Consigli per il posizionamento del sito web

  • Home / Seo / Consigli per il…
I migliori consigli per posizionare un sito web

Consigli per il posizionamento del sito web

Posizionare un sito web su Google

Il tuo sito web non riceve visite? O, almeno, non quelli che vorresti? Potresti aver bisogno di qualche consiglio per posizionare un sito web che ti aiuti a comparire nei primi risultati dei motori di ricerca. Se lo segui, ti posizionerai sicuramente meglio in breve tempo.

Per iniziare, devi capire che, se vuoi che il tuo sito web appaia ben posizionato, dovrai tenere conto di diversi fattori:

La struttura della pagina web stessa.

Una strategia di link building efficace.

Usabilità.

Tassonomie utilizzate.

Il contenuto e come lo mostri. Cioè, diversi formati.

Naturalmente, la scelta corretta delle parole chiave per le quali desideri che il tuo sito web appaia posizionato.

In breve,  un buon posizionamento implica avere un sito web con buoni contenuti, ben collegati, correlati e strutturati .

Tecniche SEO per migliorare il posizionamento

Per una strategia di posizionamento efficace, devi considerare sia le azioni On Page che Off Page che ti aiuteranno a ottenere le tue prime posizioni all’interno del motore di ricerca.

  1. SEO sulla pagina

Alcuni dei migliori suggerimenti per posizionare il focus di un sito sul sito stesso, ad esempio:

  • Ottimizza il contenuto del web .
  • Crea contenuti di valore che potrebbero interessare gli utenti.
  • Genera URL amichevoli che piacciono ai motori di ricerca.
  • Esamina tutti i collegamenti Web , sia interni che esterni.
  • Verifica che tutti i tuoi contenuti siano indicizzabili da Google .
  • Analizza l’usabilità del sito web nel suo complesso .
  1. SEO fuori pagina

La SEO Off Page cerca di promuovere il sito web su Internet. Alcuni suggerimenti per posizionare un sito con tecniche SEO Off Page dovrebbero concentrarsi su:

  • La creazione di collegamenti o link building .
  • Condivisione dei tuoi link sui social network.
  • Prendersi cura dei tuoi profili nei social network.

Strategie di link building

Strategie di link building

Si riferisce a tutte le azioni che devi compiere affinché il tuo sito possa essere collegato da terze parti, aumentando così la popolarità del tuo web e quindi il tuo posizionamento.

Più link in entrata hai (di qualità), più alto sarà il tuo PageRank. Questi link esterni sono chiamati backlink.

Tipi di backlink: link DoFollow e NoFollow

backlink

A prima vista sono tutti uguali. Non interferiscono nell’esperienza dell’utente ed entrambi ti avvantaggiano. Tuttavia, la principale differenza tra i link dofollow e i link nofollow si basa sul fatto che trasmettano force, linkjuice , Page Authority (PA) o Domain Authority (DA) al sito web di destinazione.

Link DoFollow

La loro funzione è quella di dire agli “spider” di Google che dovrebbero seguirlo e seguirlo quando lo rilevano su una pagina web. In questo modo, la pagina di destinazione riceve l’autorità (linkjuice) dal sito Web che l’ha collegata.

Non hanno bisogno di alcun attributo html speciale per essere creati. Ecco un esempio html di un collegamento dofollow:

Test di ancoraggio

Link NoFollow

I link nofollow sono stati creati con l’obiettivo di diminuire lo spam e migliorare la qualità dei link utilizzati . Questi tipi di collegamenti differiscono nel loro attributo html, rel = “nofollow” . Questo dice agli spider di Google che non dovrebbero seguire detto collegamento; anche se questo non significa che non indicizzino la pagina di destinazione. Vengono visualizzati come segue:

Test di ancoraggio

Proporzione di link DoFollow e NoFollow per il posizionamento

Se desideri migliorare il tuo posizionamento nelle SERPS (pagine dei risultati di ricerca), è consigliabile avere una proporzione più o meno uguale di link dofollow e nofollow , circa una percentuale del 30-40% per i link dofollow e del 70-60% per link nofollow. Questo è uno dei migliori suggerimenti per posizionare un sito da considerare.

Ma tieni presente che gli algoritmi di Google vengono aggiornati spesso, quindi questo rapporto dovrebbe essere preso solo come linea guida. Se hai il 60% di link dofollow e il 40% di link nofollow, anche questo non avrà un effetto negativo sulla tua pagina. L’importante è che tu non abbia una quantità eccessiva di link dofollow.

Usa l’attributo alt nelle immagini

L’attributo alt è definito come un insieme di tag (nello specifico, img, area e, opzionalmente, input e applet) che consente di fornire un testo che è equivalente all’oggetto.

Questo testo offre vantaggi al sito e ai suoi visitatori nelle seguenti situazioni:

1-Esistono browser Web con caratteristiche diverse e progettati per un’ampia varietà di piattaforme. Ma:

1-Alcuni non possono visualizzare le immagini o possono visualizzare solo un insieme limitato di tipi di immagine .

2-Altri possono essere configurati per non caricare le immagini . Se il codice include l’attributo alt nelle immagini, la maggior parte di questi browser visualizzerà una data descrizione invece delle immagini.

2-Alcuni visitatori non possono vedere le immagini , perché hanno una cecità totale, daltonismo o una vista scarsa. L’attributo alt è di grande aiuto per coloro che dipendono da esso per farsi un’idea dell’aspetto della pagina.

Se desideri che il tuo sito venga indicizzato nel modo giusto, questo è uno dei suggerimenti per posizionare un sito che devi implementare. L’attributo alt garantirà che i motori non perdano sezioni importanti delle pagine, e ti aiuterà nel posizionamento.

Testo di ancoraggio

anchor text

Il testo di ancoraggio è la parte visibile di un collegamento, il testo utilizzato per collegarsi a una pagina web. In html, sarebbe qualcosa del genere:

ancoraggio

Quando colleghi il tuo URL con un testo di ancoraggio specifico, stai inviando a dire a Google che l’URL specifico è strettamente correlato a quell’argomento, cioè gli stai dicendo di cosa tratta il sito.

In precedenza, i profili dei link erano ottimizzati al massimo e le ripetizioni venivano effettuate senza misurare le parole chiave esatte dell’ancora dei link.

Ora, è molto importante che le cose appaiano il più naturali possibile . Pertanto, il tuo profilo dei link in entrata sarà completamente sano. Per questo, è necessario evitare un’ottimizzazione eccessiva nel profilo del testo di ancoraggio. È necessario evitare l’errore di utilizzare troppe volte la parola chiave esatta del testo di ancoraggio .

Non è naturale per te avere un gran numero di link con una parola chiave esatta e che questi siano quelli predominanti. La cosa normale è che gli utenti che si collegano al tuo sito lo fanno con tutti i tipi di anchor text e che molti di loro sono naturali come marchio.

Ricerca per parole chiave

Ricerca per parole chiave

La ricerca di parole chiave e l’ottimizzazione dei contenuti per Google per posizionarli nel miglior modo possibile è una delle chiavi di posizionamento che porterà ad ottenere un gran numero di visite.

Eseguire una buona analisi delle parole chiave è essenziale per posizionare i tuoi contenuti nel miglior modo possibile su Google .

Per eseguire questa analisi, è meglio utilizzare strumenti professionali che ti consentano di vedere ciò che le persone cercano veramente su Internet. Inoltre, ti consentono di verificare quali sono le parole chiave che ti interessano di più.

Strumenti per cercare buone parole chiave

  1. Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google AdWords

Questo strumento è lo strumento più conosciuto e più utilizzato. Con esso, avrai le informazioni più importanti, l’accesso a tutte le parole chiave e quante volte al mese vengono cercate in tutto il mondo o in ogni paese.

In realtà è uno strumento per la pianificazione delle parole chiave per AdWords, da cui il nome. Cioè, è stato progettato per analizzare quale ricerca è meglio utilizzare per la visualizzazione del tuo annuncio AdWords e fa parte di questo strumento commerciale.

Completamento automatico di Google e ricerche correlate

Completamento automatico di Google e ricerche correlate

Google ha due funzioni molto interessanti perché permettono di effettuare una prima esplorazione molto rapida di alcuni termini di ricerca :

  1. La funzione di completamento automatico che vedi quando accedi a una ricerca su Google.
  2. Le ricerche correlate alla fine della pagina.

È molto utile iniziare con un brainstorming veloce, a causa della grande velocità con cui funziona lo strumento e di quanto sia utile questa funzionalità per questo.

È anche interessante considerare le ricerche correlate suggerite da Google nella parte inferiore della pagina dei risultati .

2.SEMrush

Questo potente strumento è essenziale per la SEO e per ottenere traffico. L’analisi delle parole è solo il 5% delle cose che puoi fare. Puoi, ad esempio:

  • Fai un elenco di ricerche per cui monitorare il posizionamento del tuo sito (o più siti, se ne hai più di uno).
  • Effettua un’analisi della tua concorrenza o scopri quali sono le parole chiave utilizzate dalla tua concorrenza per posizionarsi.
  • Analisi di migliaia di parole chiave in pochi secondi.

URL amichevoli che includono parole chiave

Una delle chiavi per posizionare un sito che non devi dimenticare quando ottimizzi il SEO On Page del tuo web è la creazione di URL amichevoli. Per questo, devi sapere cosa è amichevole e cosa non lo è:

  • URL non amichevole: http://www.tuweb.com/?dnr=EpHXQSCEQLpB
  • URL amichevole: http://www.tuweb.com/servicios-link-building/

Come vedi, le caratteristiche da seguire sono:

  1. L’URL deve contenere la parola chiave che desideri potenziare .
  2. URL breve . Gli URL dovrebbero essere i più brevi possibile. Molte volte, l’utente è costretto a scrivere l’URL nella barra degli indirizzi. Pertanto, è meglio facilitare questo compito per lui.
  3. Trattini e barre nel tuo URL . Per ottimizzare gli URL il più possibile, è importante utilizzare trattini alti e non bassi e utilizzare le barre per le sottocartelle.

Il CTR – Percentuale di clic

Il CTR (percentuale di clic) è il numero di clic che un collegamento ottiene rispetto al numero di impressioni. Viene sempre calcolato come percentuale ed è una metrica normalmente utilizzata per misurare l’impatto di una campagna digitale.

È possibile ottenerlo dividendo il numero di click che un link ha ottenuto per il numero di volte che è stato visto dagli utenti (impressioni) moltiplicato per 100. Grazie alla piattaforma webmaster di Google Search Console, precedentemente nota come Strumenti per i Webmaster, puoi controlla il CTR della tua pagina nei risultati di ricerca di Google.

Vai alla sezione ” Traffico di ricerca> Analisi di ricerca ” e seleziona ” Pagine e CTR “.

È sempre positivo che il CTR sia il più alto possibile, ottenendo così il maggior numero di clic nelle SERP.

Questi sono alcuni dei migliori suggerimenti per posizionare un sito; ma devi ricordare che i contenuti di valore sono essenziali per attrarre e trattenere il tuo pubblico . I contenuti di qualità garantiscono che il tuo pubblico di destinazione sia più coinvolto, interagisca di più e condivida di più ed è essenziale che il tuo sito sia posizionato.

Hai bisogno di contenuti di valore? Contattaci

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *