Come adottare le tendenze di Instagram (rimanendo sul marchio)

tendenze di Instagram
Tabella dei Contenuti
Condividi il post
Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter

Non sei sicuro che il tuo marchio sia d’accordo con la danza e la sincronizzazione labiale su Instagram? Ecco come puoi restare trendy senza rinunciare alla tua identità.

Seguire o non seguire?

No, non è una crisi esistenziale. È la domanda che i marketer di Instagram si pongono sulle tendenze di Instagram.

Dovresti seguire le tendenze di Instagram? E se sì, come segui una tendenza rimanendo fedele al tuo marchio su Instagram?

Grandi domande. Siamo qui per aiutarti a trovare le risposte.

Questa tendenza di Instagram fa per te? Considera prima questi 8 suggerimenti

Come decidi se vale la pena seguire una tendenza sui social media per il tuo marchio?

Per alcuni marchi, seguire le tendenze è una decisione facile e ovvia. Per altri, può sembrare innaturale e talvolta anche sciocco. Quindi, come prendi la decisione giusta, libera da pregiudizi personali, per assicurarti di creare i contenuti migliori e più pertinenti per il tuo account Instagram?

Onestamente? Si tratta di conoscere il tuo marchio e sapere cosa si aspetta il tuo pubblico da te. Ma a volte, pensiamo troppo e analizziamo eccessivamente e arriviamo alla scelta sbagliata. Quindi… non preoccuparti, abbiamo alcuni suggerimenti per aiutarti a capire quali tendenze valgono gli sforzi e a quali dire “grazie, alla prossima”.

Dipende

Oh fantastico, una bella risposta vaga per dare il via alle cose. Proprio quello che ha ordinato il dottore. Ma aspetta, ascoltaci.

Non tutte le tendenze di Instagram sono uguali. Ci sono alcune tendenze più grandi e generali. Queste tendenze sono spesso più ampie e offrono un’idea della direzione generale in cui si sta dirigendo Instagram.

Ad esempio, questo tweet di Adam Mosseri, responsabile di Instagram, chiarisce che “più video, meno foto” sarà chiaramente la tendenza per il 2021. Come marchio, allora dovresti seguire questa tendenza? Decisamente sì!

Se la tua azienda utilizza Instagram come canale di marketing, spetta a te evolvere man mano che la piattaforma si evolve. Quindi, se il contenuto tende a più video, meno foto, allora questa è una tendenza a cui dovresti imparare ad adattarti al cento per cento.

Ci sono anche molte micro tendenze più piccole che decollano sulla piattaforma. Queste tendenze sono fugaci, spesso piuttosto specifiche e rilevanti solo per un breve periodo prima che la tendenza successiva prenda il sopravvento. Ad esempio, alcune tracce musicali tendono a essere utilizzate da Reel ogni settimana. O forse è un tipo specifico di grafica o tipografia che diventa tendenza.

Queste micro-tendenze a volte possono essere quelle più difficili da decidere. È qui che è fondamentale conoscere davvero il tuo marchio, il tuo pubblico. Poniti domande importanti come:

  • Perché dovresti seguire questa tendenza?
  • È rilevante per il tuo pubblico?
  • Corrisponde alla tua estetica di Instagram?
  • Hai le risorse per adottare questa tendenza?
  • Cosa ne trarrà il tuo pubblico?
  • Cosa si uscirne?

Quindi, il fatto che tu debba seguire o meno una particolare tendenza dipende dal tipo di tendenza che è. Se non sei ancora sicuro, i prossimi suggerimenti ti aiuteranno a trovare alcune risposte alle domande precedenti e a ottenere ulteriore chiarezza.

Sii chiaro riguardo al tuo marchio e alla tua voce

Tutto ciò che fai (o non fai) sui social media alla fine si riduce al tuo marchio. La tua presenza sui social media e gli sforzi di marketing perpetuano il tuo marchio nella mente dei tuoi consumatori.

Probabilmente conosci già il tuo marchio dentro e fuori. Ora è il momento di essere super chiari su questo. Se la tua organizzazione ha un documento di identità del marchio , consultalo come un aggiornamento. Prendi in considerazione domande importanti sul tuo marchio come:

  • Qual è la personalità del tuo marchio?
  • Qual è l’estetica del tuo marchio? (colori, design, tipografia, ecc.)
  • Che tipo di linguaggio usa il tuo marchio? (Professionale, colloquiale?
  • Quali sono i no-no di marca?
  • Quali emozioni produce il tuo brand?

È anche fondamentale che tu sia chiaro sul tono di voce della tua azienda . Molti marchi lavorano già attraverso questo processo quando creano la loro strategia di marketing sui social media, quindi potresti già saperlo. Se non lo fai, ora è il momento di capire anche questo.

Ad esempio, il tuo tono è:

  • Casual o formale?
  • Serio o divertente?
  • Irriverente?
  • Un dato di fatto?
  • Autorevole?
  • Educativo?

Sapere cosa rappresenta il tuo marchio e cosa no sarà molto utile quando si tratta di scegliere se seguire o meno una tendenza. Se la tendenza non si adatta alla tua identità di marca o al tuo tono di voce, rifiuta la tendenza e vai avanti. Se lo fa, consideralo e poi continua a valutarlo utilizzando alcuni degli altri fattori descritti in questo articolo.

Ad esempio, se il tuo Instagram è strettamente aziendale (in termini di marchio e tono), allora è abbastanza ovvio che alcuni dei microtrend più casual non sono adatti a te. Se l’estetica del tuo marchio consiste nel mantenere un “volto” strettamente professionale, allora sicuramente non vuoi adottare la tipografia più casual che è attualmente di tendenza. Tuttavia, potresti comunque adottare tendenze più ampie come aumentare i tuoi contenuti video o essere creativo con Reels.

Hubspot è un ottimo esempio di account Instagram che segue le tendenze senza sacrificare la sua identità di marca o il suo tono di voce. In tutti i contenuti di Instagram, il brand mantiene sempre una posizione di coaching e/o educativa adottando un tono colloquiale e talvolta divertente.

Conosci il tuo pubblico

Una parte enorme del conoscere il tuo marchio è anche conoscere il tuo pubblico. In questo caso, intendiamo specificamente conoscere il tuo pubblico di Instagram. Usa i dati di Instagram a tua disposizione per conoscere chi è il tuo pubblico Instagram esistente. Sapere a chi si rivolgono i tuoi contenuti ti aiuterà molto a decidere se una particolare tendenza è rilevante o meno per loro.

Un altro aspetto della conoscenza del tuo pubblico è anche conoscere il tipo di contenuto a cui risponde bene. Queste informazioni sono disponibili anche tramite Instagram Insights e SkedSocial. Inoltre, potresti tenere a mente che diversi dati demografici preferiscono diversi tipi di post o contenuti.

Ad esempio, se sei un marchio di moda che si rivolge alle donne, è probabilmente una buona idea per te saltare su tutte le tendenze della moda su Instagram da OOTD alle molteplici prove di abbigliamento su Reels. Potresti anche condividere meme di tendenza pertinenti.

Conosci anche la tua concorrenza

Ogni buon marketer conosce il proprio concorrente e tiene sempre d’occhio ciò che stanno facendo i concorrenti. Questo è semplicemente un buon senso degli affari.

Probabilmente lo fai già per Instagram comunque. Vedi cosa condividono i tuoi concorrenti su Instagram e cosa no. Questo è fantastico per stabilire lo standard e spesso anche prezioso per l’ispirazione (no, non abbiamo detto di copiare i tuoi concorrenti).

Se i tuoi concorrenti stanno abbracciando determinate tendenze e il pubblico sta rispondendo bene a loro, potrebbe valere la pena dedicare del tempo a esaminare anche la tendenza. D’altra parte, se sono usciti tutti su un meme di tendenza e ti fa rabbrividire, stai lontano da esso.

Nota: non stiamo dicendo di limitarti a ciò che stanno facendo i tuoi concorrenti. Stiamo semplicemente dicendo che osservare i tuoi concorrenti può essere utile quando si decide una tendenza. Il tuo compito è assicurarti che il tuo Instagram si distingua dagli altri sul mercato. Quindi sentiti libero di essere creativo e di fare qualcosa che non stanno facendo e diventa il trendsetter.

Tieni sempre a mente i tuoi obiettivi sui social media

Quali sono i tuoi obiettivi per il tuo Instagram? Quando crei qualsiasi tipo di contenuto per i social media, è importante ricordare quali sono i tuoi obiettivi . Quindi, pensa a come il contenuto serve questi obiettivi.

Questa regola vale anche per le tendenze. Le tendenze continueranno ad arrivare. Ma se seguire questa tendenza non supporta i tuoi obiettivi generali o la tua strategia su Instagram, allora è un duro no da parte nostra.

Diciamo che sei un marchio di mobili di lusso. I tuoi obiettivi di Instagram includono la creazione di una community coinvolta e anche l’aumento delle vendite (ovviamente!). Puoi scegliere di passare alla tendenza dei contenuti generati dagli utenti (UGC) per il tuo account. Metti in evidenza le foto e i video dei tuoi clienti per seguire gli obiettivi della tua community. Quando la tua comunità vede queste foto di persone reali che usano i tuoi mobili nelle loro case, suscita il loro interesse e indirizzi anche più traffico al tuo sito web, il che porta a maggiori vendite. Sìì!

Creare un processo decisionale

Quante cose da tenere a mente! Che ci crediate o no, per la maggior parte dei marketer, questo processo di valutazione delle tendenze inizia a diventare molto naturale dopo averlo fatto un paio di volte.

È una buona idea creare un processo decisionale per aiutarti a semplificarlo ulteriormente. Ciò è particolarmente utile quando si gestisce l’account di un cliente e si desidera ottenere il permesso di seguire le tendenze per conto della propria azienda.

  • Crea una lista di controllo
    Questo può includere l’identità del marchio, il tono di voce, l’idoneità per il tuo pubblico, ecc. Se una tendenza seleziona queste caselle, passa al passaggio successivo.
  • Imposta regole generali “sì” o “no” se pertinenti
    Se va bene per il tuo cliente, stabilisci alcune regole (oltre alla lista di controllo sopra) che ti consentano di dire sempre sì o sempre di no a determinate tendenze. Queste regole generali aiuteranno ad accelerare ulteriormente il processo di adozione delle tendenze. Ad esempio, il tuo marchio potrebbe avere un no generale per qualsiasi tendenza che implichi parolacce nel contenuto.

Stabilire il processo di approvazione

Oltre alle regole di cui sopra, decidi anche chi ha l’ultima parola sul fatto che una tendenza sia positiva o negativa. Spesso i clienti sono felici di lasciare questa decisione agli esperti (cioè voi). Tuttavia, alcuni clienti preferiscono essere un po’ più pratici, quindi potrebbe essere necessario chiarire quanto input vorrebbero avere su di te creando anche contenuti alla moda.

Dai priorità alla pertinenza rispetto alla copertura

La copertura è importante su Instagram. Più persone raggiungono i tuoi contenuti, meglio è per il tuo account Insta (e per la tua attività), giusto? Non sempre.

Hai mai notato un meme sui post di un marchio che non ha assolutamente alcuna rilevanza per la loro attività? Come marketer, ti sei mai rabbrividito e ti sei chiesto quale fosse lo scopo del post? Anche noi.

Se stai saltando su ogni tendenza casuale senza prestare alcun preavviso al tuo marchio o al tuo pubblico, è inutile. Questi post spesso danno a questi account un aumento temporaneo della portata, ma portano a una crescita misurabile o al successo per l’azienda? Raramente!

Dai sempre la priorità alla pertinenza dei tuoi contenuti, indipendentemente dalle tendenze, rispetto alla potenziale portata di una tendenza virale. Solo perché qualcosa è di tendenza a livello globale, non significa che sia di interesse per il tuo pubblico particolare.

Creare costantemente contenuti di qualità e pertinenti per il tuo pubblico porterà a una crescita Instagram migliore e più sostenibile rispetto alla ricerca di numeri ad alta copertura.

Tieni un dito sul polso

Le tendenze su Instagram (o qualsiasi canale social) tendono a svilupparsi più velocemente di quanto molti di noi credano. Come marketer, è nostro compito tenere gli occhi aperti e cercare ciò che sta decollando su Instagram.

A volte le tendenze si evolvono man mano che cambiano le abitudini degli utenti. Ad esempio, il pivot video di Instagram menzionato sopra non dovrebbe sorprendere nessuno. Come tutti sappiamo, i video dominano Instagram da un po’ di tempo ormai. Se il tuo marchio non si è ancora adattato al video… è ora di recuperare il ritardo!

Altre volte, le tendenze decollano molto rapidamente. Queste tendenze sono spesso fugaci. Potresti aver notato che questo è particolarmente vero per i rulli. Ad esempio, alcune canzoni decollano e improvvisamente tutti sul tuo feed stanno ricreando la loro versione di un Reel con la stessa canzone. Vale la pena tenere d’occhio soprattutto queste tendenze poiché la finestra di opportunità è spesso piccola e devi agire rapidamente.

Quindi il nostro ultimo consiglio è questo: sii sempre frettoloso. Significato: in quanto detentore delle chiavi dell’universo di Instagram, è fondamentale tenere il passo con le tendenze. Devi sapere cosa è di tendenza prima di poter decidere se è adatto al tuo marchio o meno.

Come fai questo? Usando Instagram (ovviamente) e vedendo cosa stanno facendo gli altri utenti (marchi, influencer e persone normali di eventi). Tenendo un dito sul polso, adotterai rapidamente le tendenze quando necessario e manterrai il tuo marchio rilevante su Instagram.

Diventare virali non è tutto

È normale voler partecipare a una conversazione di tendenza o partecipare a una sfida virale. Dopotutto, se tutti (compreso il tuo concorrente) lo fanno, perché non dovresti saltare a bordo anche tu?

Ma per riassumere ciò che abbiamo detto sopra, non devi fare tutto. Quando vedi spuntare una tendenza, chiediti perché lo stai facendo. Ricorda: diventare virale non è l’obiettivo.

Contrariamente alla credenza popolare, la viralità non è ciò a cui i marchi dovrebbero aspirare. Il social media marketing non consiste solo nel vincere un concorso di popolarità. Si tratta di connettersi con la tua comunità, prima di tutto.

In qualità di marketer di Instagram, la tua priorità dovrebbe essere sempre quella di creare contenuti pertinenti, utili e interessanti per il tuo pubblico. Segui le tendenze, quando ha senso. Ma se una particolare tendenza sembra fuori marchio, non aver paura di lasciar perdere.

Scrivi un commento

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Assistenza per wordpress
Assistenza WordPress attiva H24
Consulenza seo
Prima consulenza SEO gratuita
Post Popolari:
Cosa è una parola chiave
Seo
Cosa è una parola chiave

In generale, le parole chiave vengono utilizzate per descrivere il contenuto di un’opera d’arte o di un documento in diverse aree come arte e cultura, media o industria.

Leggi tutto »
URL cosa sono
Dominio e hosting
URL cosa sono?

Un URL (Uniform Resource Locator) è un indirizzo impostato per individuare una risorsa univoca su Internet, come un file o un’app.

Leggi tutto »
Struttura del sito web
Seo
Struttura del sito web

La struttura del sito Web, denominata anche architettura del sito, si riferisce a come le pagine di un sito e il suo contenuto sono strutturati in relazione ad altri contenuti nella pagina e tra le pagine.

Leggi tutto »
Usabilità del sito web
Seo
Usabilità del sito web

Il termine usabilità descrive quanto sia facile utilizzare in pratica un sito web. Criteri come la chiarezza del design, la facilità d’uso e l’accessibilità svolgono un ruolo importante a tal fine.

Leggi tutto »
Cosa sono i plugin
Plugin e Temi
Cosa sono i plugin?

Un plug-in è un componente aggiuntivo del software che aggiunge funzionalità specifiche a un browser Web, CMS o altri programmi. 

Leggi tutto »
Snippet in primo piano su Google
Seo
Snippet in primo piano su Google

Gli snippet in primo piano sono risultati di ricerca visualizzati sopra i risultati organici di Google e sotto gli annunci a pagamento, uno spot denominato “posizione zero”.

Leggi tutto »
Carlo Alberto Bello

Sono Carlo Alberto Bello, consulente SEO italiano con sede a Lecce dal 2012. Aiuto aziende e professionisti a promuovere i loro prodotti e servizi su Google, Bing e altri motori di ricerca. Ho un'esperienza rilevante nella consulenza seo e Link Building.