Google ci suggerirà come migliorare la ricerca

  • Home / Seo / Google ci suggerirà…
Migliorare la ricerca di google

Google ci suggerirà come migliorare la ricerca

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Google lancia una nuova funzione, per ora negli Stati Uniti.

Lo scopo è suggerire all’utente una strategia di ricerca migliore, invece che l’attuale completamento della query.

Google di recente ha portato l’utente al centro del ragionamento in termini di ricerca e SEO. Se prima i crawler privilegiavano solo le parole chiave, è chiaro da tempo che aggiornamento dopo aggiornamento, il colosso statunitense mira sempre di più a privilegiare l’utente e l’utilità del contenuto per le sue ricerche. Per questo ha deciso di introdurre una novità significativa che al momento tocca solo il mercato americano.

Google e il suggeritore automatico.

Attualmente un utente che immetta una determinata query, si vedrà comparire nella barra di ricerca un numero di suggerimenti basato sulle intenzioni di ricerca prevalenti per quelle parole chiave. Questa è la ben nota funzione di suggerimento automatico, che nasce dai trend di ricerca e dalle ricerche precedenti dell’utente. Il limite in questo senso è dato dal modo stesso in cui le persone eseguono ricerche in rete, spesso ricorrendo a scorciatoie che possono essere irrazionali o non ottimali per ottenere il risultato sperato.

La novità Google: suggerimento della strategia di ricerca.

È in questo solco che arriva la novità di Google, che per ora è stata implementata solo negli Stati Uniti. Da oggi infatti, quando un utente eseguirà una serie di ricerche successive sulla stessa query, Google suggerirà direttamente la strategia migliore. In pratica, la SERP restituirà una serie di istruzioni rivolte all’utente per ottimizzare la ricerca, sulla base delle intuizioni dell’algoritmo dettate dalle query immesse in successione. L’utente quindi non avrà solo a sua disposizione il completamente automatico, ma anche un vero e proprio libretto delle istruzioni per portarlo a visualizzare risultati di ricerca attinenti. I passi in avanti per affinare le funzioni di Google sono stati molti, compresi quelli compiuti grazie a Google Translate per misurare le correzioni e le intenzioni di ricerca nelle varie lingue. Per le immagini, Big G si è servito dei dati raccolti con app come Snapseed. La nuova funzione apre delle possibilità interessanti per i SEO specialist, per il momento per il mercato americano, che dovranno necessariamente mettere da parte meccanicismi e keyword stuffing per privilegiare la qualità del testo.

Google ha introdotto una funzione di ricerca nuova, per ora negli Stati Uniti, che ha lo scopo di affinare la ricerca e aiutare ancora di più l’utente, al centro della politica di Google. Da oggi infatti, non c’è più solo il suggerimento della query, ma dopo una serie di ricerche sullo stesso argomento arriverà in SERP un suggerimento per migliorare la ricerca. Diverse le possibilità per SEO specialist e content writer.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Consulenza WordPress

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *