Che cos’è una cache del browser e perché è importante?

Aggiornato il 11 Gennaio 2022
memoria cache in browser
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Hai già sentito la parola cache, ma non sai esattamente cosa significa nel contesto del Web. Nel linguaggio comune, memorizzare nella cache significa mettere qualcosa in deposito (di solito in segreto) nella possibilità che possa tornare utile in seguito (ad esempio un deposito di armi). Un browser o una cache Web fa esattamente questo, tranne che con le risorse del programma e del sito Web. Quando visiti un sito Web, il tuo browser prende parti della pagina e le memorizza sul disco rigido del tuo computer. Alcune delle risorse che il tuo browser memorizzerà sono:

  • Immagini: loghi, immagini, sfondi, ecc.
  • HTML
  • CSS
  • JavaScript

In breve, i browser in genere memorizzano nella cache quelle che sono note come “risorse statiche”, parti di un sito Web che non cambiano da una visita all’altra.

Cosa memorizzare nella cache e per quanto tempo è determinato dal sito Web. Alcune risorse vengono rimosse dal tuo computer in pochi giorni, mentre altre possono rimanere nella tua cache per un massimo di un anno.

Quando molte persone sentono che i siti Web stanno archiviando risorse sui loro computer a loro insaputa o autorizzazione, si innervosiscono un po’. Dopotutto, riponiamo molta fiducia negli sviluppatori Web, sperando che non mettano nulla di dannoso o dannoso sui nostri dispositivi.

I vantaggi della memorizzazione nella cache del browser superano di gran lunga i rischi. Buoni firewall, scanner antivirus e buon senso sono tutto ciò di cui hai bisogno per mantenere la tua macchina al sicuro.

I vantaggi della memorizzazione nella cache

Quando visiti un sito Web per la prima volta, il tuo browser ha una conversazione con il server remoto che ospita il sito. Il tuo browser invia una richiesta e il server restituisce una delle risorse del sito web. La pagina HTML è la prima da scaricare e diventa il progetto con cui è costruito il sito. Quando il tuo browser legge il codice HTML, invia più richieste al server per inviare più parti della pagina, principalmente le risorse statiche sopra menzionate.

Questo processo occupa larghezza di banda. Alcune pagine Web impiegheranno molto tempo per essere scaricate completamente e diventare funzionali perché hanno molti pezzi o le loro risorse sono grandi.

Ad esempio, potresti notare che quando apri per la prima volta una pagina Web, il testo viene visualizzato prima delle immagini. Questo perché il testo è piccolo e richiede poco tempo per essere scaricato, mentre un’immagine di alta qualità può richiedere diversi secondi (un’eternità nel tempo di elaborazione) per essere popolata.

La memorizzazione nella cache migliora e velocizza la navigazione. Dopo aver scaricato una risorsa, questa rimane (per un po’) sulla tua macchina. Recuperare file dal disco rigido sarà sempre più veloce che recuperarli da un server remoto, indipendentemente dalla velocità della tua connessione Internet.

Prendi un tipico sito di e-commerce. Alcune risorse, come il logo, appariranno su ogni pagina nella stessa identica posizione, indipendentemente da dove ti trovi sul sito. Senza la memorizzazione nella cache, la tua macchina dovrebbe scaricare quel logo ogni volta che fai clic su una nuova pagina di prodotto .

Insieme alle immagini di grandi dimensioni, i siti complessi utilizzano file JavaScript di grandi dimensioni, necessari per applicazioni come carrelli della spesa, immagini interattive e liste dei desideri. Immagina come i tassi di conversione sarebbero influenzati negativamente se un utente dovesse attendere da cinque a dieci secondi prima che un pulsante “Acquista ora” appaia sotto un prodotto. Un’esperienza di navigazione veloce e fluida è essenziale per far sentire i clienti a proprio agio e incoraggiare le conversioni. Inoltre, la prossima volta che visiterai il sito di e-commerce memorizzato nella cache, tali risorse saranno ancora disponibili sul tuo dispositivo per un caricamento più rapido.

I dispositivi mobili sono spesso limitati dalla larghezza di banda. Alcuni piani dati mobili prevedono anche limiti o addebiti per la larghezza di banda. Meno un utente deve scaricare un sito Web, meglio è per lui.

Alcune insidie

Hai abilitato la memorizzazione nella cache delle risorse per il tuo sito web. Il giorno successivo, decidi di cambiare il colore del tuo logo. Sostituisci il vecchio logo con quello nuovo e controlla il tuo sito web live per vedere come appare. Ma il vecchio logo è ancora lì.

Supponendo che tu abbia completato correttamente lo scambio di immagini, il problema di solito è la memorizzazione nella cache.

La tua macchina ha una versione cache del tuo logo sul disco rigido. Non si preoccupa mai di richiedere un nuovo download dell’immagine. Pertanto, la tua macchina non otterrà il nuovo logo fino alla scadenza del file di cache che ha a disposizione.

Le versioni precedenti dei file memorizzati nella cache causano ogni sorta di problemi agli utenti se i loro dispositivi non dispongono dell’ultima versione del file: formattazione non corrispondente, JavaScript non funzionante e immagini errate sono solo alcuni.

Per la maggior parte, ciò non accade perché il server sa quali asset sono stati aggiornati e devono essere sostituiti sul computer dell’utente. Tuttavia, se uno dei tuoi clienti si lamenta del fatto che il sito è danneggiato per lui e per nessun altro, dovresti consigliargli di svuotare la cache del browser.

Tutti i principali browser hanno un pulsante “cancella cache”. Alcuni sono più facili da trovare di altri. Premendo quel pulsante si cancellano tutti i file memorizzati nella cache. Provalo. Visita una pagina che frequenti e annota quanto tempo ci vuole per caricarla. Svuota la cache. Visita di nuovo la pagina e nota quanto tempo impiega il caricamento della pagina.

I browser consentono inoltre di svuotare la cache solo per determinati siti Web. Se solo un sito Web ha problemi di memorizzazione nella cache, cancella il sito problematico e lascia intatti gli altri per mantenere la tua navigazione veloce e fluida.

Scrivi un commento

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Analisi seo gratuita SEO Power
Assistenza per wordpress
Assistenza WordPress attiva H24
Consulenza seo
Prima consulenza SEO gratuita
Post Popolari:
Carlo Alberto Bello

Sono Carlo Alberto Bello, consulente SEO italiano con sede a Lecce dal 2012. Aiuto aziende e professionisti a promuovere i loro prodotti e servizi su Google, Bing e altri motori di ricerca. Ho un'esperienza rilevante nella consulenza seo e Link Building.