Cosa sono le analisi delle prestazioni del prodotto?

Analisi delle prestazioni del prodotto
Condividi il post
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Tabella dei Contenuti

Le analisi sono incredibilmente utili in ogni parte della tua attività di e-commerce. I dati che raccogli ti aiutano a capire il comportamento dei tuoi visitatori e quale giorno della settimana è il tuo più grande generatore di entrate. Ma se non stai esaminando i dati direttamente correlati alle prestazioni del tuo prodotto, continua a leggere per saperne di più su cos’è questo tipo di analisi e su come può fare una grande differenza nel tuo processo decisionale.

Definito: analisi delle prestazioni del prodotto

L’analisi delle prestazioni del prodotto è la raccolta e l’analisi strategica di punti dati (metriche) relativi alla canalizzazione di acquisto come quante volte i visitatori visualizzano una pagina di prodotto, quante volte un prodotto viene lasciato abbandonato in un carrello, quante volte arriva un determinato prodotto checkout, acquisti unici e altro ancora.

Queste metriche raccolte in base al prodotto possono raccontarti una storia più ampia dell’intero portafoglio di prodotti! Molte persone trascurano questo livello di analisi perché non sono sicure del perché o di come dovrebbero farlo.

Perché le analisi dei prodotti sono importanti

C’è una ragione principale per cui l’analisi delle prestazioni dei prodotti è importante per i marchi di e-commerce: ti aiutano ad aumentare le vendite e a migliorare le operazioni complessive.

1. Comprendere l’imbuto del prodotto

L’analisi delle prestazioni del prodotto, in sostanza, ti aiuta a capire quanto bene un prodotto si muove attraverso la canalizzazione di acquisto. Quindi dalla prima impressione all’acquisto finale. Nessun prodotto viene creato uguale, quindi è davvero importante vedere quali categorie di prodotti hanno più o meno probabilità di essere abbandonate prima del checkout. Grazie a queste informazioni, è possibile identificare quali prodotti potrebbero essere generalmente di scarso rendimento o essere catturati dai concorrenti negli acquisti comparativi.

2. Prendi decisioni migliori sul merchandising

Una volta che hai capito quali prodotti hanno bisogno di aiuto per arrivare alla cassa, diventa più facile capire perché. Ad esempio, la proprietà immobiliare che il tuo prodotto detiene nel tuo negozio potrebbe essere direttamente correlata al numero di vendite che ha. Puoi iniziare a modificare il layout del tuo negozio per ottimizzare la navigazione verso un determinato prodotto. Puoi mostrare le collezioni o creare la sezione dei prodotti consigliati. Un altro problema spesso scoperto è che le immagini o le descrizioni dei prodotti non sono sufficientemente robuste. Puoi modificare le pagine dei prodotti per includere immagini contestualizzate, video dimostrativi del prodotto o descrizioni dei prodotti più dettagliate. Con l’analisi, sarai in grado di vedere l’impatto dei tuoi sforzi di merchandising che si svolgono e imparare come ottimizzare al meglio le prestazioni complessive del tuo prodotto.

3. Evita le scorte

Il monitoraggio dell’inventario è una parte importante dell’analisi delle prestazioni del prodotto. Vedere al momento quanti articoli vengono venduti può aiutarti a prevedere le esigenze di magazzino e lavorare in modo più efficiente con i fornitori. Questo tipo di dati sul rendimento diventa più prezioso se abbinato a dati di vendita regionali o stagionali. Anche molti grandi marchi e rivenditori condividono questo tipo di dati sui punti vendita in modo da avere una visione più globale di chi ha bisogno di cosa e quando. Essere esauriti, se non una scelta strategica, è frustrante per tutti.

4. Comprendere e pianificare gli sforzi di marketing

Tracciando le prestazioni a livello di prodotto, questo ti consente di vedere come le iniziative di marketing e promozionali influiscono sulle vendite quando mostrano prodotti o immagini diversi. Supponiamo ad esempio che promuovi una borsa nuova di zecca su Instagram per un determinato periodo di tempo. Se stai monitorando le prestazioni di quella borsa nel tempo, sarai in grado di vedere se quell’annuncio ha avuto un effetto immediato sulle vendite e per quanto tempo dopo la fine della promozione si sono stabilizzati. Con le metriche delle prestazioni del prodotto disponibili per la suddivisione in segmenti, puoi anche identificare i prodotti da promuovere in modo più rapido, semplice e sistematico.

5. Identificare le opportunità per aumentare le entrate

L’obiettivo finale della gestione di un negozio di e-commerce è generare entrate. L’analisi dei prodotti semplifica l’identificazione delle opportunità per farlo. Se stai monitorando gli acquisti per la prima volta rispetto agli acquisti ricorrenti, ad esempio, potresti scoprire prodotti che potrebbero funzionare molto bene su base di abbonamento come detersivo per bucato o capsule di caffè. Se monitori le impressioni delle categorie e la ricerca nei negozi, potresti scoprire che i tuoi clienti non stanno trovando un particolare prodotto che desiderano e potresti fare scorta. Quindi, ovviamente, tutti i test che puoi eseguire con prezzi, merchandising e promozioni sono sufficienti per aiutarti a ottimizzare il profitto complessivo del tuo negozio web!

Come monitorare l’analisi

Il primo passo è iniziare il monitoraggio. L’analisi ha senso solo quando ci sono abbastanza punti dati da analizzare. La situazione ideale è avere un’unica piattaforma in cui puoi vedere e creare report sui tuoi dati in modo che diventi qualcosa di divertente invece che un lavoro di routine. Per le prestazioni del prodotto ci sono due modi principali per iniziare:

1. Analisi integrate sulla tua piattaforma di e-commerce

La piattaforma di e-commerce che scegli probabilmente avrà analisi integrate che puoi utilizzare per iniziare. Se disponi di una piattaforma di e-commerce esistente, fai una piccola ricerca per vedere cosa offrono. Altrimenti, quando cerchi piattaforme, cerca quelle che ti aiutino a monitorare le prestazioni. Questo è un ottimo investimento per il successo a lungo termine della tua attività di e-commerce.

2. Fornitori di software di analisi e-commerce

Puoi anche cercare servizi software che tracciano e consolidano i dati di e-commerce. Inutile dire che l’e-commerce avanzato di Google Analytics è il modo migliore per iniziare se stai cercando qualcosa di esterno. È gratuito e di solito si integra con il sistema del tuo negozio. Questa opzione di solito richiede un plug-in per la tua piattaforma di e-commerce o un po ‘di codifica (inserendo uno script nel tuo negozio).

Tipi di metriche sulle prestazioni del prodotto

Come raccogli le giuste metriche sulle prestazioni del prodotto? Inizia in piccolo e mirato con un unico obiettivo in mente, quindi espandi man mano che impari le basi. Una volta che hai una domanda a cui vuoi rispondere, puoi capire quali metriche ti aiuteranno a rispondere. Ecco solo alcune metriche di base che possono aiutarti a iniziare:

1. Impressioni

Le impressioni sono quante volte qualcuno ha visto una cosa particolare. Quindi, ad esempio, le impressioni sulla pagina dei dettagli di un prodotto sono quante volte una persona ha visto la pagina del singolo prodotto. Ciò include cose come le visualizzazioni degli elenchi di prodotti, quante volte un prodotto è arrivato nel carrello, visualizzazioni di checkout e altro. Queste sono metriche di base che sono elementi costitutivi per altri tipi di analisi come i tassi di conversione.

2. Tassi di conversione

I tassi di conversione ti dicono la percentuale di movimenti riusciti tra le diverse fasi. Le tariffe del carrello per l’acquisto, ad esempio, ti dicono quale percentuale di prodotti è passata dal carrello a un acquisto riuscito. L’opposto qui ovviamente sono i tassi di abbandono sempre popolari. Se il tuo tasso di conversione è del 40%, il tuo tasso di abbandono è del 60%. I tassi di conversione sono fondamentali per identificare i punti deboli nel percorso dell’acquirente e nella canalizzazione di acquisto.

3. Acquisti unici e ricorrenti

Questa metrica risponde alla domanda: “Ho acquirenti di ritorno?” Puoi spendere un sacco di soldi per attirare visitatori nel tuo negozio, ma se vengono e poi se ne vanno per non tornare più, devi capire perché. Prima di poterlo fare, devi scoprire se è anche un problema.

4. Valore medio dell’ordine

Questo è interessante. Se preso come singolo, il valore medio dell’ordine può dirti quanto le persone spendono generalmente per una singola visita al tuo negozio. Ma quando abbini questa metrica ai dettagli a livello di prodotto, puoi scoprire quali prodotti influiscono più o meno sul valore medio dell’ordine. Immagina di vendere scarpe da corsa che ogni volta che qualcuno le acquista è più probabile che acquisti anche accessori come un orologio da fitness o pantaloncini da corsa. Ci può essere molto da imparare qui se preso anche con dati demografici (quali regioni hanno AOV più alto), metriche come la dimensione media del carrello o altre informazioni contestuali.

5. Vendite vs resi

Monitorare quali prodotti specifici ti vengono restituiti è fondamentale. Il tasso di restituzione ti aiuterà a capire se il tuo elenco di prodotti è mal progettato (forse le taglie o i colori sono spenti) o se c’è un difetto più profondo nel prodotto. Quando raccogli i dati sui resi, assicurati anche di raccogliere i dati qualitativi (cosa dicono i tuoi clienti) in modo che i resi possano essere analizzati e i problemi risolti.

Conclusione

Laddove molti negozi di e-commerce si concentrano su metriche generali come acquisti, entrate e visitatori, c’è molto da imparare quando si aggiungono approfondimenti a livello di prodotto. L’analisi delle prestazioni del prodotto è una parte fondamentale dell’ottimizzazione delle operazioni di e-commerce, dalla gestione del negozio web alle vendite e al marketing. Ti danno una visione più approfondita di ciò che funziona. È facile iniziare con gli strumenti disponibili sul mercato e se ti concentri su una piccola serie di metriche per iniziare, puoi imparare rapidamente. Vuoi saperne di più su questo, oltre ad altri suggerimenti, tendenze e notizie sull’e-commerce? Visita oggi il blog di BigCommerce .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro da esplorare
Iscriviti alla nostra Newsletter

Ricevi aggiornamenti e impara dai migliori