamente si effettua attraverso un programma, che utilizzerà dei bot per accedere al vostro sito e capire quanto tempo impiegano le pagine a completarsi e come reagiscono fondamentalmente sotto stress.

Per questo motivo, un test velocità del sito si compone principalmente di tre tipologie di prove diverse, ma indispensabili allo stesso modo: il test di velocità vero e proprio, il test di carico e il test di resistenza.

Nel primo caso abbiamo appunto l’analisi vera e propria della velocità di pagina, in cui viene specificamente misurato il tempo di caricamento e basta.

Il tempo ottimale dovrebbe rimanere al di sotto di 1 secondo, se si vuole assicurare una performance impeccabile, ma se il sito risulta particolarmente pesante, questo valore è accettabile anche fino a due secondi.

Oltre questo tempo, il sito risulterà lento e quindi non funzionerà a dovere.

Il secondo aspetto del test velocità del sito è invece il test di carico, in cui si valutano le prestazioni nel momento in cui la pagina è tenuta a caricare molte risorse e ad affrontare un traffico ingente.

Il test di resistenza invece è la combinazione tra i due, ed è effettivamente il metodo migliore per capire come reagisce il sito sotto pressione.

Perché il test velocità del sito è così importante

Come abbiamo accennato poco fa, la velocità e la performance di un sito web sono alla base della loro funzionalità, e determinano quanto questo possa rendere positivamente al proprietario.

Il test velocità del sito serve proprio a capire se questo si comporti in maniera ottimale oppure necessita di alcune migliorie.

La velocità del sito non solo contribuisce a rendere migliore l’esperienza dell’utente, ma ha delle ripercussioni concrete su come il sito viene percepito dai motori di ricerca e su quanto il suo proprietario possa trarne benefici.

Un sito che carica velocemente sarà infatti in grado di generare più traffico, avrà un tasso di conversione maggiore e soprattutto sarà ben visto da Google e dalle sue dinamiche SEO.

A dimostrazione di quanto la velocità sia importante ci sono tantissimi studi e dati, che affermano per esempio, quanto l’aumento della frequenza di rimbalzo sia direttamente proporzionale alla lentezza del sito.

Inoltre, è molto facile che un sito poco reattivo contribuisca alla perdita di utenti: la maggior parte delle persone è dimostrato che interrompa la navigazione se la pagina impiega più di due secondi a caricare.

Per questo motivo è sempre importante eseguire test velocità del sito web, così che si possa sempre migliorare la reattività del sito e ottimizzare le sue prestazioni.

Tra gli elementi che influiscono su questi tempi di caricamento abbiamo la memorizzazione della cache, l’ottimizzazione delle immagini e anche i redirect, per questo bisogna fare anche molta attenzione prima di eseguire le analisi.

In particolare, bisogna avere alcune accortezze in alcuni casi particolari e prepararsi bene prima di procedere:

  • Se si utilizza un qualsiasi sistema di caching è buona norma ripetere il test almeno 2/3 volte
  • Anche se si utilizza un Content Delivery Network è buona norma eseguire l’analisi un paio di volte
  • Assicurarsi che il test sia localizzato molto vicino al server su cui è posizionato il sito.

Come funziona un test velocità del sito

Esistono molti tool in grado di eseguire questi test velocità del sito, ognuno con caratteristiche diverse ed in grado di fornire validi suggerimenti.

Tra i più famosi e utilizzati abbiamo PageSpeed Insight, offerto direttamente da Google e capace di guidarti in maniera semplice ed efficace fino a rendere la tua pagina a prova di SEO, di cui lo stesso Google detta le regole.

Utilizzarlo è molto semplice: vi basterà inserire l’URL nell’apposito spazio e far partire l’analisi.

PageSpeed impiegherà pochi secondi a compiere le operazioni e vi offrirà una valutazione che va da 0 a 100.

Se il vostro sito raggiungerà un punteggio superiore ad 80, significherà che è ben ottimizzato e che avete fatto un buon lavoro, altrimenti bisogna assolutamente intervenire.

La cosa buona di questo test velocità per sito è che una volta completata l’analisi, ti fornisce una serie di suggerimenti che potrebbero aiutarti a migliorare la situazione. Per questo motivo consigliamo di farci molta attenzione.

Oltre a PageSpeed Insight, che viene direttamente dalle mani di Google, abbiamo tanti altri strumenti ai quali affidarsi e che svolgono egregiamente il loro lavoro.

Tra i vari nomi troviamo Pingdom, GTmetrix, WebPageTest, KeyCDN, Monitise tanti altri.

Conclusioni

Nel complesso non importa quale strumento usiate, ma ricordatevi di tenere sempre sotto controllo la velocità delle vostre pagine e di effettuare un test velocità del sito periodicamente, in modo da avere un quadro molto chiaro della situazione.

La velocità del sito è fondamentale per incrementare la sua resa e per questo motivo il lavoro che dovrete fare sarà costante, ma porterà sicuramente a grandi risultati.

Scrivi un commento

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Post Popolari: