La newsletter cos’è e a cosa serve?

  • Home / Web Marketing / La newsletter cos’è…
Cos’è e a cosa serve una newsletter

La newsletter cos’è e a cosa serve?

Cos’è la Newsletter? Esempi e significato

La newsletter è parte integrante di una buona strategia di marketing digitale.

Può servire per mantenere i contatti attivi e dare informazioni utili ai lettori. La vendita invece, è parte della DEM e le due tipologie di contenuto possono o meno sovrapporsi.

La newsletter è un importante strumento di comunicazione, che mette in relazione un’azienda, un’associazione, un giornale e così via e i suoi lettori, clienti o portatori di interessi. In genere la newsletter ha la funzione di un bollettino, in grado di veicolare informazioni utili ai soggetti interessati. I destinatari possono essere esterni, ma spesso serve anche per la comunicazione interna, quando è necessaria per tenere informati collaboratori, stakeholders e dipendenti (o soci) sulle news dell’attività.

Newsletter cos'è

Cos’è la newsletter e a cosa serve? Newsletter e DEM, sono la stessa cosa?

La prima distinzione da fare è tra newsletter e DEM. Le due branche dell’e-mail marketing sono sovrapponibili, ma la DEM ha lo scopo di generare una vendita, mentre la newsletter è un bollettino che ha lo scopo di fidelizzare i clienti, fornire notizie utili e contenuti di valore ed interesse. Gli indirizzi e-mail dei destinatari sono un bene prezioso per l’azienda, perché possono anche servire a creare dei profili e dei buyers, persona molto in target o per generare lookalike utili in caso di pubblicità sui social. Esiste una disciplina molto puntuale e restrittiva valida a livello europeo, per la raccolta e conservazione dei dati, il GDPR. I preziosi contatti possono essere raccolti a mano, oppure tramite iscrizione compilando i dati sul sito web. La sottoscrizione deve essere esplicita e la cancellazione facile e immediata per l’utente.

Qual è la differenza tra newsletter ed email marketing?

Bene, il termine email marketing si spiega da sé tutto o niente. Dopo tutto, cos’è l’email marketing? L’email marketing è una parte indispensabile del Digital Marketing che, in modo brevissimo, utilizza l’email come canale di vendita e come mezzo per mantenere una comunicazione regolare con il proprio pubblico.

È la tecnica più antica al mondo di marketing digitale e rimane, ad oggi, la migliore (senza alcuna previsione realistica che possa essere detronizzata).

Possiamo sempre pensare all’email marketing come alla componente strategica che utilizza il canale email per, mentre la newsletter è l’elemento che permette l’applicazione della stessa strategia nello stesso canale (email).

Come scrivere una newsletter:

Le persone possono sottoscrivere una newsletter per diverse ragioni, ad esempio in cambio di uno sconto oppure di un contenuto interessante, come un ebook. Perché il nostro invio non finisca inesorabilmente nella casella di spam, serve che la newsletter sia ben scritta e con un oggetto accattivante; inoltre, deve essere interessante per l’utente. Un punto essenziale è mettere in alto un riassunto coinciso delle news contenute nella newsletter, possibilmente legate da un unico filo conduttore. Il tono of voice inoltre, deve essere coerente con il brand e renderlo facilmente riconoscibile per l’utente, in target anche per le classi di invio. Ci sono programmi che consentono un alto livello di personalizzazione delle mail, con la creazione di liste ad hoc per interessi, fasce di età e così via e quindi in questo senso potremmo creare comunicazioni distinte. Anche il layout è molto importante: il design deve essere responsive e ottimizzato anche per il mobile, quindi deve caricarsi facilmente; la gerarchia dei contenuti deve essere chiara e i colori scelti anche in base alle reazioni del pubblico, con A/B test mirati. Testi brevi e accattivanti e immagini in tema, aiuteranno a fidelizzare il lettore, che non andrà bombardato costantemente con offerte commerciali.

Un altro punto riguarda quando inviare la mail:

  • Newsletter quotidiana: riguarda principalmente i siti che si occupano di news ed informazione. Generalmente danno la possibilità di scegliere per quali interessi o categorie di interessi ricevere news e aggiornamenti;
  • Newsletter Settimanale o bi-settimanale: è un buon compromesso per altre attività, soprattutto commerciali. È un metodo per tenersi in contatto con i clienti durante i cali stagionali e offrire contenuti di valore;
  • Newsletter creative: professionisti e studi creativi possono puntare ad enfatizzare questo fattore anche nelle proprie newsletter.

Il gradimento degli utenti va costantemente testato, non esiste un numero perfetto di e-mail da inviare mensilmente, ma il numero adeguato ai propri lettori. Così come per le creatività, sia copy che layout, conta molto la sperimentazione.

Lungi dall’essere solo uno strumento di vendita, la newsletter consente di mantenere i contatti con gli utenti e fidelizzare i lettori. Una buona strategia di e-mail marketing e di comunicazione digitale, sapranno sfruttare questo canale, ottimizzandone al massimo la resa grazie alla personalizzazione e agli A/B test. Attenzione però alla normativa in materia di trattamento e conservazione dei dati.

Come misurare il successo della tua newsletter via email

Per garantire il successo con la tua campagna di email marketing, devi avere un buon piano. Parte di questo piano consiste nel testare cosa funziona e cosa no, e le piattaforme di email marketing hanno metriche che possono dirti se le tue email funzionano o meno.

Queste metriche ti dicono:

  • Quante persone aprono le tue email.
  • Quante persone fanno clic sui collegamenti all’interno delle tue e-mail.
  • Quante persone si cancellano dalla tua lista.

Presta molta attenzione a queste metriche dopo ogni campagna. Ti mostreranno dove devi apportare modifiche e se le modifiche che stai apportando stanno dando i loro frutti.

Ad esempio, se hai ricevuto molte e-mail non aperte e decidi di scrivere un testo più personalizzato per la tua prossima campagna, dovresti sicuramente vedere un aumento delle tue percentuali di apertura e di clic.

Lista di controllo per una newsletter efficace

Le aziende di diversi settori utilizzano il marketing tramite newsletter per raggiungere il pubblico di destinazione e creare visibilità del marchio. Ogni azienda progetta la propria distribuzione in modo diverso a seconda dei desideri e delle esigenze dei suoi lettori. Tuttavia, ogni newsletter contiene alcuni elementi necessari per avere successo:

  • Titoli creativi: le righe dell’oggetto dovrebbero invogliare il lettore ad aprire l’email e rappresentarne accuratamente il contenuto.
  • Rilevante e pianificato in modo coerente : le informazioni dovrebbero essere specifiche per il pubblico di destinazione ed essere pubblicate a intervalli regolari.
  • Forte invito all’azione: ogni newsletter dovrebbe avere un’azione desiderata che deve essere eseguita dal lettore.
  • Formato ordinato: se i lead sono confusi o sopraffatti dalla formattazione, è più probabile che annullino l’iscrizione o siano disimpegnati dalla newsletter.
  • Reattività mobile: sempre più persone utilizzano dispositivi mobili per controllare la posta elettronica e fare acquisti online. Le aziende devono assicurarsi che le loro newsletter siano ottimizzate per tablet e smartphone per ottenere i migliori risultati.
  • Annullamento dell’iscrizione: le aziende vogliono mantenere i lead il più felici possibile, anche se ciò significa perdere l’iscrizione a una newsletter. Inoltre, i moduli di attivazione devono essere visibili per consentire ai potenziali clienti di registrarsi.
  • Incentivi: i premi non solo attireranno i consumatori ad optare per il marketing tramite newsletter, ma per effettuare un acquisto.
  • Termini e condizioni: i lead vorranno sapere per cosa vengono utilizzate le loro informazioni personali quando si iscrivono a una newsletter. Includi un collegamento alla tua politica sulla privacy in modo che possano essere rassicurati che i loro dati non saranno condivisi.

Qual è l’importanza delle newsletter?

Le newsletter ti trasformano in una fonte di informazioni.
Quando la tua newsletter produce contenuti di qualità su un argomento o un’area che padroneggi, la tua attività potrebbe diventare un riferimento come fonte di informazioni su tale nicchia.

Se ad esempio possiedi un e-commerce di abbigliamento e distribuisci post e articoli sulla moda, stai creando una potenziale newsletter sull’argomento, che potrà fare riferimento alle scelte future del tuo cliente.

Convertono e preparano il tuo futuro cliente.
Un piano ben articolato per la distribuzione dei contenuti contribuisce al processo decisionale di acquisto del consumatore. In questo senso, le newsletter possono catalizzare l’evoluzione di un vantaggio nel funnel di vendita e migliorare i risultati del business nel suo complesso.

Contribuiscono alla consapevolezza del marchio.
La consapevolezza del marchio tra il pubblico è senza dubbio uno dei principali pilastri dell’imprenditorialità, e anche le newsletter possono aiutarti in questo senso. Creando una routine di rilascio della newsletter, promuovi la fedeltà del cliente e ottieni fiducia e rispetto dal tuo pubblico.

Capisci cos’è una newsletter e quanto è importante questo strumento per la tua azienda? Cogli l’occasione per leggere anche il nostro altro articolo e scoprire come inviare email killer che generano molte vendite!

Importa davvero?

Avere una mailing list è fondamentale per il successo del tuo marchio. Il contatto regolare con i tuoi clienti ti aiuterà a creare fiducia. Una volta stabilita la fiducia, puoi motivare i tuoi clienti all’azione.

Incoraggiandoli a partecipare a un evento o a una raccolta fondi, tenendoli aggiornati sugli ultimi contenuti che hai da offrire, informarli sulle prossime vendite, promozioni o offerte speciali per eventi.

E adesso?

La tua lista e-mail è una delle cose più importanti che possiedi ed è imperativo che tu e il tuo team di marketing inviate le migliori e-mail possibili ai vostri clienti.

Come puoi assicurarti di farlo? Un modo è creare e utilizzare una lista di controllo. Una checklist personalizzata ti aiuterà a mantenere le tue e-mail coerenti con la voce / personalità del tuo marchio, soddisfacendo allo stesso tempo le esigenze dei tuoi clienti in modo coerente.

Dedica un po ‘di tempo alla stesura della tua lista di controllo e poi rispettala. In questo modo potrai migliorare le future campagne di email marketing e aumentare in modo significativo il tuo ROI.

Adesso che abbiamo capito la newsletter che cos’è, andiamo a costruire la nostra lista utilizzando Mailchimp, la piattaforma per l’email marketing più diffusa.

Integrazioni e plugin

Come abbiamo visto in precedenza, l’invio di newsletter è anche un processo relativamente semplice. Ciò che complica un po ‘di più è lo stesso Email Marketing perché coinvolge il pensiero strategico.

1. Facebook Lead Ads

Stai iniziando a capire cos’è una newsletter e cosa devi fare per svilupparla. Tuttavia, non hai un elenco di contatti così grande o ne hai uno.

Facebook Lead Ads consiste nel pubblicare annunci su Facebook o Instagram, che ha lo scopo di generare lead (contatti e-mail, telefono cellulare, ecc.).

Ciò che distingue questo annuncio dal resto del Facebook esistente è che include già un modulo di contatto che consente alle persone di mostrare interesse per un particolare prodotto o servizio.

Funzionando tutto all’interno di Facebook, questo modulo, all’accesso dell’utente, appare già precompilato con gli stessi dati che l’utente ha su Facebook, facilitando il loro ottenimento.

Utilizzando l’integrazione di mailChimp, questi stessi dati possono essere inviati automaticamente all’elenco mailChimp e possono essere identificati con un tag (segmentazione).

2. Plugin WordPress / WooCommerce

Il plugin per WordPress / WooCommerce oltre ad integrare E-goi con i principali CMS presenti sul mercato, è un ottimo strumento da avere nel tuo sito / negozio, permettendoti di utilizzare funzionalità come:

  • Forme;
  • Sincronizzazione dei contatti;
  • Uso degli RSS (crea un feed con gli ultimi post, così sul lato di E-goi crea un automatismo come: ogni volta che viene pubblicato un nuovo post, invia una newsletter)
  • Possibilità di creare l’automazione del carrello abbandonato in WooCommerce;

integrazioni newsletter

E molte altre funzionalità che puoi trovare qui sulla pagina di WordPress o su WooCommerce.

3. Plugin Magento

Può essere considerato uno degli strumenti più utili per l’e-commerce perché permette di anticipare le esigenze dei clienti dando un’analisi della navigazione dell’utente.

Questo plugin ti consente anche di sapere quanti clienti hanno lasciato il carrello, consentendoti di contattarli tramite una newsletter per mostrare possibili prodotti che interesseranno i tuoi clienti.

Non dimenticare che con l’ automazione multicanale puoi creare campagne di abbandono del carrello, benvenuto, compleanno, tra le altre e inviarle tramite e-mail, SMS o push automaticamente.

4. Plugin Shopify

E-goi ha un’integrazione con Shopify che ti permette di monitorare, comunicare con i clienti e realizzare campagne di remarketing per aumentare le tue conversioni e di conseguenza le tue vendite.

Shopify è una piattaforma che ti consente di anticipare le esigenze dei tuoi clienti e dispone di un’automazione del marketing multicanale che ti consente di creare campagne automatiche tramite e-mail o SMS di benvenuto, compleanno, carrello abbandonato, tra gli altri.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Come facciamo Web Marketing?

Write a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *