Che cos’è Google Analytics e perché ne hai bisogno? Guida in Italiano

Google Analytics
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Prima di entrare nella parte tecnica, parliamo prima dell’argomento di questo articolo:  Google Analytics.

Se sei un principiante, potresti anche non essere a conoscenza di cosa sia e perché è una buona idea collegarlo al tuo sito Web WordPress. Google Analytics è un tool gratuito che permette di poter monitorare l’andamento del proprio sito web attraverso le statistiche e gli strumenti per monitorare l’andamento delle proprie strategie digitali.

Google Analytics è utile per poter analizzare i dati sulle varie categorie, per poter sapere se il tuo sito stia avendo successo. Ti fornisce una serie di dati che ti permettono di poter controllare l’andamento del tuo sito web.

Se prima d’ora non hai mai utilizzato questo tool potresti pensare di non sapere da dove iniziare, in questo caso non devi preoccuparti, questo articolo ti spiegherà come fare a utilizzare Google Analytics anche se sei alle prime armi.

1. Google Analytics ti aiuta a conoscere il tuo pubblico

Google Analytics è una suite di analisi dei dati web che ti aiuta a comprendere e analizzare il tuo traffico web . Lo utilizzano oltre 50 milioni di siti Web in tutto il mondo.

Il modo in cui funziona è che aggiungi un pezzo di codice JavaScript alla tua pagina (più su quello sotto), che consente a Google di monitorare le attività dei visitatori che arrivano al tuo sito. Raccoglieranno quindi queste attività e le presenteranno sotto forma di statistiche nel tuo account Google Analytics.

Ecco cosa puoi imparare da queste informazioni:

  • Chi sta visitando il tuo sito? – Informazioni geografiche e tecniche sulla provenienza del tuo pubblico e sui dispositivi che utilizzano per accedere al tuo sito. Puoi anche segmentare il tuo pubblico in sottogruppi in modo da avere una migliore comprensione di chi stai cercando di fare appello.
  • Cosa fanno i tuoi visitatori? – Scopri quali pagine guardano, per quanto tempo rimangono sul tuo sito, come navigano da una pagina all’altra e altro ancora.
  • Quando stanno arrivando? – Google Analytics ti mostra anche quando esattamente le persone accedono al tuo sito a ora, giorno, settimana o mese.
  • Come trovano il tuo sito? – Ottieni informazioni sul fatto che il tuo pubblico trovi il tuo sito nei motori di ricerca (e quale di essi), sui social media, sui link su altri siti web o se inserisce direttamente l’indirizzo del tuo sito.
  • Come interagiscono con i tuoi contenuti? – Google Analytics ti consente di capire come le persone interagiscono con il tuo sito WordPress, ad esempio, su quali link fanno clic. Se definisci determinati obiettivi (come convertire i visitatori in abbonati e-mail) puoi anche tenerne traccia.

2. Utilizza le informazioni per ottimizzare il tuo sito web

Cosa puoi fare con questi dati? Sapere quanto sopra ti consente di fare molte cose:

Regola il tuo sito per servire meglio il tuo pubblico , ad esempio migliorando gli aspetti tecnici del tuo sito o aggiungendo una lingua.

Ottimizza le sorgenti di traffico : investi di più in quelle che funzionano particolarmente bene o intensifica i tuoi sforzi su quelle che non funzionano.

Migliora i tuoi contenuti e la strategia dei contenuti : offri ai visitatori più di ciò a cui sono interessati e pubblicalo nei momenti in cui è più probabile che siano sul tuo sito.

Monitora le campagne di marketing : verifica se i tuoi sforzi stanno funzionando, lo stesso per le vendite di prodotti e altri tipi di conversioni.

Trova le tue pagine con il rendimento peggiore : questo ti consente di adottare misure per migliorarle.

In breve, l’analisi dei dati web ti consente di eliminare le supposizioni e ti consente di prendere decisioni sul tuo sito in base a fatti e dati concreti invece che a sensazioni istintive o congetture. Inoltre, Google Analytics è completamente gratuito, quindi non contribuisce ai costi del sito web .

Google Analytics e GDPR

Negli ultimi anni, l’Unione Europea ha emanato nuove norme sulla privacy chiamate Regolamento generale sulla protezione dei dati o GDPR in breve. Hanno lo scopo di proteggere meglio la privacy dei consumatori e si applicano a chiunque operi in Europa, operi o si faccia pubblicità lì, raccogliendo dati sugli utenti europei o impiegando persone nell’UE.

Quindi, praticamente quasi tutti coloro che hanno un sito web.

Poiché Google Analytics tiene traccia di molti dati, è naturalmente influenzato dalle nuove leggi. Quindi, se hai intenzione di utilizzarlo sul tuo sito WordPress, devi farlo in modo conforme alle normative. Per fortuna, ci sono molti articoli sull’argomento per aiutarti a farlo.

Come creare un account Google Analytics

 Vai sul sito di Google Analytics e seleziona la voce ‘’Crea un account’’, a questo punto compila tutto ciò che ti viene richiesto.

In seguito alla creazione del tuo account recati nella sezione ‘’Impostazioni della proprietà’’, dovrai digitare l’URL e il nome del tuo sito internet, dovrai quindi scegliere in quale categoria inserirlo, ciò ti permetterà di poterlo trovare senza problemi.

Dovrai poi selezionare il paese in cui ti trovi, a questo punto avrai il tuo ID per monitorare l’andamento delle pagine del sito. Si tratta di un codice composto da lettere e numeri che dovrai aggiungere alle pagine che vorrai monitorare. Potrai usare dei plugin per attuare questo monitoraggio, incollando al loro interno l’ID.

Potresti anche utilizzare Tag globale che viene fornito da Google Analytics, incollandolo nei codici HTML della pagina che vorrai monitorare.

È essenziale che tu abbia bene a mente i tuoi traguardi e obiettivi prefissati, in modo da avere una chiara prospettiva sui dati che dovrai controllare maggiormente con Google Analytics, ad esempio se il tuo obiettivo è avere un negozio on line che fatturi molto dovrai monitorare le vendite.

Oppure potresti avere la necessità di convertire il visitatore in potenziale cliente nel caso tu avessi aperto il tuo sito web per promuovere la tua attività a prescindere da quale essa sia.

Permettendoti quindi di avere una maggior clientela rispetto a quella che avresti potuto avere se non avessi aperto il sito web.

Chi visita il tuo sito diventerà potenziale cliente quando compileranno il form di contatto lasciandoti i loro dati per essere poi contattati.

Google Analytics ti fornisce diversi obiettivi tra cui scegliere:

Modelli: sono obiettivi offerti da Google Analytics sulla base della categoria da te scelta per il tuo sito web.

Personalizzati: hai la possibilità di scegliere tra differenti obiettivi basandoti sulla destinazione, sulla base della durata, dell’evento e sulle pagine di sessione.

Intelligenti: ti permettono di comprendere quanti possibili clienti ottieni dalle tue campagne digitali.

Una volta definiti gli obiettivi saprai come muoverti, grazie a questo tool avrai la possibilità di monitorare i dati per gli obiettivi da te definiti, consentendoti di sapere come procede il tutto.

Scrivi un commento

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Post Popolari: