Di cosa si occupa un Social Media Manager

Social media manager

Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Hai sentito parlare di Social Media Manager? Ancora non ti è chiaro chi è e cosa fa? Allora sei capitato nel posto giusto, leggi questo articolo.

Al giorno d’oggi ci troviamo davanti una serie di nuove professioni a cui poter aspirare, se sei appassionato di tecnologia ed ami stare nel web allora scegliere un lavoro come Social Media Manager potrebbe essere la soluzione ideale. Prima però di vedere come diventare un Social Media Manager cerchiamo di capire di cosa si occupa questo professionista, chi è e quali sono le sue mansioni principali. Prosegui questa lettura e scopri tutto il necessario.

Il Social Media Manager

Oggi il Social Media Manager rientra tra le professioni più importanti e di maggior successo nel settore marketing. Sebbene moltissime persone tendono a pensare che questa professione possa essere svolta da chiunque non è così. Ad oggi purtroppo quasi gran parte delle professioni che riguardano il digital marketing sono improvvisate da persone che hanno si la passione per la tecnologia ma non hanno alcuna competenza tecnica. Se è vero che da una parte questa professione non è di certo nata tra i banchi di scuola ma sul campo, c’è sempre bisogno di avere delle competenze ferree con basi solide. Senza queste competenze saresti una persona qualunque che posta sui social personali o di un’azienda dietro pagamento di una quota mensile, senza però essere in grado di raggiungere gli obiettivi desiderati.

Chi è davvero il Social Media Manager?

Il Social Media Manager è un professionista dalle molteplici qualità e competenze che si occupa di gestire il marketing e la strategia pubblicitaria dei canali social di un’azienda o di un individuo. Non devi infatti essere un’impresa per assumere questo professionista, puoi anche essere un libero professionista, un aspirante blogger o influencer. Le sue competenze sono molto varie non solo ha competenze specifiche in marketing e comunicazione, ma anche nell’utilizzo dei social network, analisi di mercato, scrittura di testi creativi, realizzazione di grafiche e molto altro. Ad oggi è possibile apprendere la professione in un’agenzia di comunicazione, come autodidatta o seguendo uno dei tanti corsi o percorsi studi che oggi sono lanciati da scuole sia pubbliche che private. Questo perché in Italia ancora non vi è un regolamento ben preciso su questa professione e quindi è ancora possibile iniziare a lavorare come semplici autodidatti, l’importante è però non tralasciare niente.

Di cosa si occupa il Social Media Manager?

Come abbiamo detto le sue competenze devono essere molte e quindi anche i suoi compiti sono tantissimi, vediamo i principali:

  • Pianifica la strategia e gli obiettivi da raggiungere per l’azienda o l’individuo utilizzando i social network.
  • Sviluppa la brand awareness e si occupa di creare una reputazione online all’azienda.
  • Crea contenuti di ogni genere sia fotografici che video, ma anche locandine e grafiche da utilizzare sui vari social.
  • È in grado di generare traffico verso un sito web o verso una pagina FB o un account Instagram, a seconda delle necessità e della strategia in corso.
  • Si occupa di coltivare i contatti e di dare supporto all’azienda nelle vendite.
  • Gestisce la community e si occupa della moderazione delle pagine, ossia interagisce con gli utenti sia nei commenti che nei messaggi privati.
  • È in grado di far salire la visibilità dell’azienda e renderla più popolare.
  • Trasforma un follower in un cliente riuscendo poi a trasformare questi clienti in Ambassador del brand per una pubblicità costante e gratuita.

Proprio visto tutte queste sue peculiarità le aziende più grandi non hanno assunto un’unica persona che si occupa di tutto ma hanno realizzato un vero e proprio reparto Social dove trovare tutto il team che si occupa del Social Media Marketing. All’interno di questo team possiamo poi identificare le varie figure in cui ognuno si occupa di uno specifico compito:

  • Strategist
  • Content Manager
  • Manager
  • Junior
  • Community Manager
  • Analista
  • Video Maker
  • E via discorrendo.

Solitamente questo reparto è integrato all’interno del reparto marketing per sfruttare le capacità di ogni individuo anche in altri settori come la vendita o il sito web.

Dove trovare un Social Media Manager?

Il Social Media Manager è la figura principale nel Social Media Marketing, è colui che ha tutte le competenze e può occuparsi di ogni settore. Possiamo incontrarlo all’interno di un’agenzia di comunicazione o una web agency ma possiamo anche trovarlo che lavora come libero professionista. Attenzione però perché online oltre al Social Media Manager possiamo incontrare anche il Social Media Junior che è una figura di lavoro simile ma che possiamo definire uno stagista o un nuovo lavoratore, le sue competenze non sono ancora sviluppate completamente ed è nuovo nel settore.

Di cosa si occupa un Social Media Manager quotidianamente?

Ci sono delle mansioni che possono essere svolte un’unica volta, come la realizzazione del piano Marketing, che si svolge ad inizio del lavoro o dell’anno, secondo le varie aziende. E ci sono poi delle mansioni che invece sono da svolgere ogni giorno tra queste:

  • Sviluppare il brand attraverso i social network. Promuove perciò il marchio online.
  • Identifica i clienti target e realizza promozioni, strategie, post con lo scopo di attrarli verso l’attività.
  • Si occupa di interagire con tutti gli utenti che si sono messi in contatto con l’azienda attraverso i social network.
  • Monitora ogni campagna pubblicitaria in corso e fa un’analisi precisa e completa dei vari report dei social network utilizzati.

Quanto guadagna un Social Media Manager?

Non c’è un vero e proprio budget chiaro in questa professione. La maggior parte dei Social Media Manager lavora come libero professionista o all’interno di aziende. Tutto dipende ad esempio dagli accordi che si hanno con le aziende potrebbero essere con un regolare contratto oppure con una collaborazione a partita IVA. Il budget varia anche in base al tipo di lavoro e al numero di social che dovranno essere gestiti per ogni società. Ogni libero professionista poi è libero di richiedere il compenso che vuole. Possiamo dire che di media un buon Social Media Manager può raggiungere i 35 mila euro l’anno, ma può tranquillamente superarli o non arrivarci neanche, tutto dipende dal suo listino prezzi, dal lavoro che esegue e dalle sue competenze. Una figura Junior guadagnerà sicuramente meno di una figura Manager.

Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti e impara dai migliori

Altro da esplorare