Novità imprenditoriali ai tempi del Coronavirus.

  • Home / News / Novità imprenditoriali ai…
Imprenditoriali ai tempi del crona virus
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Il Covid-19 ha creato nuove sfide per le imprese, ad ogni livello.

Il nuovo contesto economico e sociale ha richiesto una notevole capacità di adattamento e innovazione, stimolando risposte imprenditoriali creative, per ideare nuove attività o riadattarne altre.

Il Covid-19 è arrivato in Italia ufficialmente il 21 Febbraio 2020, con la scoperta del “Paziente 1” a Codogno. L’11 marzo l’OMS dichiara il nuovo coronavirus una pandemia, quindi diffuso a livello globale. Il nuovo assetto socio-economico ha creato diversi problemi per le imprese, di qualsiasi dimensione e posto nuove sfide. Alcune risposte sono state più tradizionali, altre hanno sfruttato la tecnologia per facilitare la vita dei cittadini o delle imprese stesse, cercando un punto di incontro tra salute ed economia.

Caffè Vergnano 1882, colazione a domicilio in Apecar per i Torinesi.

Uno dei rituali italiani più diffusi nella Penisola è quello della colazione al bar, ma va da sé che la chiusura delle attività economiche non essenziali lo ha reso impossibile. Per rispondere al desiderio di normalità dei torinesi, Caffè Vergnano 1882 ha sfruttato un trend che era già molto in voga prima del Covid-19, ovvero lo street food nell’Apecar. I baristi di Caffè Vergnano 1882 hanno iniziato il 17 Aprile a portare caffè, dolci e bicerin nelle case torinesi grazie allo storico mezzo a tre ruote. Il servizio è a disposizione dalle 8:30 alle 11:30 e si può prenotare chiamando o via WhatsApp al numero 348 890201. Caffè Vergnano 1882 ha quindi messo in campo un approccio nuovo, sfruttando tecniche collaudate per rispondere al problema della chiusura di bar e ristoranti.

App e siti per evitare la coda nei supermercati: saltafila, filaindiana.it e le altre

Il distanziamento sociale ci accompagnerà anche nella Fase 2 in cui stiamo per entrare, ovvero quella di convivenza con il virus. Il bisogno di evitare gli assembramenti e mantenere la distanza sociale ha reso un gesto semplice e talvolta scontato, come quello di fare la spesa, una vera e propria sfida. Tra lunghe attese, orari e scaglioni per entrare, la creatività imprenditoriale unita alle nuove tecnologie ha dato vita a diverse app e strumenti tecnologici per ridurre la fila. Tra i primi, abbiamo il sito filandiana.it, che consente tramite segnalazioni degli utenti, di sapere a quanto ammonta l’attesa nei supermercati vicino casa. Funziona in modo simile il sito dovefila.it, che si appoggia a DoveConviene, che raccoglie offerte e volantini.

Un salto in avanti lo fanno Ufirst, usata da Esselunga, e [email protected], usata da Coop. Queste app consentono infatti di prenotare il proprio posto in fila ai supermercati in diverse zone d’Italia, prima ancora di arrivare lì.

Distanziamento e igiene: tra plexiglass e nuovi design

Il settore turistico e dei trasporti sono stati i più colpiti dalla crisi del Covid-19. Il trasporto di passeggeri in generale, così come la conformazione degli aeroporti, ma anche delle spiagge, rende difficile immaginare come si possa mantenere la distanza di sicurezza anti-droplet. In questo senso, diverse aziende hanno iniziato a produrre pannelli di plexiglass, che possono essere posti tra i sedili in aereo e gli spazi per i gate aeroportuali, così come in spiaggia e al ristorante. Un uso nuovo di un prodotto già molto noto al pubblico, insomma. Ben diversa la soluzione ideata in Belgio, Finlandia e Francia, per minimizzare la diffusione del Covid-19 attraverso le maniglie, ad esempio del reparto surgelati nel supermercato. La società finlandese Fortum così come la belga Materialise, hanno ideato una maniglia dal design innovativo, che si apre con l’avambraccio. Leggermente diversa la soluzione francese: SmartHandle è una maniglia convenzionale, ma dotata di un anello che rilascia gel disinfettante.

Distanziamento sociale, file ai supermercati e superfici da disinfettare sono sfide nuove e temi che ci accompagneranno finché l’emergenza del nuovo Coronavirus non sarà rientrata. Alcuni imprenditori hanno risposto con idee nuove, oppure usando in modo diverso ciò che c’era a disposizione, trasformando una delle peggiori crisi dal dopoguerra ad oggi, in un’opportunità.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *