Errore Malware – Il sito che stai per visitare contiene programmi dannosi

Malware wordpress
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Il messaggio “Errore Malware – Il sito che stai per visitare contiene programmi dannosi” è molto problematico perché potrebbe rendere inaccessibile il sito, magari perché gli utenti abbandonano la navigazione su quella pagina, oltre che rischiare una penalizzazione da parte di Google.

Ecco perché è importante risolvere in maniera risolutiva questo errore.

Perché compare il messaggio di errore malware

Questo messaggio compare perché il motore di ricerca ritiene il sito poco sicuro per la presenza di malware, ma in realtà, anche in assenza di questi elementi o se sono stati rimossi, l’errore potrebbe verificarsi lo stesso.

Inoltre, lo stesso avvertimento potrebbe comparire se sono presenti annunci pubblicitari di bassa qualità ritenuti, quindi, possibili fonti di malware.

In realtà, gli utenti più smaliziati possono superare questo warning proseguendo la navigazione dopo aver cliccato sul bottone “Dettagli” che proporrà la visualizzazione del sito. Tuttavia, non tutti gli utenti sono a conoscenza di questa opzione e comunque la maggior parte desidererà abbandonare il sito per evitare problemi.

Il messaggio di errore malware non è standard, ma può avere alcune varianti come:

  • Il sito che stai per visitare contiene malware
  • Sito ingannevole in vista
  • Il sito che stai per visitare contiene programmi dannosi
  • Questa pagina sta provando a caricare script da fonti non autenticate
  • Continua su …

Verificare la presenza di malware sul proprio sito con Google

Un’operazione consigliata, anche per evitare i problemi che i malware potrebbero apportare al proprio sito web, è quella di verificare la loro presenza.

L’operazione è molto semplice. Basta utilizzare lo strumento di Google per la navigazione sicura raggiungibile all’URL

https://transparencyreport.google.com/safe-browsing/search

Inserendo l’indirizzo del proprio sito web si avrà il responso da Google e l’indicazione relativa alla sua sicurezza.

Molto spesso, gli hackers utilizzano dei siti per infettare altri portali, quindi, sul proprio sito web potrebbero essere comunque presenti dei malware. Quindi, non bisogna rimanere troppo sorpresi se questi sono presenti nel proprio sito e se la Google Console darà un responso di questo tipo.

Il plugin Sucuri per una rimozione efficace dei malware

Eseguire una scansione con il plugin Sucuri è un’ottima idea per assicurarsi che il proprio sito sia libero da eventuali virus, malware e backdoor. Questo tool permette di monitorare costantemente i siti web, proprio come se ci fosse un esperto a farlo, ma con un costo decisamente minore che non supera i 200 $ all’anno.

Si tratta di un sistema molto efficace che permette di rimuovere i malware in modo rapido e veloce.

In alternativa, anche il plugin Wordfence offre ottime funzionalità per individuare i malware, ma la versione premium, a pagamento, è sicuramente più performante.

plugin Wordfence

Chiedere a Google la rimozione del messaggio di errore Malware

Una volta accertato che il proprio sito web sia esente da malware o altri elementi pericolosi, si può richiedere a Google la rimozione del messaggio di errore malware.

Per fare questa operazione è necessario utilizzare i tool per i webmaster di Google e quindi aver già provveduto ad aggiungere il proprio sito a questi pratici strumenti offerti dal colosso di Big Mountain.

Bisogna quindi selezionare la voce “Problemi di sicurezza” dagli strumenti per i webmaster. Questa sezione, infatti, riporta i problemi di sicurezza che Google ha individuato sul sito e gli eventuali link per effettuare la pulizia.

A questo punto, bisognerà richiedere poi a Google la revisione del proprio sito per eliminare il fastidioso messaggio di Errore Malware “Il sito che stai per visitare contiene programmi dannosi”.

Risolvere in maniera rapida questo problema è di fondamentale importanza perché questo messaggio spaventa gli utenti e li invita ad abbandonare la navigazione, ma penalizza anche il posizionamento sui motori di ricerca del proprio sito.

Scrivi un commento

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Assistenza per wordpress
Post Popolari:
Calcolare il tasso di conversione
Web Marketing
Come calcolare il tasso di conversione

Quando si esamina la gestione del ritorno sull’investimento (ROI) o delle prestazioni di un sito Web, l’impostazione degli obiettivi di conversione è uno dei modi più semplici e migliori per misurare i risultati.

Leggi tutto »
Carlo Alberto Bello

La mia passione per WordPress mi ha portato negli ultimi 10 anni a voler aiutare sempre più persone a creare blog e siti web in WordPress in completa autonomia. Spero troverai utili le oltre 200 guide WordPress e sulla SEO che ho pubblicato su questo blog. Sono disponibile a fornire una prima consulenza SEO GRATUITA, consigliandoti una strategia seo per posizionare il tuo sito WordPress tra i primi su Google.