Memorizzazione nella cache

Memorizzazione nella cache
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Definizione

La memorizzazione nella cache crea copie dei file del sito Web per archiviarli temporaneamente in una posizione predeterminata sulla memoria del dispositivo in visita o su un server esterno. Questa funzione di ‘cache’ consente di richiamarli rapidamente al ritorno sul sito. In sostanza, una cache è un componente hardware o software che offre un livello di archiviazione dati ad alta velocità per una consegna più rapida dei dati del sito web. Ciò riduce i tempi di caricamento della pagina, consente il rapido ritorno delle richieste di dati e migliora le classifiche SEO.

I dati in una cache possono includere elementi come HTML, CSS, JavaScript, immagini e altri materiali multimediali. La corretta configurazione della cache del sito crea un’esperienza utente ottimizzata per i visitatori di ritorno e riduce le frequenze di rimbalzo e il dispendio di risorse dall’infrastruttura del server dell’host del sito web.

Quali sono i vantaggi della memorizzazione nella cache?

Quando un utente visita per la prima volta un sito Web, il browser salva gli elementi del sito selezionati nella cache interna. Questa funzione consente di memorizzare una serie di materiali sul computer del visitatore che possono essere rapidamente recuperati dalla memoria quando si torna a un sito Web invece di estrarre dati da download di contenuti ripetuti.

La corretta memorizzazione nella cache consente di ottimizzare l’utilizzo della larghezza di banda del sito, ridurre il carico del server e gestire i costi operativi. Ciò avvantaggia anche i visitatori migliorando la reattività della pagina, consentendo l’accesso a contenuti che potrebbero non essere disponibili a causa di interruzioni e migliorando l’esperienza utente complessiva per incoraggiare le visite di ritorno.

Quali opzioni sono disponibili?

Ci sono diverse opzioni tra cui scegliere quando si tratta di gestione dei dati tramite cache. Tre delle opzioni di cache più popolari utilizzate oggi includono:

Cache del sito: controllata lato client, questa funzione consente ai visitatori di accedere al sito e alle sue pagine tramite Google Cache. Ciò fornisce un “backup” del contenuto e consente ai visitatori di tornare a materiale che potrebbe essere temporaneamente non disponibile o inaccessibile quando gli elementi del sito hanno cessato di funzionare. La visualizzazione di una versione memorizzata nella cache di un sito Web o di una pagina è controllata dai visualizzatori nella parte anteriore di un sito Web. La configurazione di back-end del sito consente ai proprietari di dettare quali dati memorizzare nella cache per la restituzione e per quanto tempo devono essere conservati.

In breve: questa funzione di cache è utile per i proprietari di siti che potrebbero avere problemi con la gestione del traffico del sito e/o con problemi di infrastruttura.

Caching del browser: comporta la memorizzazione temporanea delle informazioni sul sito nella cache del dispositivo del visitatore per il recupero in un secondo momento. Il visitatore di ritorno può anche gestire manualmente i propri dati memorizzati nella cache e svuotare la cache interna, se necessario. Il proprietario del sito può dettare le informazioni che la cache del browser client conserva pagina per pagina. I proprietari e gli amministratori possono anche scegliere di svuotare la propria cache per eliminare materiale non aggiornato o “stantio”. Questo dovrebbe essere sempre fatto con una nuova riprogettazione o dopo che è stato eseguito un aggiornamento significativo del sito.

In breve: la funzione di cache del browser aiuta a fornire un’esperienza di navigazione reattiva limitando anche il carico del server. Questa funzione è utile per siti grandi e complessi o pagine di e-commerce con un pubblico di ritorno significativo.

Caching lato server: questa funzione di cache prevede l’archiviazione temporanea dei dati sull’infrastruttura server del sito anziché su un dispositivo lato client. I dati possono includere query e la memorizzazione nella cache del codice PHP per garantire una consegna più rapida dei dati per le visite successive. Questo codice, contenuto e gestione delle query possono essere supportati utilizzando una Content Delivery Network (CDN). I CDN utilizzano un numero distribuito di server per restituire dinamicamente i dati in base alla vicinanza geografica. Questa funzione consente ai siti di operare in modo efficiente in situazioni impegnative e di fornire contenuti agli utenti in base alla posizione e alla capacità in tempo reale.

In breve: la memorizzazione nella cache lato server aiuta a ridurre la latenza e a gestire il carico del server. È anche un elemento critico dell’ottimizzazione dei motori di ricerca.

Come faccio a verificare se ho bisogno della memorizzazione nella cache?

I siti web di analisi del sito consentono ai proprietari di controllare lo stato delle proprie pagine web. Questo può aiutare a determinare dove dovrebbero essere implementati i metodi di ottimizzazione, come la configurazione della cache, per aumentare l’esperienza dell’utente e i risultati SEO.

Ad esempio, Google PageSpeed ​​Insights offre agli utenti un’analisi gratuita del proprio sito Web per verificare cose come la velocità della pagina e l’efficacia del sito. I report forniti da queste analisi del sito Web forniscono informazioni specifiche sulla velocità di caricamento e raccomandano modifiche mirate all’approccio della cache del sito Web che possono migliorare il posizionamento del sito.

Ciò merita una considerazione particolare se il sito è stato creato utilizzando WordPress o linguaggi lato server come PHP. La mancata configurazione corretta delle opzioni della funzione cache può comportare tempi di caricamento maggiori e richieste non necessarie sull’infrastruttura del server.

Importanza per la SEO

La corretta configurazione della cache svolge un ruolo chiave nel migliorare il posizionamento nei motori di ricerca di un sito consentendogli di funzionare con un’efficienza ottimale. La velocità della pagina è ufficialmente elencata come fattore di ranking di Google per le ricerche su desktop e dispositivi mobili. utilizzo della memorizzazione nella cache su un sito Web può migliorare la SEO offrendo allo stesso tempo un’esperienza ottimizzata per i visitatori del sito.

Le opzioni della funzione cache possono essere impostate pagina per pagina, consentendo ai proprietari di siti di fornire un sito reattivo che si carica rapidamente e funziona bene. Ciò consente ai siti di essere ottimizzati per la cache, anche se offrono una combinazione di contenuti regolarmente aggiornati, materiali di vecchia data o elementi complessi non memorizzabili nella cache.

Scrivi un commento

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Assistenza per wordpress
Assistenza WordPress attiva H24
Consulenza seo
Prima consulenza SEO gratuita
Post Popolari:
Cosa è una parola chiave
Seo
Cosa è una parola chiave

In generale, le parole chiave vengono utilizzate per descrivere il contenuto di un’opera d’arte o di un documento in diverse aree come arte e cultura, media o industria.

Leggi tutto »
URL cosa sono
Dominio e hosting
URL cosa sono?

Un URL (Uniform Resource Locator) è un indirizzo impostato per individuare una risorsa univoca su Internet, come un file o un’app.

Leggi tutto »
Struttura del sito web
Seo
Struttura del sito web

La struttura del sito Web, denominata anche architettura del sito, si riferisce a come le pagine di un sito e il suo contenuto sono strutturati in relazione ad altri contenuti nella pagina e tra le pagine.

Leggi tutto »
Usabilità del sito web
Seo
Usabilità del sito web

Il termine usabilità descrive quanto sia facile utilizzare in pratica un sito web. Criteri come la chiarezza del design, la facilità d’uso e l’accessibilità svolgono un ruolo importante a tal fine.

Leggi tutto »
Cosa sono i plugin
Plugin e Temi
Cosa sono i plugin?

Un plug-in è un componente aggiuntivo del software che aggiunge funzionalità specifiche a un browser Web, CMS o altri programmi. 

Leggi tutto »
Snippet in primo piano su Google
Seo
Snippet in primo piano su Google

Gli snippet in primo piano sono risultati di ricerca visualizzati sopra i risultati organici di Google e sotto gli annunci a pagamento, uno spot denominato “posizione zero”.

Leggi tutto »
Carlo Alberto Bello

Sono Carlo Alberto Bello, consulente SEO italiano con sede a Lecce dal 2012. Aiuto aziende e professionisti a promuovere i loro prodotti e servizi su Google, Bing e altri motori di ricerca. Ho un'esperienza rilevante nella consulenza seo e Link Building.